24 de agosto

PUBBLICATO IL 24 agosto 2007

Gli amici di FAIblog stanno crescendo e sono sempre più attivi. Questa mattina Lucy ci ha segnalato che esiste un tango che si intitola “Veinticuatro de agosto” proprio come la data di oggi e pronto pronto Artur ce lo ha postato con tanto di link per l’ascolto.

Siccome molti di voi lettori non leggono i commenti, riposto il brano in questione e vi riporto anche la traduzione fatta così su due piedi … ma spero non fatta con i piedi! 🙂

Il ricordo fantasma

 Ascolta QUI il brano

VEINTICUATRO DE AGOSTO (Homero Manz y Pedro B. Laurenz)

Veinticuatro de agosto… Ya hace un año
Ventiquattro agosto… Già è passato un anno
que no falto ni una noche del café,
che non manco mai una notte al caffè
y que salgo después con los muchachos
e che esco poi con gli amici
a bailar, a tomar y a no sé qué…
a ballare, a bere e a fare non so chè…
Un año que no toco una herramienta,
E’ un anno che non “tocco una donna”
y que hablo con la vieja cada mes,
e che parlo con la mamma ogni mese
que despierto en las horas de la siesta
che medito nelle ore del riposo
y me acuesto con el pito de las seis.
e mi addormento con il suono delle sei.
Al lado de su amor era otra vida,
Vicino al suo amore era un’altra vita
otra vida, más llena de ilusión.
altra vita più piena di illusione.
Placer de trabajar y estar cortado
Gusto di lavorare e stare lontano
del café, de la esquina, del salón.
dal caffè, dalla strada, dal salon.
Al lado de su amor era más lindo,
A fianco del suo amore ero più bello
la camisa planchada al almidón,
la camicia stirata e inamidata,
el saco cepillado en los domingos
la giacca ripulita nelle domeniche
y una rosa tapando el corazón.
e una rosa copriva il cuore.
Veinticuatro de agosto, y en un año
Ventiquattro di agosto, e in un anno
cómo cambia la existencia sin querer!
come cambia la vita senza volere!
Sin ninguna razón alcé la mano
Senza alcuna ragione alzai la mano
y después por culpable la lloré.
e dopo colpevole la piansi.
Mi vida no es la misma. Todo es triste.
La mia vita non è la stessa. Tutto è triste.
Es tan triste que no quiero ni pensar.
E’ tanto triste che non ci voglio nemmeno pensare.
Hace un año, hace un año que te fuiste,
Fa un anno, fa un anno da quando te ne andasti,
pero inútil, te recuerdo mucho más.
però inutile, ti ricordo ancora di più.

Mamma che trissssste!!!!… Però l’estate NON è finita! 🙂

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*