Il tango nel labirinto

PUBBLICATO IL 9 novembre 2007

Nel tango Buenos Aires vos y yo di Osvaldo Avena, le parole di Héctor Negro dicono: “Ciò che ti ha riportato nuovamente a BsAs, sicuramente è che non potevi dimenticare i tuoi ricordi, nè il tuo quertiere, nè la tua gente e nemmeno quei baci che ti diedi al Parque Chas“. Anche in Tango en negro di Sacri Delfino con le parole di Alejandro Szwarcman, dedicato al poeta H. Negro, si parla del Parque Chas come luogo della memoria.

postal

Il Parque Chas è il quarantottesimo quartiere di BsAs. Fu costruito negli anni 20 dal ricco proprietario don Vicente Chas, per farci abitare gli operai. Ed ebbe la geniale idea di non seguire la rigida schematicità delle vie del resto della città. Creò un quartiere a pianta circolare, con un’architettura molto singolare, quasi di stampo medioevale, oggi divenuta patrimonio urbanistico di gran valore storico. A richiamare uno stile più Europeo che Americano, sono anche i nomi delle vie, tutti presi dalle città del vecchio continente (Mosca, Dublino, Berlino, Amburgo, Torino, Napoli,…)

Mapa del barrio Parque Chas

La sua pianta irregolare, ha fatto perdere più di un automobilista al suo interno (quando ancora non c’erano i satellitari!). E questo gli è valso l’appellativo di Labirinto di BsAs. La cosa poi ha ispirato diversi scrittori ad ambientarci le loro opere. Ad esempio T. E. Martinez lo usa da sfondo nel suo El cantor de tango; oppure Alejandro Dolina il suo Perdido en Parque Chas; ma sono veramente tanti tantiE questo labirinto ne fa un quartiere Borgiano per eccellenza.

Per avere maggiori informazioni sulle visite guidate che vi si possono fare, per vedere le case storiche, la chiesa, camminare nella Via Berlino (un cerchio perfetto), oppure per avere notizie sulla sua storia, o per vedere le foto di questo quartiere, questo è il SITO che fa per voi.

villa_josefa

Spero di aver scatenato la vostra curiosità, così magari, in visita a BsAs, fra un tango e l’altro, un “giro” da quelle parti ve lo andate a fare!

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*