Cortìna Musicàl: Sabòr a Mi (Bolero)

PUBBLICATO IL 20 settembre 2007

Letra de Álvaro Carrillo
Musica de Álvaro Carrillo
Bolero
1959

sapore1.jpg

Tanto tiempo disfrutamos este amor
Tanto tempo abbiamo goduto di questo amore
nuestras almas se acercaron tanto asì
le nostre anime si sono avvicinate tanto che
que yo guardo tu sabor
io conservo il tuo sapore
pero tu llevas tambien sabor a mi
però anche tu porti il mio sapore.

Si negaras mi presencia en tu vivir
Se negassi la mia presenza nellatua vita
bastaria con abrazarte y conversar
basterebbe abbracciarti e conversare
tanta vida yo te di
tanta vita io ti ho dato
que por fuerza tienes ya sabor a mi
che per forza hai il mio sapore

No pretendo ser tu dueno
Non pretendo di essere il tuo signore
no soy nada yo no tengo vanidad
non sono nessuno non ho vanità
de mi vida doy lo bueno
della mia vita dò il buono
yo tan pobre que otra cosa puedo dar
sono così povero che altro posso dare

Pasaran mas de mil anos muchos mas
Passarono più di mille anni, molto di più
yo no se si tenga amor la eternida
io non so se ha amore l’eternità
pero alla tal como aqui
però là, come qui
en la boca llevaras sabor a mi
nella bocca porterai il mio sapore.

alvaradonew.jpg

Álvaro Carrillo

“Messicani” degli “anni romantici” della decade 1955-1965. Nel 1959 Alvaro mi raccontò di una canzone che stava appena componendo….con il titolo di “Sabor a Mi“. Sabor a mi? non mi piacque il titolo gli feci sapere….perchè  “sabor a mi”, Alvaro? non potevi mettergli un altro nome più…normale? Lui mi disse sorridendo,…Pepe, per “capire” quello che significa questa canzone devi sapere che significa provare una “passione frenetica” per una donna…quello che conoscono in  Argentina… come un “metejón”… se tu non capisci le parole, non ti preoccupare…in futuro le capirai!! chiaro, se avverà che per una volta tu maturi e ti innamori…
Ora ogni qual volta me la chiedono e la canto, il ricordo di queste parole, si accresce in me…
(Raccontato da un amico del compositore)

Segnialiamo le versioni di: Luis Miguel (Qui), Josè Feliciano (Qui), El Chicano (Qui), Javier Solis (Qui), Armando Manzanero (Qui), Mariachi sol mexico & Marie (Qui).

Ascoltiamoci queste due versioni dello stesso brano…

Eydie Gorme y Los Panchos 

Los Tres Ases

ARTICOLI CORRELATI #

6 commenti

  1. Adriana ha detto:

    ma qui si scoprono un sacco di cosine interessanti.. 😉 suggerisco un’altra cortina favolosa qui: http://www.esnips.com/doc/12063f2a-842f-4563-8fe2-1ae22bc82421/Luz-Casal—Piensa-en-mi

    Ciao a tutti. Torno al trabajo… 🙂

  2. dctango dctango ha detto:

    Grazie Adri,
    cerchiamo di fare il nostro meglio.:o)

    Per Dori: è dura e lunga la strada, e irta di ostacoli. Io provo a mirare durante le milonghe ma le dame non mirano affatto. Spesso quando incrocio lo sguardo loro lo abbassano perchè non hanno capito, non perchè non hanno voglia di ballare.

    Infatti, poi, vado al tavolo e accettano di ballare con l’invito diretto !!!
    Niky

  3. Dori ha detto:

    Deliziosi, sia i brani musicali proposti da Niky che quello proposto da Adriana!
    Saranno anche usati come cortine…ma come si fa a non ballarci sopra???????Irresistibile!
    Dori

  4. dctango dctango ha detto:

    Muchas gracias Dori !!! Smackkk !!!
    Beh è una bella soddisfazione che piacciano.
    Eppoi siamo in Italia, facciamola pure la cortina ballata, perchè no ???
    Niky

  5. Adriana ha detto:

    Ehhh, infatti il problema è resistere resistere resistere.. sono troppo belli questi pezzi. Oppure si mettono insieme in una bella tanda non tango!!! heheh(e ci aggiungerei anche “Historia de un amor … ” e qualche altro).
    A questo proposito pensavo, vorrei proporre un altro post.. qual è il brano più assurdo che hai ballato come un tango? IO (faccio outing… ) HO BALLATO LA TARANTELLA COME UNA MILONGA!!! ecco, l’ho detto…

  6. dctango dctango ha detto:

    Perchè no ???
    niky

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*