Libera il Tango che c’è dentro di te: Libertango !

PUBBLICATO IL 13 settembre 2007

Ancora oggi guardo queste immagini con intensa commozione: gli occhi mi si inumidiscono e mi viene un groppo alla gola…..è il tango che fa questo effetto ed io ce l’ho dentro !!! Il problema è tirarlo fuori….:o)

“The Tango Lessons”

Il noto brano di Astor Piazzolla Libertango è stato ripreso un po’ in tutte le salse da numerose orchestre.

Il noto concertista Massimiliano Pitocco, racconta (da fonte certa: la vedova Piazzolla) che la composizione nacque per sostenere la libertà dell’Argentina; mentre il musicologo Paolo Picchio mi ha parlato della strana avventura italiana di questo brano. L’editore Pagani, che allora era anche musicista del gruppo italiano di Piazzolla, chiese al maestro di comporre un brano sotto ai 3 minuti per passaggi radiofonici (il tango non veniva programmato nei circuiti classici, ma neanche in quelli di musica leggera per i “tempi” non proprio radiofonici), fatto che Piazzolla aveva sempre rifiutato. Nei giorni successivi, però, il compositore argentino portò (o meglio… tirò sul tavolo) una breve composizioni all’editore, si trattava di Libertango.

 

Di seguito alcune intrpretazioni del noto brano:

 

Yo-Yo Ma con Nestor Marconi – Libertango

 

 

Trio Garufa – Libertango

 

 

“Nuevo Tango” o “Tango Nuevo” ? :o)

 

 

Versione elettronica

Grace Jones – Libertango

 

…el tango está abierto a infinitas posibilidades…

 

 

 

“El tango es una danza que desde sus comienzos no deja de evolucionar. Este baile, al igual que otras disciplinas, es liberación. El tango, la disciplina que me ocupa, es liberación de cuerpo y mente. Liberación del cuerpo por sus infinitas posibilidades dinámicas y de la mente por que su raíz está en la improvisación y la improvisación es jugar y el juego descansa la mente”.

(Ignacio González)

 

ARTICOLI CORRELATI #

9 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Ciao Dc
    dici: “è il tango che fa questo effetto ed io ce l’ho dentro !!! Il problema è tirarlo fuori…
    Checchè ne dicano i detrattori dello studio del tango, Gonzalez incluso, per tirarlo fuori bisogna studiare! E molto!
    Non si può sperare nell’improvvisazione. Affinché il corpo possa tirar fuori le sue infinite possibilità dinamiche, deve essere educato dall’esercizio. Nessuno si sognerebbe di fare il contorsionista senza una adeguata preparazione, però la macchina corpo-mente ci permette di farlo.

    Che Libertango sia un inno di libertà, c’è da crederlo, lo si capisce anche leggendo le parole del suo bellissimo testo, un misto di recitato e di cantato.

    Libertango (1974) Horacio Ferrer – Astor Piazzolla

    Recitado:
    Mi libertad me ama y todo el ser le entrego.
    Mi libertad es tranca a la cárcel de mis huesos.
    Mi libertad se ofende si soy feliz con miedo.
    Mi libertad desnuda me hace el amor perfecto.
    Mi libertad me insiste con lo que no me atrevo.
    Mi libertad me quiere con lo que llevo puesto.
    Mi libertad me absuelve si alguna vez la pierdo
    por cosas de la vida que a comprender no acierto.
    Mi libertad no cuenta los años que yo tengo,
    pastora inclaudicable de mis eternos sueños.
    Mi libertad me deja y soy un pobre espectro.
    Mi libertad me llama y en trajes de alas vuelvo.
    Mi libertad comprende que yo me sienta preso
    de los errores míos, sin arrepentimiento.
    Mi libertad quisiera en el astro sin asueto
    y el átomo recluso.
    Ser libre!Que misterio!
    En su vientre mi madre me decía:
    Ser libre no se compra ni es dádiva o favor.
    Yo vivo del hermoso secreto de esta orgía.
    Si polvo fui y al polvo iría
    soy polvo de alegría
    y en leche de alma
    premio mi libertad y mi olor.

    CANTO
    De niño la adoré, deseandola crecí,
    Mi libertad: mujer de tiempo y luz
    la quiero hasta el dolor y hasta la soledad.

    RECITADO
    Mi libertad me sueña con mis amados muertos.
    Mi libertad adora a los que en vida quiero.
    Mi libertad me dice de cuando en vez por dentro,
    que somos tan felices como deseamos serlo.
    Mi libertad conoce al que mató y al cuervo
    que ahoga y atormenta la libertad del bueno.
    Mi libertad se infarta de hipócritas y necios.
    Mi libertad trasnocha con santos y bohemios.
    Mi libertad es tango
    de par en par abierto,
    y es luz y cueca y lloro,
    canción y romancero
    Mi libertad es tango
    juglar de pueblo en pueblo
    y es murga y sinfonía
    y es coro en blanco y negro
    Mi libertad es tango
    que baila en diezmil puertos
    y es rock milonga y salmo
    Es épera y flamenco

    CANTO
    De niño la adoré, deseandola crecí,
    Mi libertad: mujer de tiempo y luz
    la quiero hasta el dolor y hasta la soledad.

    Adoro la versione che hai messo di Yo-To-Ma, ma aggiungerei anche che il bandoeonista non sfigura affatto. Perciò potresti chiamarla la versione Yo-To-Ma con Nestror Marconi!

    Un abbraccio
    e grazie come sempre
    Chiara

  2. dctango dctango ha detto:

    Che fai anticipi il post successivo ??? :o)
    La conosco la versione di Ferrer, volevo postarla insieme alla spiegazioen musicale del steso nel prossimo post. Ma allora dillo che lo fai apposta !!! :o)))) Smack !!!
    Comunque quando parla di impriovvisazione si riferisce all’atteggiamento che bisogna aver dopo lo studio non al fatto di andare in pista a digiuno di lezioni !!! Penco che solo un maestro pazzo direbbe una cosa del genere ai suoi alunni…
    Riguardo allo studio purtroppo è vero, ci vogliono anni e noi lo sappiamo bene, vero Chiara ???
    Niky

  3. Chiara Chiara ha detto:

    Mi scusi Dc!
    Ma comunque che problema c’è! Hai così tante cose da raccontarci!
    E poi la traduzione fa sempre comodo!
    Un abbraccio
    Chiara

  4. dctango dctango ha detto:

    Infatti stavo per dirtelo che l’avrei tradotta….comunque.
    Un abbraccio
    Niky

  5. TangoLoca ha detto:

    Come vi capisco…. un pomeriggio grigio di pochi giorni fa,morale a terra,giornataccia al lavoro.Riposino prima della Milonga,accendo la tv e Lezioni di Tango è iniziato da 20 minuti. E più ancora di altre volte quando Pablo Veron spalanca il portone ed iniziano a ballare su Libertango,scoppio in lacrime! Ed il morale torna a mille.E appena finito il film, tempo 5 minuti sono pronta per la Milonga…

  6. dctango dctango ha detto:

    Affinità elettive ?

  7. carmen ha detto:

    non ho mai sentito cantare libertango. qualcuno può indicarmi qualche incisione canata? grazie grazie. carmen

  8. carmen ha detto:

    ovviamente volevo scrivere “cantanta”!

  9. Chiara Chiara ha detto:

    In questo post
    http://faitango.wordpress.com/2008/04/25/liber-tango/
    trovi il link per scaricare e ascoltare la mia versione preferita!
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*