Tango inesorabile

PUBBLICATO IL 26 luglio 2007

Ho comprato questo libro perchè ho sempre adorato Susy Blady , tap model di successo, simpatica guida di “Turisti per caso” e di “Velisti per caso“. Ho comprato questo libro perchè l’ho vista nella trasmissione “Ballando con le stelle” e ballava un tango più decente e più tangoso degli altri concorrenti. Ho comprato questo libro perchè quando vedo scritto “tango” su una copertina non capisco più niente; vedo, compro, leggo!

Susy Blady - Tango inesorabile - Ed. Einaudi

Dirò subito che non è un libro sul tango: è un libro che usa il tango come cornice narrativa del racconto. E’ la storia di una donna di successo, esponente della generazione che “ha fatto tutte le rivoluzioni”. Un’amica la trascina nel mondo del tango e lei  si “innamora” di un tanghero (si può intendere in entrambi i modi!); per questa passione mette a rischio le certezze della sua vita. 

A fatica ho riconosciuto gli ambienti del tango descritti nel romanzo, ma forse … per esigenze letterarie … servivano luoghi e persone un pò sui generis. Per il resto è più un cammino introspettivo nella vita di una cinquantenne in crisi. Lavoro, amore, marito, figlia, amiche, strizzacervelli, amante … Può interessare?

Vi riporto una “descrizione” del tango che viene fatta nei primi capitoli dalla protagonista della storia: Germana

Il tango secondo Germana

Il Tango ripristina un rapporto preistorico tra uomo e donna, dove lei consegna nelle mani di lui il potere così faticosamente conquistato altrove, nella speranza di ottenere un pò di eros. <<Una cosa talmente vecchia che è quasi una novità>>, pensa Germana. Purtroppo i tangueri italiani approfittano di questa disponibilità solo per fare i narcisi. Gli argentini invece pure, ma a modo loro sono più filosofi.
-Guarda come vanno le cose nel mondo, guarda come vanno le cose a casa mia, in Argentina, e capisci lo spirito di un ballo fatto di abbracci disperati, – le dice un tanguero argentino.
<<Accidenti che sfiga!>> pensa Germana. <<Ma come mai è anche così bello?>>
 Intuisce con nuova consapevolezza che non si possono avere sconti nella sofferenza che inevitabilmente ti porta la vita. Com’è che non le era mai venuto in mente?
Però adesso qualcuno la potrebbe anche invitare, eh!
-Balli?
Meno male, il tanguero argentino si è deciso!

E questa è la descrizione della tanguera, sempre secondo Germana.

La tanguera secondo Germana

Una si veste come non si vestirebbe mai, arriva nel locale dove tra fumo e candele si distinguono i ballerini che ballano e quelli che scambiano convenevoli appoggiati alle pareti o seduti ai tavoli.
Si siede anche lei e aspetta.
Perchè la tanguera aspetta tranquilla che qualcuno la venga ad invitare. Magari fuma. La tanguera fuma, ascolta la musica e fondamentalmente dovrebbe far finta di niente.
Dovrebbe esprimere una tranquilla consapevolezza della sua femminilità. Già, averla!

“Susy Blady – Tango inesorabile (una quasicinquantenne alle prese con la passione amorosa) – Ed Einaudi”

Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

1 commento

  1. laura ha detto:

    … “una si veste come non si vestirebbe mai”… si è proprio così. un analisi da psicanalista! Perfetto!!! è tutto vero te lo confermo io che ho cominciato a 59 anni e ora a 65 sono ancora … in ballo!!! Che pazzia, che pazzia la vita, ma meglio questa follia del tango che … altro!!”Loca yo” … come dice un tango .. balada para un loco…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*