Per i golosi prima di andare in milonga.

PUBBLICATO IL 24 luglio 2007

C’è un cibo argentino di una semplicità quasi spartana, ma di una bontà sopraffina: il Postre Vigilante (dolce del vigilante). Pare prenda il suo nome dagli agenti di sicurezza che giravano tutta notte nei quartieri “malfamati”: quando avevano fame mangiavano un pò di questo cibo senza interrompere così la guardia. Ma qui non entro troppo nel merito perchè le ipotesi sono molteplici. Sicuramente dà molta energia ed è facile da consumare…e costa(va) poco!

Gli ingredienti base sono il formaggio e il dulce de batata (gelatina marmellatosa fatta con le patate dolci americane) e/o il dulce de membrillo (in pratica la nostra cotognata).

I modi per prepararlo sono molteplici. C’è chi alterna una fetta di formaggio, una di cotognata, ancora formaggio, poi dulce de batata; c’è che affianca il formaggio a una delle due gelatine; chi spolvera il tutto con frutta secca o dulce de leche (un caramello fatto con il latte, una specie di mou fluida). Insomma ce n’è per tutti i gusti.

Una versione di “Postre vigilante”

A me piace molto. Il mio accompagnamento preferito al formaggio è il dulce de membrillo, e per il dulce de leche uso direttamente il cucchiaio (quando ho in frigo un barattolino, finchè non è finito non ho pace 🙂 !!!)

Il dulce de batata da solo non mi sa di molto, ma i malefici argentini si sono inventati delle gustose variazioni. Ho assaggiato il dulce de batata variegato al dulce de leche, alla cioccolata, e devo provare quello alla ciliegia, alla vaniglia, persino al cocco!

Cercate queste “gelatine” nelle vostre città: io le trovo in una drogheria che ha molti prodotti di importazione. Fatele assaggiare ai vostri amici; divertitevi a provare gli abbinamenti con i vari tipi di formaggi e non dimenticate un buon vino rosso argentino: un tocco di internazionale sulla vostra tavola vi farà fare un figurone!

Provatelo anche prima di una milonga! Energia e leggerezza garantite!

Poi fatemi sapere

Ciao, Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*