Il tango è assertivo?

PUBBLICATO IL 25 febbraio 2008

Un tanghero qualche tempo fa mi spiegava la sua opinione…. alla ballerina si deve imporre il comando… la marca…. con un’atteggiamento tipo “devi fare così !” e se lei va da un’altra parte, portarla praticamente a forza nella figura che avevi intenzione di farle fare….

Il mio insegnante, quasi a ogni lezione, ci ripete le tre qualità che deve avere un buon ballerino, decisione, chiarezza, pazienza, in particolare la pazienza necessaria ad ascoltare la donna se ha compreso l’invito che abbiamo fatto (se siamo stati abbastanza decisi e chiari).
Assecondare un movimento nato da una piccola incomprensione nella guida mi pare del tutto naturale, anzi spesso proprio cosi nascono figure e passi alternativi.
Ho pensato che questo tizio avesse un punto di vista non in armonia con lo spirito del tango, che fosse qualche pregiudizio non ancora sfatato tipo che il tango è macio che l’uomo invita (comanda) e la donna segue (ubbedisce) e cavolate del genere …

Ragionandoci un pò sopra mi è venuta in mente la parola assertività, applicandola al tango si potrebbe dire che se usi le braccia non sei assertivo, mentre se avvolgi lo sei.
In altre parole se cerchi si spostarla spingendo con gli avambracci la vuoi gestire, come dire “parli solo tu” , se invece l’avvolgi nel movimento rotatorio e l’accompagni nella figura proposta ponendo attenzione a come lei ti segue ecco che c’è il “dialogo“…..

abbraccio

Quindi avrei liquidato tutta la faccenda con un “caro tizio balli da tanto ma hai le idee ancora confuse “…… ma un’amica mi ha confidato che preferisce di gran lunga i ballerini che hanno una guida decisa, anche al limite della violenza, piuttosto che una guida leggera magari precisa ma poco energica …allora forse non ho capito io qualcosa…

Come dice un’amico che non conosce la geografia ma ha girato il mondo, “quando non sai chiedi”, e allora chiedo:

Tu ballerina di faiblog che ne pensi ?
Meglio un ballerino deciso e “delicato” o deciso ed “energico”?
Perche mi pare chiaro che se non è deciso, se non sa esattamente dove portarti, finisce o che fate pause a raffica o che guidi tu…

Mandi
Alberto

ARTICOLI CORRELATI #

70 commenti

  1. lucy ha detto:

    mi pare che manchi un ingrediente essenziale in questo discorso: che la ballerina, decisione o delicatezza dell’abbraccio, si muove col peso dell’uomo. io sono infastidita da un uomo che non completa il movimento per cui non capisci dov’è il suo peso, più che da uno che non si impone con decisione a livello braccia. anche perchè il sinistro dell’uomo per me non deve “esistere” se non raramente, e il destro mi deve accompagnare, ma non opprimere. certi hanno un braccio molliccio e quello…proprio no, meglio tosto.

  2. dctango dctango ha detto:

    Anche alla Lucy piace tosto !!! 😆

  3. dctango dctango ha detto:

    Io sono piuttosto deciso e stringo subito la mujer. Poi sarà lei ha divincolarsi dai miei tentacoli, ma di slito non lo fanno perchè alla maggior parte delle donne l’abbraccio deciso piace. Al massimo se non hanno “goduto” la volta successiva mi dicono di “no”.
    Riguardo alla marca…deve essere chiara e questo requisito credo sia dovuto al giusto utilizzo dei pesi. Ma non è vero che se il ballerino è bravo fa ballare chiunque: alcune che all’inizio non hanno metabolizzato l’utilizzo dei pesi sono praticamente ingovernabili.

  4. Franco ha detto:

    ..a me hanno insegnato che l’abbraccio deve “contenere” e non costringere..
    nel senso che se la stritolo 🙂 rischio di farle perdere il suo asse..
    ..avvolgere la ballerina, guidare decisi, invitarla nella figura e/o rotazione solo con il movimento del busto..

    Ciao,
    Franco

  5. dctango dctango ha detto:

    Certo Franco. Mica le spiaccico 🙂

  6. Franco ha detto:

    Ne sono sicuro.. 🙂
    Però se scrivi “Stringo”, passa una falsa informazione.. 😉

  7. dctango dctango ha detto:

    Giusto. Diciamo che porto il loro petto al mio se cce stanno sennò si balla paerto.

  8. Franco ha detto:

    A proposito dell’abbraccio, stretto o aperto.. ho colto il suggerimento da uno stage l’anno passato, e ora lascio che sia la ballerina ad abbracciarmi, io offro solo l’invito, e lei si accomoda nell’abbraccio che preferisce, in genere sempre chiuso se è un pò che balla, ma se è una principiante..non si sà mai.. si evitano così quelle situazioni imbarazzanti, in cui noi ometti tendiamo a chiudere l’abbraccio e le donnine ad aprirlo.. 🙂

  9. dctango dctango ha detto:

    A proposito di avvolgere io tendo sempre a contornare la schiena della mujer mettendo la mano quasi sotto l’ascella destra (che spussa !!!)

  10. dctango dctango ha detto:

    Tanto se vogliono stare aperte trovano subito il modo di fartelo capire….

  11. Franco ha detto:

    Anche io.. però come dicevo, attendo un attimo prima di chiudere l’abbraccio, lascio che lei si accomodi.. e poi chiudo !!

  12. dctango dctango ha detto:

    Ne parlavo ieri in macchina con Alessandro Berta di tangodipendneti, in visita qui a Piacenza, lui fa come te. Io sono più rude… 😆

  13. dctango dctango ha detto:

    A molte donne piace essere sbatacchiate 😀

  14. Franco ha detto:

    ..Potremmo fare un parallelo.. con altro.. 😆 c’è a chi piace rude e a chi piace dolce.. ci può stare anche l’uno e l’altro a seconda delle situazioni.. 😉

  15. dctango dctango ha detto:

    😆 birichino !!! 😆

  16. Franco ha detto:

    ..del resto il tango è un ballo sensuale.. 🙂

  17. dctango dctango ha detto:

    Infatti, è passionale !!! 😀
    L’ha già detto qualcuno ??? 😆

  18. Franco ha detto:

    ..dici..? 😆

  19. dctango dctango ha detto:

    Proprio ieri lo diceva un aprincipiante in milonga. Ed io le ho detto: ma va ! Dici ?

  20. Franco ha detto:

    Stiamo andando off topic, tornando all’abbraccio.. se la stringi la donna istintivamente inarca la schiena verso l’esterno e perde il suo asse, quando cammina all’indietro, in questa postura, cade sul passo anzichè scivolare.. ecco il perchè della precisazione iniziale..

  21. dctango dctango ha detto:

    Ma di solito non stringo fino a quel punto. Certe, poche per fortuna, invece per evitare il contatto con la guancia o con la fronte, per via del sudore, si tirano indietro lo stesso.

  22. Franco ha detto:

    La sua camminata perde in eleganza.. e poi lei non sta comoda..

  23. dctango dctango ha detto:

    A me piace una postura leggermente apilada….

  24. Franco ha detto:

    Eh.. il sudore della fronte.. bel problema.. 🙂
    Io ogni volta faccio fuori un pacco di fazzolettini.. 🙂

  25. Franco ha detto:

    Si dovrebbe ballare con la fascetta da tennista.. sai che brutti..!! 😆

  26. dctango dctango ha detto:

    Ieri una mi ha detto che non ero abbastanza sudato e che dovevamo ballare….
    Dopo una tanda di milonga, alla seconda di tango mi ha mollato sull’ultimo brano eprchè le stavo rovinando il trucco 😆
    Meglio abbandonare la nave prima che affondi…di sudore…

  27. Franco ha detto:

    😆

  28. Chiara Chiara ha detto:

    Il tango è assertivo?
    Si!
    😆

  29. dctango dctango ha detto:

    Nche senz

  30. Chiara Chiara ha detto:

    La tentazione di rispondere solo con un si, alla domanda è stata troppo forte!

    Mi piace il ballerino deciso, con cui il ballo fluisce morbido. Nè troppo stretto, nè troppo largo. Ti appoggi e mantieni la stessa distanza o lo stesso contatto per tutti il tempo.

    Comunque cerco sempre di non anticipare, nè di riempire le pause che tanto faticosamente si è conquistato. Poi se mi devo sfogare a guidare io, lo faccio quando ballo dall’altra parte! 😉

  31. dctango dctango ha detto:

    Soffi sul collo ?

  32. Franco ha detto:

    Bella questa.. 😆

  33. motogio ha detto:

    se alla base c’è la comunicazione, ci saranno tante modalità di comportamento quanto sono gli incontri.
    Dipenderà da chi propone, da chi segue, dall’ambiente, dalle intenzioni, dalla volontà e dalla vitalità o energia del momento.
    Se si ha la fortuna di avere una tanguera sensibile, le si farà il regalo di una guida piumosa e sofisticata, in segno di riconoscenza e rispetto.
    Se la tanguera “non ci sente” e “va da sola”, il mio galateo mi suggerisce di provare delle garbate correzioni. Se queste correzioni non funzionano… pazienza.
    La percentuale (e per fortuna) delle principianti è maggiore rispetto alle esperte.
    Ma se mancano i fondamentali della marca-seguidora, la milonga può essere l’ambiente dove acquisirli, attraverso la sensibilità, l’educazione e la pazienza.

    Chiara “balla dall’altra parte” quando fa l’uomo (molto ambito dalle tanguere)!

  34. Franco ha detto:

    ..ho un’amica, con cui ogni tanto ballo, che quando nel ballo inserisco qualcosa di più impegnativo, comincia a soffiare come un fondista.. 😆

  35. Franco ha detto:

    Per questo rido della tua battuta Nick..

  36. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    SONO D’ACCORDO CON GIO’:
    Giò ha scritto: “Se si ha la fortuna di avere una tanguera sensibile, le si farà il regalo di una guida piumosa e sofisticata, in segno di riconoscenza e rispetto.
    Se la tanguera “non ci sente” e “va da sola”, il mio galateo mi suggerisce di provare delle garbate correzioni…

    aggiungo: qualche volta ho sperimentato che le “correzini” possono anche essere “vigorose”, se la donna è abituata a non farsi guidare: talvolta il vigore, unito al senso del ritmo, fa il miracolo…

  37. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    DONNE CHE SOFFIANO SUL COLLO: ne conosco due, e sono entrambe molto brave. Credo di aver capito che soffiano quando gli si chiede qualcosa di imprevisto di non solito.
    Però forse è meglio che lo spieghino loro…

  38. Franco ha detto:

    No.. infatti.. ma la battuta di Niky mi ha fatto tornare alla mente la cosa.. non era intesa come critica

  39. Franco ha detto:

    ..Lui probabilmente la intendeva in tutt’altro senso.. 🙂

  40. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    sicuramente!
    comunque, Franco, a parte la battuta di Niky, ho colto l’osservazione sulle mujer che soffiano, perché avevo notato anch’io questa cosa, e in realtà non ho il coraggio di chiederlo alle interessate…

  41. Niky ha detto:

    Soffiano o sbuffano ?

  42. Franco ha detto:

    ..Mah.. a me è capitato sempre e solo con la stessa. Lo percepisco per via dell’abbraccio chiuso, anche se con le altre non mi capita, e lo intendo come un piccolo affanno dovuto all’azione del momento..

  43. Franco ha detto:

    ..che sia un problema di fiato (..inteso come forma fisica.. 🙂 )?
    La concentrazione per il momento più intenso del ballo..? Boh

  44. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Secondo me non è un problema di forma fisica…
    (e neanche di noia, Niky!!!)

    per me, o si tratta di paura di perdere il ritmo a fronte di passaggi “imprevisti” o di “emozione”, ma questa seconda, quando ballano con me, la escluderei (per falsa modestia, ovviamente!)

  45. Franco ha detto:

    Non è uno sbuffo di noia.. e di questo sono più che sicuro.. 😀
    e.. stiamo divagando.

    Com’era il titolo..? “Il tango è assertivo?”

    SI, senza dubbio !

  46. Franco ha detto:

    Ogni tanto mi rileggo il titolo del post, per non dimenticare l’argomento, e noto che alla fine c’era una domanda rivolta alle tanguere che, a parte Chiara, latitano..

  47. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    ASSERTIVITÀ: capacità di esprimere in modo chiaro ed efficace le proprie emozioni

    si, sono d’accordo, il tango È assertivo! (e sennò, di che cosa stiamo parlando?)

  48. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    La moglie di un mio amico rifiuta sempre di ballare con me…
    io credo sia per colpa della “eccessiva assertività di questo ballo 😉

  49. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Franco, non farai anche tu parte di quelli che sperano di riuscire a capire le donne???

    Le donne vanno prese così come vengono, e con una buona dose di assertività…

  50. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    ogni donna di questo blog potrebbe darti centinaia di risposte diverse alla stessa domanda:

    se ne astengono per modestia! 🙂 🙂 😆

  51. Franco ha detto:

    Facciamo come la “particella di sodio” della pubblicità..
    ..DONNNEEEEEE…..C’E’ NESSUUUNAAAAA..!!!!

  52. Franco ha detto:

    ..basta cazzeggiare.. che devo lavorare.. 😀

  53. doribaby doribaby ha detto:

    🙂
    Ma non è che per caso vi siete beccati tutti quanti ballerine con l’asma??????

  54. doribaby doribaby ha detto:

    Io riprendo la prima delle risposte, quella di Lucy. Amo un’abbracco avvolgente, ma non credo sia determinante quanto il peso e il petto…lì devo cogliere decisione!!!Il messaggio deve assolutamente essere chiaro.
    Poi , le braccia…boh! io ho visto Tète Rusconi ballare senza neppure toccare con le braccia la sua ballerina e questa capiva tutte le marcaciones, oh se le capiva!!!!!
    😉
    Baci..assertivi
    Dori

  55. Franco ha detto:

    ..ma infatti.. per come la sò anch’io.. le braccia non vanno usate per marcare..
    Noi a lezione abbiamo fatto esercizi ballando in coppia con le braccia dietro alla schiena per perfezionare la guida con il busto.. e si riusciva a guidare praticamente tutto.. o quasi 😉

  56. maniacus ha detto:

    Qualcuno ha mai provato a stare dall’altra parte? Nel senso di fare la donna?

  57. Franco ha detto:

    Si.. perchè..?

  58. Alessandro Alessandro ha detto:

    Eccomi finalmente di nuovo online (carino l’hotel con una presa di rete in camera 8)) avrei potuto soffrire di crisi di astinenza da internet diversamente… per le crisi di astinenza da tango non c’e’ problema ^___^

    Arrivo dopo una lunga discussione… ma come posso non intervenire?!

    La maggior parte delle donne che conosco preferisce la marca decisa… dolce ma decisa… se devono scegliere tra “molla” e “rude” tanto per estremizzare, preferiscono la marca “rude” basta che non vengano strapazzate troppo…

    Per il discorso abbraccio il mio maestro dice che l’uomo si “posiziona” e la donna sceglie l’abbraccio… e come si discuteva con Niky ieri… e’ un grande piacere quando ci si riesce a guadagnare l’abbraccio chiuso partendo da un abbraccio salon oppure aperto…
    A volte c’e’ un po’ di diffidenza… o forse timidezza… per cui si mantengono le distanze… e… (al contrario del buon Niky) io tendo a rispettare la distanza… e, nonostante preferisca ballare milonguero, faccio un tango aperto… e dopo un po’ vedo se si sta procedendo nella direzione giusta… l’abbraccio si chiude da solo… ma senza forzare… secondo me si infastidisce la ballerina e si mette a disagio forzando un abbraccio chiuso e costringendola ad allontanarsi… meglio aspettare… ed invitarla… oltre che in un passo dopo l’altro… anche all’abbraccio che preferiamo… condivido il pensiero del mio maestro… il tipo di abbraccio e’ una scelta della ballerina…

    X Dori… Le braccia non vanno usate… naturalmente! La ballerina deve pero’ sapere che la sua “missione” e’ la frontalità e non deve mai perderla… Purtroppo talvolta i principianti usano le braccia per disperazione… nel senso che non riescono a marcare il passo e cosi’ si aiutano con le braccia… e le ballerine si abituano ad essere manovrate come camion e diventano meno sensibili… insomma un circolo vizioso. COLPA dei maestri che dovrebbero correggere questi errori di base dall’inizio… ma ben pochi sono quelli che lo fanno… (pochi ma ci sono… per fortuna… magari bisogna cercarli bene… ma si trovano!!!)

    La risposta “secca” al topic e’ comunque “si” anche se a rispondere dovrebbero essere… effettvamente…. le donne!

  59. Alessandro Alessandro ha detto:

    X Maniacus…

    Si… anche io ho provato a fare “la donna” e devo ammettere che e’ piacevole chiudere gli occhi e farsi portare…

    A parte questo penso che TUTTI dovrebbero provare… spesso si fa tra uomini (ovviamente con abbraccio aperto… 😉 per capire bene anche l’altro ruolo… e’ davvero molto utile… riesci a capire cosa succede quando tu fai questo… o quello… e si dovrebbe riuscire ad affinare la tecnica… anche perche’ in “ambiente di prova” puoi fare tutti i test che vuoi… ed avere un feedback immediato… (cosa che in milonga NON SI FA e che spesso mette male fare anche ai corsi) l’ideale sarebbe essere due amici e provare…

    Mi sembra quasl la “scena di un film” 😉

    …. dopotutto una volta il tango si imparava cosi’… o sbaglio?

  60. Franco ha detto:

    lezioni di tango, quando salas, veron e (?)non ricordo, provano varie combinazioni.. 😀

  61. Franco ha detto:

    Si Alessandro, l’ideale sarebbe provare con un’amico.. ma chiudere gli occhi.. questo no ! 😆

  62. Niky ha detto:

    al massimo potete darvi un bacetto sulla guancia alla fine della tanda, ma fatevi la barba prima…

  63. Franco ha detto:

    BRRRRRRRR….

  64. Alberto Alberto ha detto:

    Hei ragazzi ho fatto un pò tardi oggi, ma vedo che voi vi siete impegnati…
    Che dire, certo le braccia non vanno usate per marcare ma è la prima cosa che si fa da principianti, se poi hai fatto liscio ci vuole un pò per smettere…
    Ogni incontro è una cosa a se e l’energia nella guida và dosata in base alla sensibilità della ballerina e alla musica e anche per questo ci vuole un pò per capire quanto e quando…
    Ho visto Tete che balla con le braccia distese,anche Gavito gioca così, io non l’ ho mai fatto in milonga mi pare una roba da gasato…o veramente bravo….
    Vi dico che mi piace fare la parte della donna chiudere gli occhi e seguire…. ogni tanto le invidio queste ballerine… a ballare con un uomo non ci trovo niente di male, nessuna implicazione sentimentale tanto meno passionale, invertendo il ruolo si capiscono molte cose sia se è principiante sia se esperto….
    Mi piacerebbe leggere più opinioni femminili, ad esempio avete mai rifiutato di ballare con uno perche è stato troppo energico nella guida e vi siete sentite sbatacchiate di quà e di là …?

  65. deborah deborah ha detto:

    Che risate ragazzi! 🙂
    Volevate il parere delle donne?
    Questo è il mio personalissimo e modesto punto di vista.
    Se essere assertivi significa saper comunicare senza troppe paure, esprimere con autorevolezza (e mai autorità) il proprio punto di vista senza sopraffare quello degli altri, raggiungere i propri obiettivi senza essere aggressivi, rispettando i desideri e gli obiettivi di chi abbiamo davanti, ascoltare in maniera attiva (sono sempre più rare le persone che sanno ascoltare, che non fanno solo finta), assumersi le proprie responsabilità, nonché possedere quel coraggio e quella decisione che derivano da una buona stima di sé….. beh allora il Tango è assertivo.

  66. lucy ha detto:

    salas veron y naveira.

    era una domanda per le femminucce e io ho risposto subito. siete voi, i soliti maschietti, che vi fate le domande e vi date le risposte. e che risposte! emmenomale che le donne sono chiacchierone! siete andati cento volte OT. 😀

  67. lucy ha detto:

    dalla risposta di deborah io traggo questa conclusione: che il tango è assertivo se si riesce ad essere assertivi.lo è potenzialmente, ma nei fatti… molto tango nella direzione uomo-donna non solo non è assertivo, ma è un dialogo tra sordi, o la comunicazione di un cavernicolo ad una venusiana. altro che assertività. ma che asserisci? non vedi che me stai a pestà li piedi?

  68. motogio ha detto:

    provate a ballare la milonga fronte a fronte e scoprirete il massimo dell’assertività, se va bene, o dell’asservività se va male.
    Comunque è una emozione e esperienza che consiglio, perché sviluppa doti telepatiche

    🙂

  69. Alberto Alberto ha detto:

    Grazie a Deborah e Lucy… il tango riflette la nostra personalità, e il proprio modo di ballare, una volta acquisita una certa disinvoltura nei passi, riflette il nostro carattere.
    Se una persona è “assertiva” avrà un dialogo tanghero più vero e completo, invece un’individuo pieno di sè arrogante e superficiale avrà nel ballo delle “difficoltà”…
    Girando la frittata si potrebbe dire che il tango è anche terapeutico perche ci aiuta a guardare certi lati del nostro carattere da un’altro punto di vista, quello del nostro/a partner, sempre se uno ha voglia di mettersi in discussione e ascoltare l’altro/a.
    Per quel che mi riguarda ho visto, guardandomi attraverso gli occhi delle ballerine un carattere un pò diverso da quello che credevo.

    …. ma quanto è bbello il tango!

  70. Alessandro Alessandro ha detto:

    Franco Dice:
    Febbraio 25, 2008 a 6:00 pm

    Si Alessandro, l’ideale sarebbe provare con un’amico.. ma chiudere gli occhi.. questo no ! 😆

    8) ehehe… di certo c’e’ da mantenere le distanze… questo e’ poco ma sicuro…

    A parte questo… chiudere gli occhi ti isola dall’esterno e puoi concentrarti sui particolari… ed utilizzarli per migliorarti… non ci vedo niente di male….

    lucy Dice:
    emmenomale che le donne sono chiacchierone! siete andati cento volte OT. 😀

    Ahimè devo dare ragione alla sempre pungente Lucy… siamo andati offtopic… e poi chi l’ha detto che solo le donne sono chiacchierone? quando si parla di tango non ci ferma piu’ nessuno…. 8))

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*