I Tanghi che mi piacciono: Tristeza Marina

PUBBLICATO IL 16 marzo 2008

Tristeza Marina
Tango
1943
Musica: José Dames / Roberto Flores
Letra: Horacio Sanguinetti

mare.jpg

Tú quieres más el mar,
Tu ami di piu il mare,
me dijo con dolor
mi disse con dolore
y el cristal de su voz se quebró.
ed il cristallo della sua voce si interruppe.
Recuerdo su mirar
Ricordo il suo sguardo
con luz de anochecer
alla luce del crepuscolo
y esta frase como una obsesión:
e questa frase come una ossessione:
“Tienes que elegir entre tu mar y mi amor”.
“Devi scegliere tra il mare ed il mio amore”.
Yo le dije: “No”
Io le dissi: “No”
y ella dijo: “Adiós”.
e lei mi disse “Addio”.
Su nombre era Margó,
Il suo nome era Margò,
llevaba boina azul y
portava un basco azzurro e
en su pecho colgaba una cruz.
nel suo petto era appesa una croce.

Mar…
Mar…
Mar, hermano mío…
Mare, fretello mio…
Mar…
Mar…
En tu inmensidad
Nella tua immensità
hundo con mi barco carbonero
inondato con il mio peschereccio
mi destino prisionero
il mio destino progioniero
y mi triste soledad.
e la mia triste solitudine.
Mar…
Mar…
Yo no tengo a nadie.
Io non ho nessuno.
Mar…
Mar…
Ya ni tengo amor.
Ormai non ho piu l’amor.
Sé que cuando al puerto llegue un día
So che quando un giorno tornero al porto
esperando no estará Margó.
speranzoso non ci sara Margò.

Mi pena es tempestad
La mia pena è una tempesta
que azota el corazón
che tormenta il cuore
con el viento feroz del dolor.
con il vento feroce del dolore.
Jamás la olvidaré
Non la dimentichero mai
y siempre escucharé
e sempre ascolterò
sus palabras como una obsesión:
le sue parole come una ossessione:
“Tienes que elegir entre tu mar y mi amor”.
“Devi scegliere tra il mare ed il mio amore”.
Triste, dije: “No”
Triste, dissi “No”
y escuché su adiós…
e ascoltai il suo addio…
Su nombre era Margó,
Il suo nome era Margò
llevaba boina azul
indossava un basco azzurro
y en su pecho colgaba una cruz.
e sul suo petto era appesa una croce.

La bella versione di Carlos Di Sarli e Roberto Rufino, Qui; Francisco Canaro con Dalva de Oliveira, Qui;

ARTICOLI CORRELATI #

4 commenti

  1. dctango dctango ha detto:

    Per adesso niente accenti ne’ riferimenti musicali. Da qui sono impossibilitato ad inserire gli uni e gli altri.
    Dopo tanto tempo mi e’ venuta voglia di regalarvi una perla della discografia tanguera, Tristeza MArina esecutore Carlos Di Sarli, cantor non mi ricordo.

  2. dctango dctango ha detto:

    Cantor Roberto Rufino

  3. dctango dctango ha detto:

    Una tristezza profonda…. profonda come il mare….

  4. Simona ha detto:

    Ciao,
    non avreste, da inviarmi, una versione strumentale di questo brano? Oppure lo spartito? Ho bisogno della musica su cui far cantare dal vivo. GRAZIE fin da ora a chi mi potrà aiutare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*