I Tanghi che mi piacciono: Cuartito Azul

PUBBLICATO IL 20 dicembre 2007

Cuartito azul
Tango
1939
Música: Mariano Mores
Letra: Mario Battistella

dsc01394.jpg

Cuartito azul, dulce morada de mi vida,
Stanzetta blu, dolce riparo della vita,
fiel testigo de mi tierna juventud,
testimone della mia gioventù,
llegó la hora de la triste despedida,
è giunta l’ora della triste dipartita,
ya lo ves, todo en el mundo es inquietud.
lo vedi ormai, tutto nel mondo è insicurezza.
Ya no soy más aquel muchacho oscuro;
Io non sono più quel ragazzo opaco,
todo un señor desde esta tarde soy.
questa sera sono un vero signore.
Sin embargo, cuartito, te lo juro,
Eppure, stanzetta, te lo giuro,
nunca estuve tan triste como hoy.
non sono mai stato triste come oggi.

Cuartito azul
Stanzetta blu
de mi primera pasión,
della mia prima passione,
vos guardarás todo mi corazón.
tu conserverai tutto il mio cuore.
Si alguna vez
Se una volta
volviera la que amé
tornasse colei che ho amato
vos le dirás
tu le dirai
que nunca la olvidé.
che non l’ho mai dimenticata.
Cuartito azul,
Stanzetta blu,
hoy te canto mi adiós.
oggi ti canto il mio addio.
Ya no abriré
Non aprirò più
tu puerta y tu balcón.
la tua porta ed il tuo balcone.

Aquí viví toda mi ardiente fantasia
Qui ho vissuto la mia ardente fantasia
y al amor con alegria le canté;
e all’amore ho cantato con fantasia;
aquí fue donde sollozó la amada mía
qui ha singhiozzato la mia amata
recitándome los versos de Chénier.
recitandomi i versi di Chénier.
Quizá tendré para enorgullecerme
Anche se un giorno meritassi
gloria y honor como nadie alcanzó,
gloria e onori come nessun altro,
pero nada podrá ya parecerme
ma nulla potrà sembrarmi
tan lindo y tan sincero como vos.
così bello e sincero come te.

Le versioni di Francisco Canaro con Francisco Amor, Qui; Osvaldo Fresedo e Ricardo Ruiz, Qui; Argentino Ledesma con Osvaldo Requena, Qui.

ARTICOLI CORRELATI #

1 commento

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Ciao Dc
    ti farà piacere sapere che Susana Millan, l’autrice degli acquerelli che abbiamo postato qualche giorno fa, mi ha scritto per complimentarsi del blog e mi ha raccontato un aneddoto su questo tango.
    Dice che la stanzetta azzurra, Mariano Mores, l’autore, l’aveva per davvero. Infatti aveva dovuto dipingere le pareti usando un prodotto a buon mercato che si usava come lava biancheria, non avendo i soldi per comprare la pittura per farlo. E l’effetto ottenuto fu quello di una stanza con le pareti azzurre. Che avesse usato Coccolino? 😀
    Qualcosa nella testa mi dice che potrebbe esser stato un prodotto a base di azulene, ma chissà…. è tanto che non gioco al piccolo chimico! 😆
    Susana dice ancora, che oggi Mores è milionario, ha quasi novant’anni e lavora sempre con la musica…insomma gli ha pure portato bene!
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*