Cortina Musicàl: Chacarera del Rancho (Chacarera)

PUBBLICATO IL 6 novembre 2007

La Chacarera è il ballo folkloristico argentino maggiormente conosciuto e diffuso, probabilmente l’unico, insieme a Tango, Milonga e Vals Criollo ad averne varcato i confini. E’ un ballo di coppia particolarmente divertente, elegante e garbato; non è azzardato considerarlo di assoluto completamento alle altre discipline solitamente ballate nelle nostre milongas…non a caso anche dalle nostre parti non è ormai raro imbattersi in una milonga in cui il musicalizador propone una cortina di chacarera. Si pensa che la Chacarera sia nata nella città di Santiago dell’Estero, non è nota la sua vera origine, è sicuramente nominata nelle cronache rurali di quelle zone già agli inizi del 1800 e la si incontra nelle campagne di Buenos Aires già nel 1850; è “imparentata” con altre danze tipiche quali il Gato, l’Escondido, il Marote, il Palito, l’ Ecuador e altre danze regionali la cui origine si è ormai persa nella storia di quei luoghi; di tutte queste danze la Chacarera è l’unica che partendo dalla provincia è arrivata fino alle città con la conseguente diffusione pressoché nazionale, questo probabilmente anche grazie alla sua forma musicale vivace (allegro vivo) e molto gradevole all’ascolto. Scritta quasi esclusivamente in tonalità minore, la melodia della chacarera spesso è costituita da scale che si rincorrono ed intrecciano; la forma classica è composta da quattro frasi nelle quali si alternano regolarmente ,ogni 6 o 8 tempi musicali, parti cantate e parti strumentali; ad ogni cambio di frase corrisponde un movimento dei ballerini che eseguono delle coreografie predefinite. Interessante e curiosa la forma ritmica costituita da terzine, la melodia scandisce e sostiene con il fraseggio un tempo di 6/8 mentre basso e/o grancassa marcano un tempo di 3/4. La chacarera si balla disponendosi frontalmente rispetto al partner, scandendo il tempo con le mani e giocando ad “intrecciare” il nostro cammino con quello del compagno…la coreografia classica segue questo schema: Posición inicial : En los extremos de la mediana del cuadro imaginario

Introducción : Seis su ocho compases (hasta la voz preventiva) Voz preventiva : Adentro
1º Figura : Avance y retroceso 4 compases
2º Figura : Giro 4 Compases
3º Figura : Vuelta entera 6 u 8 compases
4º Figura : Zapateo y zarandeo 8 compases
5º Figura : Vuelta entera 6 u 8 compases
6º Figura : Zapateo y Zarandeo 8 compases Voz preventiva : Aura
7º Figura : Media vuelta 4 compases
8º Figura : Giro y coronación 4 compases

(dal Sito Barriodetango/Eduardo y Silvana)

“Non c’è niente di più allegro ed elegante di una bella Chacarera: non vedo l’ora di impararla !”

Questa che segue è la mia chacarera preferita, nella versione live dei Los Nocheros:

CHACARERA DEL RANCHO

Cuando chacareras comienzo a cantar,
¿cuál ha de ser…? ¿cuál ha de ser?
La chacarera del rancho, señor,
¡claro que sí! ¡claro si, pues!
Dentro de mi rancho, colgao a un horcón
tengo un violín, tengo un violín…
es de algarrobo, también de mistol,
hecho por mí, hecho por mí.
Algo medio chico es mi rancho,
tal vez, para los dos… para los dos,
ya me estoy haciendo cerquita el Salao,
uno mejor, uno mejor.
Estribillo Cuando chacareras comienzo a cantar,
¿cuál ha de ser…? ¿cuál ha de ser?
La chacarera del rancho, señor,
¡claro que sí! ¡claro si, pues!
Io li hecho al rancho un alero especial,
para bailar, para cantar,
para darme el gusto y allí vidalear de navidad al carnaval…
Un hornito i’ barro, mortero y fogón,
tengo además…tengo además
a mi negra chura que sabe matear,
para que más…para que más…
Si alguna huahuita pudiera tener,
uy que feliz…uy que feliz…
pero como dicen que “Dios proveerá”
ya ha de venir…ya a de venir…

Ha già trattato la Zamba y Chacarera Aurora: Qui

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*