Questa mi mancava: il tango brasileiro!

PUBBLICATO IL 4 gennaio 2008

Chi sia Ernesto Nazareth forse lo sanno in pochi. Di sicuro fino a qualche giorno fa, io non lo conoscevo. Poi un amico mi ha regalato un Cd con un suo pezzo, forse uno fra i più famosi, Cavaquinho (QUI), e mi sono incuriosita: l’ho cercato e mi si è aperto un mondo! Quello del tango brasileiro di fine ottocento e primi novecento! Tutt’altra cosa rispetto al tango rioplatense, ma a sentire bene … forse qualcosa si ritrova. In certi momenti mi pare di vedere Rodolfo Valentino che lo balla! 🙂

Ernesto Júlio de Nazareth nacque a Rio de Janeiro nel 1863 da una modesta famiglia che però amava la musica. La madre era infatti un’ottima pianista e lo iniziò allo studio dello strumento. Poi passò agli studi più seri in conservatorio, sempre restando però con un “orecchio” rivolto alla musica popolare e tradizionale (valsa, samba, choro…). Se volete conoscere di più questo poliedrico artista, QUI trovate un’accurata biografia in italiano.

Cercando cercando ho trovato dunque che Nazareth, compose fra gli altri brani, anche numerosi tanghi brasiliani, molti dei quali sono stati raccolti nel disco Tango Brasileiro. Fra questi il famoso Odeon (QUI il tango dedicato al locale dove suonò per molti anni, nella versione per solo piano come era stata creata), Brejeiro o Escorregando (Dc non fare battutacce…leggi bene! 😉 ). Se siete curosi di sentire la musicalità di questo tango, QUI potete ascoltare degli assaggini del disco.

Ecco! Ne ho imparata un’altra!
Sperando di aver fatto cosa gradita anche a voi.
Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

1 commento

  1. doribaby doribaby ha detto:

    Muy bonito!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*