Guitarra y Bandoneon – Anibal Troilo y Roberto Grela

PUBBLICATO IL 10 settembre 2007

Chi sia Anibal Troilo non c’è bisogno di dirlo, almeno credo. Il Pichuco o il Gordo, come lo chiamavano, è uno dei più grandi compositori e bandoneonisti di tutti i tempi. A parte il suo carisma come bandoneonista e come compositore, occorre ricordare il suo fiuto (… in tutti i sensi …) per i grandi talenti di cui si sapeva circondare: prese sotto la sua ala, un ancora sconosciuto Astor Piazzolla, integrandolo nella sua orquestra; fece scrivere i testi dei suoi tanghi a poeti come Manzi o Cadicamo; fece cantare i suoi tanghi a grandi voci come Fiorentino o Goyeneche; non per ultimo, portò nel mondo del tango, un talento naturale come il chitarrista Roberto Grela.

Roberto Grela non è stato forse il più grande chitarrista del tango: molti gli rimproveravano di suonare “a orecchio”, di non avere gli studi alle spalle, di suonare con il plettro. Comunque il sentimento che sapeva far nascere dalle corde della sua chitarra era per tutti innegabile.

Grela, prima di lavorare con Troilo aveva già accompagnato molti cantanti di tango con la sua chitarra. Soprattutto negli anni 20-30, non era raro avere il duo cantante-chitarra: basti pensare a C. Gardel!

Troilo ebbe il merito di inserire Grela nel mondo del tango, quello del bandoneon: il Pichuco suonò anche con altri chitarristi, ma quello che riuscirono a regalarci i nostri due, resterà un sentimento, una complicità, un chè di spirituale veramente commovente.
Qui sotto in una rara ripresa della televisione Argentina dove il duo ci propone una vibrante Mi noche triste.

Nel loro repertorio troviamo tanti bellissimi tanghi. QUI una raccolta di una decina di registrazioni da non perdere. Vi consiglio la milonga La Trampera: dolcissima!

Anche oggi, nell’epoca delle formazioni ridotte (gli organizzatori del tango devono fare i conti con fondi un pò scarsini), qualche musicista valido ripropone il duo Troilo-Grela, con chitarra e bandoneon.
Anche in Italia ad esempio abbiamo due ragazzi molto bravi: il duo El Esquinazo. In realtà sono un quartetto, ma spesso li troviamo per milonghe in una formazione “accorciata”. Il bandoneon è suonato da Antonio Ippolito e la chitarra dall’argentino Adriàn Fioramonti. Il loro repertorio spazia dal tango tradizionale della Guardia Vieja al tango canciòn di Gardel e alla Guardia Nueva, per arrivare fino al Nuevo Tango di Astor Piazzolla. Sono veramente gustosi da ascoltare e da ballare!

Il duo El Esquinazo

Per chi vuole maggiori informazioni sull’attività del duo, dove ascoltarli, dove ballare con la loro musica, dove scoprirne di più, può scrivere ad Antonio Ippolito cliccando QUI.

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*