I Tanghi che mi piacciono: Que te Importa que te Llore

PUBBLICATO IL 4 ottobre 2007

Que te importa que te llore
Letra: Osmar Maderna
Musica: Miguel Calò

llorar.jpg

Dejame mentir que volveras
Lascia che io menta a me stesso che tornerai
que volveras con el ayer
che tornerai con il passato
con el ayer de nuestro sueño
con il passato del nostro sogno
dejame esperarte nada mas
lascia che io ti aspetti niente più
ya que comprendo que esperar
ora che comprendo che aspettare
es un pedazo de recuerdo
è una parte di ricordo
se que este dolor es el dolor de comprender
so che questo dolore è il dolore di capire
que no puede ser esa esperanza que me ahoga
che non può essere questa speranza che mi soffoca
dejame llorar siempre llorar
lasciami piangere, piangere per sempre
y recordarte y esperar a comprender
e ricordarti e sperare di comprendere
que no vendras
che non verrai

Que te importa que te llore
Che ti importa che piango per te
que te importa que me mienta
che ti importa che mi menta
si han quedado rotos mis castillos del ayer
se sono infranti i miei castelli del passato
dejame hacer un Dios con sus pedazos
lasciami fare una cosa grande con i suoi pezzi*
que te importa lo que sufro
che ti importa di ciò che soffro
que te importa lo que lloro
che ti importa di ciò che piango
si no puede ser aquel ayer de la ilusion
se non può essere quel passato di illusione
dejame así llorando nuestro amor.
lasciami così piangendo il nostro amor.

Mucho te espere sin comprender
Molto ti ho atteso senza comprendere
sin comprender porque razon
senza comprendere per quale ragione
te has alejado y no volviste
ti sei allontanata e non sei tornata
mucho te espere fatal dolor
molto ti ho aspettato fatale dolore
de consumir la soledad
da consumare la solitudine
en el calor de lo que fuiste
nel calore di quello che sei stata
debes indicarme que camino continuar
devi indicarmi quale cammino proseguire
ya que es imposible que se junten
ora che è impossibile che si uniscano
nuestras vidas, dejame llorar, siempre llorar
le nostre vite, lasciami piangere, piangere per sempre
no ves que ya ni se hablar
non vedi che ormai non si parla
ni que mentir ni que esperar
ne’ si  mente ne’ si spera

Que te importa que te llore
Che ti importa che piango per te
que te importa que me mienta
che ti importa che mi menta
si han quedado rotos mis castillos del ayer
se sono infranti i castelli del passato
dejame hacer un Dios con sus pedazos
fammi fare una cosa grande con i suoi pezzi*
que te importa lo que sufro
che ti importa di ciò che soffro
que te importa lo que lloro
che ti importa di ciò che che piango
si no puede ser aquel ayer de la ilusion
se non può realizzarsi quel passato di illusione
dejame así llorando nuestro amor.
lasciami così piangendo il nostro amor.

*lett: lasciami fare un Dio con i suoi pezzi

Sentiamoci la versione di Miguél Calò e Raùl Beròn, Qui, di Francisco Lomuto e Fernando Diaz, Qui.

ARTICOLI CORRELATI #

4 commenti

  1. Dori ha detto:

    Mooolto bello!!

  2. dctango dctango ha detto:

    Grazie Dori. Vedi che ci “capisciamo” ?

  3. aurorabeli ha detto:

    Concordo con Dori.. è tanta, tanta roba!

  4. rossellina ha detto:

    anche io adoro questo tango…
    sono nuova qui…ma ne ho tre preferiti x il momento…vi comunico gli altri due…
    bailemos

    No llores, alma mía, la gente está mirando,

    non piangere, anima mia. la gente sta guardando

    bailemos este tango, el tango del adiós.

    balliamo questo tango…il tango dell addio

    Así, entre mis brazos, mirándote a los ojos,

    cosi tra le mie braccia guardandoti negli occhi

    yo quiero despedirme sin llanto ni dolor.

    io voglio (salutarti)darti l’addio senza pianto nè dolore

    La vida caprichosa nos puso frente a frente,

    la vita capricciosa ci ha messo faccia a faccia

    prendiendo en nuestro pecho la hoguera de un querer,

    accendendo nel nostro petto la fiamma di un amore

    mas hoy la misma vida nos manda separarnos;

    ma oggi la stessa vita ci manda a separare

    el sueño de querernos, ya ves, no puede ser.

    il sogno di amarci, già vedi, non può essere

    Bailemos

    balliamo

    como antes, cariñito,

    come prima, tesorino

    abrazados, bien juntitos,

    abbracciati, bene insieme

    sólo un alma entre los dos.

    solo un’anima in due

    Bailemos,

    balliamo

    que no vea en tus pupilas

    che io non possa vedere nelle tue pupille

    ni una lágrima furtiva

    nè una lacrima furtiva

    ni una sombra ni un dolor.

    nè un’ombra nè un dolore

    Bailemos,

    balliamo

    que después, ya sin tus ojos,

    che dopo , già senza i tuoi occhi

    he de arrancar tu sollozo

    io dovrò strappare un singhiozzo

    por tu amor y por mi amor.

    per il tuo amore…e per il mio amore….

    Siempre estarás en mi desvelo,

    sempre starai nelle mie insonnie

    como una estrella en el cielo

    come una stella nel cielo

    prendida en mi corazón.

    accesa nel mio cuore

    No intentes rebelarte, lo nuestro es imposible;

    non provare a ribellarti… il nostro(amore) è impossibile

    un sueño irrealizable que nunca floreció.

    un sogno irrealizzabile

    ¡Qué importa que nos una un mismo sentimiento

    che importa che ci unisce uno stesso sentimento

    y encienda en nuestras almas la antorcha del amor…!

    e accenda nelle nostre anime la fiaccola dell amore

    Que tengas mucha suerte, que Dios no te abandone,

    ti auguro molta fortuna que Dio non ti abbandoni

    yo sé que a mí me espera la eterna soledad,

    io so che a me aspetta l’eterna solitudine

    no tiembles en mis brazos, te ruego me perdones,

    non tremare nelle mie braccia… ti prego che mi perdoni

    el tango ya termina , salgamos a llorar…

    il tango ya è finito… usciamo a piangere….

    so è che è straziante… ma è meravigliosamente straziante….

    l’altra che adoro è

    Yo no se porque te quiero
    (1934)
    Letra: Ivo Pelay
    Música: Francisco Canaro

    Cómo sin quererme yo te quiero
    y te adoro si no me amas
    y tus besos sólo espero?
    Cómo puedo amarte ardientemente
    si en tus ojos, al mirarme,
    veo hielo solamente?

    como senza amarmi io ti amo
    e ti adoro senza che mi ami
    e i tuoi baci solo aspetto
    come posso amarti ardentemente
    se nei tuoi occhi, al guardarmi
    vedo ghiaccio solamente…

    Cómo tus desprecios y desvíos
    digo que son locos desvaríos?

    come il tuo desprezzo e disdegno
    dico che sono pazzi vaneggiamenti

    Cómo puede ser
    que no quieras ver
    de tu corazón
    ausente la ilusión?

    come può essere che non voglio vedere del tuo cuore assente l’illusione

    Cómo puede ser
    que te quiera así,
    cuando bien sé que
    no estás en mí?

    come può essere che ti voglio cosi tanto quando bene so che non stai in me (che non mi vuoi)

    Yo no sé,
    yo no sé por qué te quiero,
    yo no sé,
    yo no sé por qué te adoro
    viendo que,
    que tus ojos siempre fríos
    no se miran en los míos…
    Yo no sé
    por qué te amo y te idolaro así
    Yo no sé por qué, no sé…

    Cómo creo todas tus mentiras
    si al besarte no me besas
    y al mirarte no me miras?

    come credo tutte le tue bugie
    se al baciarti non mi baci
    e al guardarti non mi guardi

    Cómo si en tus ojos veo y leo
    que no estás enamorada
    me lo dices y lo creo?

    come se nei tuoi occhi vedo e leggo
    che non stai innamorata
    me lo dici e lo credo

    Cómo vivo atado a tu falsía
    si tu boca alejas de la mía?

    come vivo dipendente dalla tua falsità
    se la tua bocca si allontana dalla mia

    Cómo, si yo sé
    que jamás podré
    alcanzar tu amor,
    bendigo tu favor?

    come se io so che giammai potrei raggiungere il tuo amore
    benedico un tuo favore

    Cómo te amo así,
    si tengo noción
    que contigo estoy por compasión?

    come ti amo cosi
    se non ho nozioni
    que conte sto x compassione….

    ve la traduco???
    anche questa??
    vabbè sono nuova e paziente…
    quindi traduco… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*