Che ci fa Tullio De Piscopo con Piazzolla?

PUBBLICATO IL 10 ottobre 2007

Chi non ha mai ballato Andamento lento, il tormentone dell’estate 88 di Tullio De Piscopo, alzi la mano!
Io non posso: mi sono consumata le scarpe in discoteca. Allora avevo gusti poco raffinati! Ma ho sempre avuto un debole per la batteria! (Chi vuole rifare un tuffo nel passato la può ascoltare QUI.)

Ma che l’artista napoletano fosse sprecato per il genere commericale, lo avevo già capito. E l’ho perdonato perchè bisogna mangiare! Poi un giorno, leggendo la copertina di un CD di Piazzolla, me lo sono visto citato fra i musicisti.

Negli anni ’70 Astor Piazzolla si trovava spesso in Italia (abbiamo visto il filmato con Mina nel 1972 negli studi di Teatro 10) e registrò a Milano alcuni album veramente indimenticabili. Nel 1974 l’album Summit (Reunion Cumbre) , con il saxofonista Gerry Mulligan (pare che Piazzolla non ricordasse con entusiasmo questa esperienza). Fra gli artisti che hanno realizzato l’album troviamo anche Angel ‘Pocho’ Gatti alle tastiere, Giuseppe Prestipino al basso e, alle percussioni, il nostro Tullio de Piscopo.

Effettivamente è più un lavoro jazzistico che non tanguero, ma è difficile prescindere Piazzolla dal tango. Comunque per me è un bell’album. In esso figurano otto brani di cui sette composti da Piazzolla (Hace 20 Años, Cierra tus ojos y escucha, Años de soledad, Deus Xango, 20 años despues, Reminiscence, Summit) e uno di Mulligan (Aire de Buenos Aires). Probabilmente per il fatto di essere stato registrato in Italia (come anche l’album Libertango sempre con la collaborazione di De Piscopo) è facile trovarlo in commercio anche da noi.

Come ascolto vi propongo QUI Aire de Buenos Aires di Mulligan e QUI Años de soledad di Piazzolla, tratti dal suddetto album, dove si sente bene il ruolo di Tullio. Buon ascolto!

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

8 commenti

  1. daikil ha detto:

    Mammamia che LP straordinario!!! Beh, in effetti De Piscopo di lavori di qualità ne ha fatti moltissimi, la stragrande maggioranza… solo che non sono conosciuti 🙁 Poi qui c’è Gerry Mulligan che magari non avrà avuto un carattere spettacolare, ma era un genio autentico. Però la domanda mi sorge spontanea: perchè di solito pezzi così alle serate non se ne sentono? Il primo pezzo in effetti è un po’ complicato, ma il secondo è ballabilissimo e meraviglioso. OK, è contaminato col jazz ma non mi sembra che la contaminazione con l’elettronica sia invece bandita, e poi qui la qualità musicale è altissima… Che ne pensate?

  2. Stefano ha detto:

    D’accordissimo con te Daikil!
    Años de soledad è stupenda e dovrebbero avere più spazio nelle milonghe brani così!!

  3. Chiara Chiara ha detto:

    Ciao ragazzi.
    Perchè non si mette?
    Io a fine serata la metto, quando sperimento nuovi suoni. Invece dell’elettronico spesso azzardo Piazzolla, Garello, e compagnia bella. Spesso faccio dei tagli e dei remix, anche perchè non mi piacciono brani che durano 6 minuti! Però è ancora roba da nottambuli… in continuo aumento!
    Un abbraccio
    Chiara

  4. Daniele Daniele ha detto:

    Ciao a tutte/i,
    prima di “vedere” il tango, e quindi poi rimanerci folgorato, ho ascoltato molta musica, che da sempre accompagna la mia vita, e prima di “tentare” di ballare il tango, già conoscevo la sonorità di questo genere musicale proprio per le numerosissime “collaborazioni” di A.Piazzolla, con numerosi jazzisti di tutto il mondo.

    buoni tanghi

  5. dctango dctango ha detto:

    Gary Burton ??? Al di Meola ???

  6. Daniele Daniele ha detto:

    Caro Dctango,
    a causa della mia vecchitudine non ricordo i nomi e gli album ma sono certo che sono parecchie le collaborazioni, mi par di ricordare che erano ancora i vecchi LP in venile dell’etichetta ECM, ma non ci metterei la manina sul fuocherello..

    buoni tanghi

  7. dctango dctango ha detto:

    Al di Meola è quello della schitarratissima libertango e non solo…cuanto me gusta aquel libertango ? PEr rimanere in tema di plagio dell’argentinità… 😀

  8. lucy ha detto:

    voto per cerra tus ojos y escucha che trovo da brivido e ritengo ballabilissima. fine serata trasognata.
    lucy

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*