Cortìna Musicàl: Quien Diria que un Gringo (Salsa)

PUBBLICATO IL 15 ottobre 2007

Quien Dirìa que un Gringo
David Benus

1996
Salsa

adios.jpg

Soy un americano. Yo era un gringo
Sono un americano. Ero un gringo
hasta que me invitaron unos buenos músicos latinos
fino a quando mi invitarono alcuni buoni musicisti latini
a tocar así con ellos en un conjunto musical
a suonare con loro in un complesso musicale
Pues yo entré y ahí me quedé y ahora, sí,
Così entrai e li restai e adesso, si,
para latino me cambié
mi sono trasformato in un latino
Y esta es la historia mía. ¡Escucha!
E questa è la mia storia, ascolta!

Yo era un americano
Ero un americano
como todos los que se encuentran
come tutti quelli che si incontrano
Pensaba como gringo que todos los latinos eran iguales
Pensavo come un gringo che tutti i latini erano uguali
Boricua, sudamericanos, cubanos, dominicanos
Portoricani, sud americani, cubani, domenicani
Para mí los latinos eran semejantes
Per me i latini erano simili
pero muy sensuales
ma molto sensuali

Hasta que me invitaron unos buenos músicos latinos
Fino a quando mi invitarono alcuni buoni musicisti latini
a tocar así con ellos en un conjunto musical
a suonare con loro in un complesso musicale
Pues yo entré y allí me quedé
Così entrai e lì restai
Y ahora, sí, para latino me cambié, así
E adesso, si, mi sono trasformato in latino, così

Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Quien diría que un gringo canta la salsa
Chi avrebbe detto che un gringo canta la salsa
Yo sí, me encanta la salsa
Io si, mi incanta la salsa
¡Claro que sí! ¡Sí, canto la salsa!
Chiaro che si! Si, canto la salsa!

Ahora soy una parte de esta cultura,
Adesso sono parte di questa cultura
que es tan rica, con su alma, su corazón
che è tanto ricca, con la sua anima, il suo cuore
y la vida que nunca, nunca se la quita
e la vita che mai, mai se la porta via
No puedo terminar esta canción
Non posso terminare questa canzone
sin mencionar las chicas,
senza menzionare le ragazze,
las latinas maravillosas,
le latine meravigliose,
son sabrosas y exquisitas
sono gustose e squisite
Y ahora estoy feliz
E adesso sono felice
que me invitaron los latinos
che mi invitarono i latini
a tocar así con ellos en un conjunto musical
a suonare con loro in un complesso musicale
Pues yo entré y aquí me quedé
Così entrai e qui restai
y ahora, sí, para latino me cambié
e adesso si, mi sono trasformato in latino

Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Yo sí, la canto
Io si, la canto
Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Soy el gringo
Sono il gringo
Salsa, yo sí, canta la salsa
Salsa, io, canta la salsa
Me encanta, me encanta la salsa
Mi incanta, mi incanta la salsa
Salsa, yo sí, canta la salsa
Salsa, io si, canta la salsa
¡Dale! ¡Dónde caí!
Dagli! Dove sono caduto!
Elegguá
Elegguá

¡Oye! Esos hispanos tienen un swing de madre
Ascolta! Questi ispanici hanno uno swing eccezionale
y yo me quiero meter en esa onda
e io voglio mettermi in quest’onda
¿Tú sabes? ¡Así es que me gusta!
Sai? È così che mi piace!
¡Así es que me gusta! ¡Swing!
È così che mi piace! Swing!
Salsa, erótica, romántica, fuerte
Salsa, erotica, romantica, forte
Salsa, son montuno y la pachanga
Salsa, son montuno e la pachanga
Salsa, guaracha y la charanga
Salsa, guaracha e la charanga
Salsa, es la salsa que me encanta
Salsa, è la salsa che mi incanta
Salsa, salsa, salsa, swing
Salsa, salsa, salsa, swing
Elegguà
Elegguá

Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Yo sí, les digo
Io si, ve lo dico

 Quien diría que un gringo cantara salsa
Chi avrebbe detto che un gringo cantasse salsa
Yo sí, soy el gringo
Io si, sono il gringo
Yo sí, canto la salsa
Salsa, yo sí, canta la salsa
Salsa, io si, canta la salsa
Salsa, yo sí, canta la salsa
Salsa, io si, canta la salsa
Yo soy el gringo que canta la salsa
Io sono il gringo che canta la salsa

Elegguà
Elegguá

iPa’ arriba, pa’ abajo!
In alto, in basso!

Per ascoltarla clikka Qui

ARTICOLI CORRELATI #

26 commenti

  1. dctango dctango ha detto:

    Yo era un salsero como todo los que se encuentran….
    Quien diria que un salsero cantarà un tango ???

  2. dctango dctango ha detto:

    Ricordo per gli addetti ai lavori che trattasi di “cortine” per interrompere l’incessante posting su argomenti di tango e che normalmente in una serata non tutti mettono. Io una salsetta per spezzare il ritmo di una serata la metterei, ma evidentemente altri no. De gustibus.

  3. lucy ha detto:

    la salsetta ci va: te lo dice una che dopo due pezzi va in para: però la salsetta mette in pista principianti di tango imbranati che, se anche salsèri, si muovono divinamente a quel ritmo e questo riproporziona pregi e difetti infondendo un po’ di coraggio.

  4. dctango dctango ha detto:

    “A mi me gusta asì !!!” 😀

  5. daikil ha detto:

    Se posso dire la mia (da salsero fuggito dalle serate latine), una delle cose che più apprezzo nel mondo del tango è la qualità della musica nelle serate, nelle quali viene dato un enorme spazio al tango degli anni d’oro, soprattutto per la qualità delle orchestre. La salsa che si ascolta nelle serate latine a Torino e non solo non è salsa… la salsa finisce alla metà degli anni 80, non perchè dopo non ci siano bravissimi musicisti, ma semplicemente perchè dopo quel periodo lo scarso interesse verso il mondo della salsa non permette più di avere orchestre come allora (a parte rarissime eccezioni). Se mi dovete mettere una salsa ok, ma per favore scegliete qualcosa di qualitativamente adeguato ai tangos, un po’ di salsa classica, di cha cha, di latin jazz… se potete 🙂 Grazie

  6. dctango dctango ha detto:

    Faremo del nostro meglio…:D
    Cmq questo era un pezzo che “ai miei tempi” tirava eccome e, se mi permetti, è annoverato tra i grandi successi salseri.
    Poi c’è anche da dire che il popolo tanguero non è quasi mai avvezzo ai ritmi latini e un brano orecchiabile come questo per me può andare bene…
    Poi, per le orecchie esperte, ne possiamo parlare: ti proporrei “Los Van Van” che a me piacevano molto.

  7. Chiara Chiara ha detto:

    Confesso la mia completa ignoranza. A me sembrano tutte uguali! …. ‘na lagna!
    😉
    😀
    😉

  8. dctango dctango ha detto:

    In effetti io sono della generazione di Cogele el gusto, Que hay de malo, temba tumba timba, Como una Reyna, No vale la pena etc etc.. 😀

  9. dctango dctango ha detto:

    Se solo mi permettessi di fartela ballare, la salsa, ti farei girare come una trottolina, CHiara…

  10. Chiara Chiara ha detto:

    Perchè con il tango non mi puoi far girare quanto vuoi???
    🙂

  11. dctango dctango ha detto:

    Anche…ma ad un ritmo diverso…

  12. daikil ha detto:

    Beh, Chiara, non proprio tutte uguali, questa è diversa 😉 Ruben Blades – Pedro Navaja

  13. dctango dctango ha detto:

    Quando vado a casa me la ascolto anch’io. Se hai suggerimenti sono ben accetti 😀

  14. Chiara Chiara ha detto:

    Per Daikil.
    Vero! questa mi piace (non tutta una sera però).
    Le percussioni hanno un senso e i fiati hanno un’anima! “Molto calda”
    (carine le citazioni bernstiane… vedi che l’ho ascoltata fino alla fine…ed è raro!)
    🙂
    Ora la domanda sorge spontanea: ma questa la ballano quelli che vanno nei salsodromi?
    Cioè è musica per intenditori raffinati o è quello che si balla?

    Grazie!!!
    Chiara

  15. dctango dctango ha detto:

    Io purtroppo non ti posso aiutare da questa postazione non la posso ascoltare…

  16. daikil ha detto:

    Mannaggia… beccato 🙂 è musica per pochi appassionati, purtroppo, e non capisco il perchè visto che è bellissima da ballare, per questo sono fuggito… ma visto che il resto della musica delle serate tanguere è di qualità… ad esempio io da appassionato di musica apprezzo molto le cortine di jazz e da appassionato di musica latina anche un bel bolero non sarebbe male, tipo La Lupe – La Tirana … vabbeh, ancora non mi conoscete ma vi assicuro che rompo 🙂

  17. dctango dctango ha detto:

    Rompi rompi che a noi cci fa piacere 😀
    Della serie “c’è sempre da imparare”:….

  18. Chiara Chiara ha detto:

    Grazie Daikil. Bello anche questo bolero. Anche a me piace variare le cortine, a seconda del “pubblico”.
    Se ci sono molti argentini metto musica del loro paese (folkore, classici, ecc). Se ci sono molti “ex figli dei fiori” vado con gli anni 70 (giganti, equipe 84, …). Mi piace variare. Ultimamente mi piace il Fox: ho trovato dei fox di Gardel che sono una gioia, ma non cantati da lui 😉
    😀

  19. dctango dctango ha detto:

    Vi dirò il mio segreto: io utilizzo pezzi anni 30-40-50 del tipo Voglio vivere così, Vivere!; Papaveri e papere, Tulipan, Creola etc etc etc

  20. Dori ha detto:

    Chiara por favor..facci sentire i fox di Gardel!
    Ciao

  21. Chiara Chiara ha detto:

    Nel post Tango: Parole d’amore ne trovi uno cantato proprio da lui!
    😉

  22. cafecaribe ha detto:

    Purtroppo il mondo della salsa è dai più sconosciuto. E dire che ha sfornato dei capolavori! Ruben Blades, Willie Colon, Hector Lavoe, Tito Puente, Ray Barretto, Cheo Feliciano…..solo per citarne alcuni.
    La voce del Caribe è indiscutibilmente Ruben: ecco una delle sue canzoni più belle, Plastico

    Ascoltate soprattutto il testo…. 😉

  23. dctango dctango ha detto:

    Come no, qualcosa conosco anch’io… di Willie colòn per esempio ricordo demasiado corazon e tras la tormenta. Lungi da me ricordarmele tutte. Diciamo che mi sono rimaste impresse le salse più orecchiabili e commerciali, quelle che ascoltavo in discoteca in un periodo comunque breve che va dal 1998 al 2001.

  24. dctango dctango ha detto:

    Dimenticavo la mia salsetta preferita di quando ero principiante: Talento de Television (Colon-Blades). 😀

  25. Chiara Chiara ha detto:

    Questa “Plastico” non mi è piaciuta come quella del 12! Parlo della musica.
    Comunque grazie.
    Però mi pare che quelle che passano nei salsodromi siano un pò diverse.
    Un saluto
    Chiara

  26. cafecaribe ha detto:

    Il mondo della salsa è completamente diverso da quello el tango: mentre in quest’ultimo il dj fa una ricerca musicale, cerca di proporre musica bella, fa attenzione alla musica delle origini nella salsa più c’è commerciale meglio è. Purtroppo….
    In diverse regioni italiane però alcune discoteche iniziano a proporre musica con la “m” maiuscola, fatta con gli strumenti e non con il campionatore….fatta con il cuore…
    E in alcune regione la cosa sta avendo un certo successo. Speriamo! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*