Picasso e il tango

PUBBLICATO IL 9 agosto 2007

Prendo spunto per parlare di Picasso dalla notizia del ritrovamento di alcuni suoi lavori che erano stati rubati tempo fa dalla casa della nipote. Sentendo la notizia al telegiornale, dove parlavano appunto del poliedrico artista e delle sue opere, mi sono chiesta se mai nella sua vita era venuto a contatto con il tango, e semmai, se ne era rimasta traccia nelle sue opere.

Foto di pablo Picasso

Picasso ha lasciato traccia di se in molti musicisti che gli hanno reso omaggio e fra questi anche un grande del tango: Piazzolla gli ha dedicato nel 1955, durante i suo “periodo francese“, un brano intitolato appunto Picasso. QUI potete sentirne una interpretazione del gruppo di Daniel Binelli.

Picasso ha seguito certamente lo sviluppo della danza nel 900 e ha anche creato diversi costumi e scenografie per balletti e spettacoli dell’epoca (il balletto Parade, il balletto Mercurio con musiche di Satie, lo spettacolo  al teatro Chatelet di Parigi, lo spettacolo al teatro dell’Opera di Roma, ecc..). E fra le sue opere ci sono molti quadri dedicata alla danza: dal balletto classico, alla bibica danza dei sette veli, alla danza dei giovani, alle danze tribali. Fra le 10.000 opere che ha lasciato in eredità a tutta l’umanità, volete che non ce ne sia una dedicata anche al tango? In attesa di risposta ne ho scelta una che mi è piaciuta molto.

Picasso - Due donne sedute in un bar - 1902

Mi fa pensare a due donne siedono, bevono e aspettano un invito guardando la pista. Troppa fantasia?

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*