Intervista ai San Telmo Lounge

PUBBLICATO IL 6 febbraio 2008

Continua la collaborazione con Susy che ci manda le sue interviste.
Questa volta ha sentito i San Telmo Lounge, per la prima volta in Europa con la presentazione del loro nuovo cd, ‘Electrocardiotango’, nella persona di Martín Delgado, chitarrista e leader del gruppo.

Questa è una delle domande a cui Martin ha risposto.

Susy: Vorrei farti due domande che forse sono legate tra loro e che mi interessano particolarmente.
Perché il nome ‘Electrocardiotango’, e cosa rappresenta per te e per i componenti del gruppo, per voi che siete giovani e venite comunque dal mondo del rock, del jazz, ecc, il tango, cos’è il tango per voi, le nuove generazioni della terra che lo ha prodotto?

Martín: ‘Electrocardiotango’: partiamo da questa. Fu un’idea di Pablo, il bandoneonista. Quando cominciammo a pensare a dei nomi possibili per il cd successivo, e la lista che avevamo era piuttosto lunga, egli diceva che questo titolo andava benissimo in quanto combina le parole ‘electro’, che viene dall’elettronica, ‘tango’, che descrive gran parte di ciò che noi siamo, e ‘cardio’, per la questione del cuore, del battito del cuore, perché spesso ciò che si critica al tango elettronico è la mancanza dell’elemento sanguigno, come se in realtà il tango non ci fosse. C’è anche tutta una discussione se è o non è tango. Quindi noi abbiamo pensato invece che ha una forte dose di tango, un elettrotango sanguigno, con un’alta dose di energia e di umanità. E poi, per quel che riguarda il tango e per ciò che rappresenta per noi quattro, ti dico che è una cosa diversa per ciascuno di noi.

Se volete leggere il resto dell’intervista cliccate qui
Qui invece trovate un’intervista che hanno rilasciato ad una televisione argentina.

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*