M'illumino di tango!

PUBBLICATO IL 15 febbraio 2008

Anche Nonna Papera aderisce all’iniziativa di Caterpillar, la radiotrasmissione di Rai Due che ha lanciato l’idea di una giornata di mobilitazione internazionale, oggi 15 febbraio 2008, in nome del risparmio energetico. L’iniziativa, giocando col il titolo di una poesia di Ungaretti, si chiama “M’illumino di meno“, ed è quest’anno alla quarta edizione.

I conduttori, i simpatici Cirri e Solibello chiedono a chi aderisce di spegnere le luci e tutti i dispositivi elettrici non indispensabili il 15 febbraio 2008 dalle ore 18. Non stupitevi dunque se questa sera l’arredo urbano di molte piazze sarà più buio del solito. Vuol dire che anche la vostra città, come molte d’Italia, ha aderito alla simpatica iniziativa.
Sul SITO della trasmissione trovate il decalogo del risparmio, chi ha aderito e altre notiziole!

Io non credo che la Terra abbia bisogno di questa iniziativa: energia ne abbiamo tanta, perchè la Natura è sprecona. Penso di più, che noi esseri umani abbiamo bisogno di uno stop, di una pausa di riflessione. Ogni tanto fare a meno della tecnologia che ci circonda ogni giorno, apprezzare le comodità che l’energia elettrica ci offre, pensare alla fortuna che abbiamo di scambiar chiacchiere e confrontarci con il resto del mondo dallo studio di casa nostra, beh per questo penso valga la pena fermarsi a riflettere. Quindi oggi PC spento, ma tanto ballo; … al buio, … in silenzio, … ma comunque tango!!! 🙂

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

2 commenti

  1. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Computer spenti, tranne che per chi li usa per lavoro, però…

    Chiara, hai ragione, la terra non ne ha bisogno, ma noi si…
    Abbiamo bisogno di sciupare meno risorse
    abbiamo bisogno di ricordarci che le risorse del pianeta non sono tutte nostre, che ci sono anche persone che vivono consumandone un millesimo rispetto a noi
    abbiamo bisogno di provare a noi stessi che sono poche le cose indispensabili e che il superfluo è tale

    E poi bisogna preoccuparci di non alterare l’equilibrio (sepre più precario ormai) dell’ambiente in cui viviamo.

    Quando ero bambino il moroso di mia sorella mi disse: “se tutti i cinesi usassero la carta igienica, in un anno sparirebbero tutti gli alberi”

    Oggi, se tutti i cinesi (indiani, africani… tutti gli uomini) bruciassero tanta energia pro-capite quanta ne brucia un italiano, probabilmente la terra non durerebbe un anno!

  2. emanueleemanuel emanueleemanuel ha detto:

    Ben venga “M’illumino di meno”, e magari stasera in milonga ballassimo al buio!

    musica dal vivo con strumenti acustici

    qualche candela da smoccolare ogni tanto

    tutti apiladi per proteggere la mujer

    invece della mirada, una “tastada”? una “snasada”?… 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*