Omaggio a Titì

PUBBLICATO IL 8 dicembre 2007

L’ 8 dicembre del 1916 nasceva a Guaminí, in provincia di BsAs, Ernesto Ovidio Rossi, detto Titì, bandoneonista, direttore e arrangiatore. Anche lui, come molti altri colleghi, era nato in una famiglia di musicisti. Già a dieci anni, il padre gli aveva insegnato a suonare tromba e violino, ma appena più grandino capì che il bandoneon era il vero strumento della sua vita.

Seguendo il fratello cantante a BsAs, già a ventun’anni iniziò a suonare con l’orchestra di Radio Belgrano, poi con quella del “Dancing Novelty”, a Radio El Mundo e a Radio Splendid. Conobbe e suonò con i colleghi Luis Bonnat, Eduardo Rovira e Antonio Ríos e gli venne voglia di approfondire gli studi di armonia, lavorando anche in conservatorio.
Nei primi anni quaranta lavorò con Edgardo Donato poi con Francisco Rotundo e negli anni cinquanta si unì alla celebre orchestra di Héctor Varela, allora una delle più famose, anche se oggi è poco suonata in milonga.
Negli anni sessanta anche lui si fece tentare dal tango for export, e andò in tournè negli Stati Uniti, ma al termine della lunga permanenza all’estero (quasi otto anni), tornò in patria e si stabilì con Varela, come bandoneonista e arrangiatore.
Scrisse anche diversi tanghi, alcuni divenuti assai popolari: Bien bohemio, Muchachos mi último tango, Muñeca del Once, Por qué me la nombran, Siempre tu voz, e il celebre Me han prohibido quererte. Ma forse il pezzo che ebbe il maggior riconoscimento fu la milonga Azúcar, pimienta y sal, con le parole di Abel Aznar (QUI).

Questa divertente milonga è l’inno d’amore alla donna bella e un pò oca, con la bella faccia da bambola, il cuor leggero, amante della bella vita e del relax, la testa vuota, sempre per aria e piena di sogni, una donna difficile, ribelle ma angelica. Un vero mix esplosivo, dolce, salato e piccante: azucar, pimienta y sal!!!

Y aunque siempre esta en la luna,
no la cambio por ninguna,
yo la siento como el sol en la piel.
Soy feliz a mi manera y me gusta que me quiera,
así como es, azúcar, pimienta y sal!

Il giusto mix che non guasta nemmeno in una buona milonga! Che ne dite?
🙂

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*