Sondaggio d'Opinione: L'Esibizione in Milonga

PUBBLICATO IL 23 novembre 2007

 Quando siete in milonga, viene il momento dell’esibizione dei ballerini, tutti si assiepano intorno a loro….e voi che fate ???

tango-3-christine-kiechl-20.jpg

 1) Vi fermate a guardarli estasiati da tanta bravura;

2) E’ l’occasione buona per imparare qualcosa e “carpire” loro qualche passo;

3) “Finalmente posso andare a fumarmi una sigaretta”;

4) “La milonga è fatta per ballare, io vengo per ballare, quindi per me è una perdita di tempo”;

5) “Odio le esibizioni, vado al bar a bere qualcosa o a fare due chiacchiere con gli amici”;

6) “Ero stanco/a, meno male, ho il tempo per riposarmi. Mi rifaccio il trucco/mi asciugo il sudore”;

7) “Mi piacciono le esibizioni, ma mi fermo solo quando ne vale veramente la pena !”;

8. Se l’esibizione è troppo spinta e con acrobazie: “Circo !!!”;

9) “Certe cose è meglio vederle seduti davanti ad un palco.”

Ho messo alcune delle frasi che ho sentito dire da tangueros/as su questo argomento in tanti anni di “onorata carriera”. 😀 Sicuramente ce ne saranno delle altre, più o meno colorite;
vogliate scusarmi se non mi sono venute in mente. (Niky)

ARTICOLI CORRELATI #

65 commenti

  1. Dori ha detto:

    Generalmente vado a fumarmi una sigaretta…a meno che non “valga proprio la pena”( Raramente!!!!)

  2. Chiara Chiara ha detto:

    Ohi mama!!!
    (non ho resistito guardando la foto!)
    🙂
    😀
    🙂

  3. dctango dctango ha detto:

    Giusto: Ohi mama !!! 😉
    Ti ricorda qualcosa ? 😀

  4. deborah deborah ha detto:

    Io me le guardo tutte, ma proprio tutte. Quasi sempre ne è valsa la pena, e comunque è più forte di me, quando annunciano un’esibizione non riesco a staccare gli occhi dalla scena, mi piace persino osservare come entrano e come fanno l’inchino finale!

  5. dctango dctango ha detto:

    Grazie Deby ! 😀

  6. dctango dctango ha detto:

    Io all’inizio rimanevo letteralmente incantato. Adesso è tale e tanta la voglia di ballare che spesso non vedo l’ora che finisca l’esibizione per riprendere… a meno che non sia qualcosa di veramente speciale che mi rapisce totalmente, ma non accade così di sovente. 😉

  7. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    LA FOTO: come ho imparato qui su faiblog, la posizione della fotografia è quella che si chiama “profumo di donna”…

    LE ESIBIZIONI: io le guardo sempre volentieri, certo che dipende da come è strutturata la serata: ad esempio, se su tre ore di ballo ci metti 10 minuti di esibizione, è accettabile, idem se la serata è nel contesto di un festival o altro…

    Invece, se si tratta di una seratina intima, o un’uscita fra amici tipo “only men”, è chiaro che l’esibizione può rompere un po’!

    Comunque, in piccole dosi anche un veleno può essere utile.

  8. dctango dctango ha detto:

    Dispensatore di saggezza !!! 😀 😀 😀

  9. akmeno ha detto:

    Le guardo con piacere se non c’è una calca spietata, altrimenti vado a fumare.

  10. lulamiao ha detto:

    Io adoro vedere le esibizioni, mi incantano…. e a volte mi piace anche commentare con gli amici, se capita che la media dei tangueros presenti è migliore di chi si esibisce ;-D hahaha

  11. Chiara Chiara ha detto:

    Non mi dispiacciono le esibizioni purchè seguano due principi generali.
    Dovrebbero essere ben integrate nella serata per non spezzarne il ritmo, dunque ben organizzate.
    Dovrebbero mostrare qualcosa di “professionistico”; mi piacciono le cose preparate (ma che non sembrino tali) e mi interessano meno le semplici improvvisazioni, o i balli intimistici, insomma quelle cose che puoi, più o meno, osservare anche in una serata di una buona milonga.
    Anche per me, Deborah, conta molto la forma, l’ingresso, i costumi, il trucco, l’espressione del volto, il finale, l’inchino, l’uscita di scena…e ovviamente la tecnica nell’esecuzione delle coreorafie….. Sarà colpa di Oscar?
    Insomma se dev’essere show, che lo sia veramente!!!
    😉

  12. lucy ha detto:

    io guardo tutto, anche le esibizioni “ufficiali” che però ti cascano tra capo e collo di illustri sconosciuti. se poi sono dignitosi, bene, altrimenti provo un senso di imbarazzo e di vergogna conto terzi che è il sentimento più abominevole che conosca. meglio vergognarsi in proprio. poi ci sono le esibizioni-non esibizioni di due tipi: quelle della coppia circense che mi verrebbe voglia di tirargli il collo perchè li devi scansare se sei in pista o girarti da un’altra parte se sei al tavolo; al contrario, quelle di una coppia magari mai vista che balla benissimo e che è un piacere guardare anche se non sono nè maestri nè argentini nè niente. e questi non si esibiscono: ballano bene e basta. in ogni caso c’è sempre da imparare.

  13. dctango dctango ha detto:

    Che bella sequenza di commenti… 😀

  14. maniacus ha detto:

    LA FOTO: Panorama con vista sul golfo…. mistico

    LE ESIBIZIONI: performance circensi o equestri (vedi cavalli imbizzarriti al galoppo) o ballerine smutandate, Lasciamo Perdere

    Ritmo, Compas, Elaganzia y musicalidad siempre

  15. dctango dctango ha detto:

    ahahahah bella questa quasi alla pari di “Profumo di donna”

    ASI’ SE BAILA !!!

  16. daikil ha detto:

    In generale le esibizioni che mi sono piaciute di più sono quelle in cui si vedono cose molto “semplici” (per me è quasi tutto difficile 🙂 ) eseguite molto bene, sulla musica, con sentimento, con trasporto tra dama e cavaliere… ad esempio mi incanto davanti ad Osvaldo Y Coca, in cui la dama non si solleva un millimetro dal parquet eppure sembra volare tra le braccia del ballerino…

  17. Dori ha detto:

    Anch’io li adoro!!!Mi fa una grande tenerezza anche tutto il “rituale”: bacio etc.
    Vorrei arrivare alla loro età così!

  18. Chiara Chiara ha detto:

    Per Daikil:
    Ecco, a me quelle interessano poco, perchè penso sia più una cosa intima fra i due… e mi sento un pò “guardona”…
    Per Manicus:
    lo sai che il golfo mistico è il posto dove sta l’orchestra quando suona a teatro? E dove dici tu, di posto…non ce n’è poi tanto! Comunque meglio di Profumo di donna che trovo un tantino volgare…sarà perchè sono donna e suscettibile?
    🙂
    😀
    🙂

  19. dctango dctango ha detto:

    Profumo di donna è decisamente volgare !!! Meglio profumo di passera !!! 😀 😀 😀 😀 😀 😀

  20. dctango dctango ha detto:

    A me le acrobazie nel tango non piacciono, con tutto il rispetto per chi le fa’, perchè per arrivare a quei livelli di precisione ci vogliono anni di lavoro.
    Tuttavia anch’io prediligo un bel ballo fatto a ritmo e senza troppi fronzoli. Vorrei fare i nomi di alcuni maestri nostrani che ballano con tale leggerezza, ma mi astengo per correttezza. Magari salterà fuori in qualche video interpretato da loro….vedremo…

  21. Chiara Chiara ha detto:

    Chi ha parlato di acrobazie????
    Io parlo di bel tango escenario, veloce, lento, preciso, variato. Se ne vede poco, te ne do atto… per questo parlo di “professionisti”!
    🙂

    p.s. Dc a te le radiazioni fanno male!!!
    🙂
    😀
    🙂

  22. dctango dctango ha detto:

    No ma non mi riferivo a quello che dicevi tu…
    Parlavo in generale di cosa mi piace…

    P.S.
    Si lo so mi stimolano le ghiandole !!!

  23. Dori ha detto:

    Sudoripare???
    🙂

  24. dctango dctango ha detto:

    anche !!!
    😉

  25. maniacus ha detto:

    Mi pare che tutto sommato concordiamo su un certo modo di intendere il tango.

    Per Chiara: Certo che so cos’è il golfo mistico, ma a prescindere dallo spazio, in entrambi i casi si possono fare delle belle suonate

  26. dctango dctango ha detto:

    Avevo letto “nuotate”…nuotate ??? Ah suonate !!! 😀 😀 😀

  27. daikil ha detto:

    Si, Chiara, l’avevo capito che non ti piaceva quel tipo di esibizione. Volevo proprio dire che il tango escenario mi sembra un esercizio un po’ freddo in pista… meglio sul palco, le esibizioni da pista secondo me sono proprio d’improvvisazione. Penso per esempio a Pablo Veron che domenica scorsa qui a Torino, durante una serata, si è “esibito” in un paio di tanghi all’insegna della semplicità e della sobrietà. E questi aspetti mi colpiscono molto di più dei volteggi o delle coreografie… è sempre un’opinione 😀

  28. Chiara Chiara ha detto:

    Ciao Daikil.
    Non è che non mi piacciono, non mi interessano.
    Se è tango, vero tango, la pista non deve fermarsi per guardare; la pista è il contorno, è la cassa di risonanza per le tue emozioni.
    Se è spettacolo, deve essere spettacolo (QUI un esempio!)
    Poi si possono anche vedere le improvvisazioni di bravi ballerini; infondo anche durante la serata, a bordo pista guardi i ballerini che colpiscono la tua attenzione, ma è bello anche e soprattutto, vederli interagire con il resto dei milongueros.
    Secondo me!
    😉

  29. dctango dctango ha detto:

    Ed io che pensavo che questo argomento interessasse poco…
    Ciao Chiaretta !

  30. Chiara Chiara ha detto:

    Come poco!!!
    Se c’è gente che decide se andare o non andare in una milonga a seconda se si esibisce quello o quell’altro o solo se non ci sono esibizioni…
    😉

  31. dctango dctango ha detto:

    Davvero ? Non l’avrei mai detto !!! 😉

  32. maniacus ha detto:

    Fermarsi di tanto in tanto ad osservare gli altri può essere salutare, andare in milonga solo in funzione di chi si esibisce è triste.

    Se la vida es una milonga questi ultimi sono dei guardoni

  33. dctango dctango ha detto:

    “la vida es una milonga” e’ forse tratta dal tango “muchacho” ? O e’ un tango ?

    Si anch’io sono piu’ propenso a passare una serata tranquilla senza esibizioni e quando ci sono le vedo spesso come”tempo rubato al ballo”: sara’ che sono anch’io un “maniacus” del ballo.
    Niky

  34. dctango dctango ha detto:

    o la ultima curda ?

  35. dctango dctango ha detto:

    LA VIDA ES UNA MILONGA
    Letra de Rodolfo Sciammarella
    Musica de F. Montoni.

  36. daikil ha detto:

    Eh, ma l’esempio che hai messo, Chiara, rispecchia ciò che dicevo… infatti è sul palco, con l’orchestra dal vivo a suonare, nell’ambito di uno spettacolo da teatro. Ti faccio un altro esempio che riguarda una coppia che abbiamo visto tre settimane fa, Capussi e Flores: sul palco bellissime coreografie, grande mimica e teatralità; nell’esibizione in pista grande improvvisazione, pochissime “figure” e movimenti più posati… Che ne pensi/ate? L’esibizione per me non è per niente indispensabile, ma se c’è ed è fatta bene io sono molto felice di godermela.

  37. lucy ha detto:

    ..questi ultimi sono dei guardoni… firmato maniacus (ihihihihih!)

  38. dctango dctango ha detto:

    Bentornata Lucy,
    il tempo com’e’ lassu’ da voi, qui fa discretamente c….re

  39. Chiara Chiara ha detto:

    Esempio perfetto Daikil.
    Generalmente le milonghe con esibizione non mi interessano, mentre sono andata volentieri a quella dove c’erano loro. Veri professionisti, non due “bravi qualunque”!
    🙂

  40. lucy ha detto:

    anche qui anche qui…ottimo per accentuare l’umor nero che mi porto addosso da un mesetto circa, oltre agli acciacchi. stasera…milonga con esibizione di nuevo.

  41. dctango dctango ha detto:

    Wow !!! Quanto durera’. Spero che non porti via troppo spazio alla milonga. E senno’ che milonga e’ ? Siamo mica al cabaret, neh ???

  42. Dori ha detto:

    Lucy:
    …stasera…milonga con esibizione di nuevo…
    Per tirar “su” l’umore nero????
    Un abbraccio da “sorella di umori”
    😉

  43. Fabrizio ha detto:

    Sinceramente mi hanno stufato… soprattutto i più famosi… mi sembra che facciano a gara ad assomigliarsi…e poi non sopporto più l’improvvisazione. Mi sembra una strada molto comoda.
    Le esibizioni coreografate invece ci permettono di farci “vedere” la musica, esaltando ogni nota.

  44. Chiara Chiara ha detto:

    “vedere” la musica!
    Bella questa sinestesia!
    (professoresse ho detto bene? Le figure retoriche me le confondo sempre 🙂 )
    Anche in milonga mi piace vedere chi balla sulla musica, giocando con le variazioni dell’orchestra, del cantante e non per forza seguendo ogni battuta, senza perderne nemmeno una, come un metronomo!
    E non parlo di chi la musica non la sente, e allora, dall’inizio alla fine, non capisci cosa stia ballando 😉

  45. dctango dctango ha detto:

    Allo stesso modo potrei dire: troppo comodo fare ginnastica senza tener conto delle battute !!! 😉 Ne vedo, sai, di bravi e acrobatici in milonga che usano il tempo come optional… Certo, nonsta scritto in cielo che bisogna seguire ogni battuta, ma neanche perderne la maggior parte…
    Con Carino
    Niky

  46. motogio ha detto:

    quando balli al compas, anche se salti una battuta, la salti “in levare”
    cioé non la salti veramente, ma la fai a tempo doppio, la sospendi, ma sempre a tempo.
    Anche la pausa è a tempo, permettendo alla mujer di fare abbellimenti o piccoli ancheggiamenti di milonga.

    Per non parlare del famosissimo:

    como estas?
    tres veces
    como estas?

    lo conoscete?
    se non lo conoscete, chiedete che ve lo racconto
    abrazos

  47. Chiara Chiara ha detto:

    Dc ho espressamente escluso dal mio discorso gli uomini che muovono le gambette più o meno a caso. Ma quelli li riconosci: non stanno interpretando la variazione di un violino, nè stanno accompagnando il lamento del bandoneon. Stanno andando per i fatti loro e basta.
    Oppure (e li ho nel cuore) sono quelli che vorrebbero saguire il compas o le sue variazioni, ma devono fare i conti con l’armadio di cui si parlava in altri post!
    🙂
    😉
    🙂

  48. daikil ha detto:

    como estas?
    tres veces
    como estas?

    non lo conosco. Cos’è?

  49. motogio ha detto:

    como estas?
    tres veces
    como estas?

    spiegazione:

    quando in Milonga entrava un amico di un ballerino impegnato a ballare, questi (guai al mondo!),
    mai avrebbe potuto interrompere il ballo per salutare l’amico.
    Tra tutte le regole infrante, c’era l’ira funesta della ballerina che lo avrebbe massacrato.
    Allora è stato inventato questo artificio.
    Raccontiamolo in modo standard completo:
    Passi dell’uomo: sx-dx-sx-dx chiude (un modo come un altro per ritrovarsi a piedi uniti);
    adesso lasciare dama senza alcun comando (pur continuando l’abbraccio stretto), quindi con la sola possibilità per lei di marcare il tempo con la punta del suo piede dx o di fare dei piccolissimi adorni.
    Continuando a non fare alcuna marca, l’uomo fa dei passettini sul posto, veloci:

    —co———-mo———-e——–stas—–
    dx-av | sx-chiude | dx-dt | sx-chiude

    -tres———-ve———ces——–co—–
    dx-av | sx-chiude | dx-dt | sx-chiude

    –mo——–estas–
    dx-av | sx-chiude |

    questo era il modo delizioso di salutare gli amici senza interrompere la danza.

    E’, per altro una serie sfiziosa da mettere in tango e in milonghe.
    Deliziosa per chi la esegue e per chi guarda, perché si vede il “frullo” del ballerino,
    con la ballerina praticamente immobile.

    ancora una cosa
    era usanza di BAs di dire le cose 3 volte, tipo: “grazie, grazie, grazie”, “va bene,va bene,va bene”
    che veniva sostituito da “grazie, tre volte grazie”, ecc.
    da cui “come stai,come stai,come stai” sostituito da “come stai, tre volte come stai”

    Ah! che bello ricordare qualcosa delle vite precedenti!
    besos

  50. dctango dctango ha detto:

    Non c’ho capito un emerito c…o, comunque va bene lo stesso … 😀 😀 😀

  51. motogio ha detto:

    e ma devi conoscere un poco di zapateo e malambo, ma un pochino

    alla prossima te lo rappresento dal vivo 🙂

  52. dctango dctango ha detto:

    aaaaah c’era il trucco !!! 😀

  53. daikil ha detto:

    Caspita 😯 ma è bellissimo!!! ma è tutto vero? Io questa me la segno. Ma è una cosa scritta da qualche parte o la si tramanda a voce?

    Grazie di avere condiviso!

  54. lucy ha detto:

    chiara: a proposito di esibizioni…
    all’ amusement:
    “Venerdì 7 dicembre 2007
    il gradito ritorno dei maestri e ballerini argentini
    SEBASTIAN ACHAVAL y ROXANA SUAREZ
    Gran Gala con lezione ed esibizione
    (Sebastian Achaval, campione di Tango Salon al Campionato Mondiale 2005 di Buenos Aires)”

  55. Chiara Chiara ha detto:

    Pazienza!
    😉
    A me basta che ci sia tu!!!
    🙂
    😀
    🙂

  56. motogio ha detto:

    Daikil, tutto vero, confermato con Marchio di Garanzia.

  57. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    mannaggia, Lucy! se non ero in ferie, venivo all’amusement, e non per vedere SEBASTIAN y ROXANA, ma per vedere se riesco a individuarti… (pensavo di portare con me una patata olandese come segno di riconoscimento…)

  58. Dori ha detto:

    E ti baciano pure tre volte, a Baires!

  59. Chiara Chiara ha detto:

    Ema fai uno sforzino. Porta una patata olandese per Lucy e una per me!
    🙂

  60. dctango dctango ha detto:

    E una gallinella padovana per me !!! 😀 😀 😀

  61. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Chiara, lo sforzo lo farei, soprattutto se rischio di conoscere anche te,… ma sono a Barcellona in quei giorni.
    Ma non temete,

    son sicuro che avrò un’altra occasione
    per conoscer voi due patatone! ;o)

    olè…ho fatto la rima

    besos.

  62. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Caro Niky, mi spiace non poterti essere utile, ma le gallinelle padovane corrono come levrieri, e io ho il fiato corto ormai! quelle che possono finire in pentola sono solo buone da brodo! 😉

  63. Dori ha detto:

    Anche se sono giovani???

  64. Chiara Chiara ha detto:

    Beh! Allora se sei all’estero sei perdonato…
    😉

  65. dctango dctango ha detto:

    Ma io piglio tutto anche quelle da brodo 😀
    Eppoi comunque una gallinella padovana ce l’ho già a casa (mia moglie)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*