Il posto ideale

PUBBLICATO IL 23 marzo 2008

No, non voglio dire cose ovvie, lo sappiamo tutti che il posto ideale per il nostro passatempo preferito è la Milonga!
Ma dentro in milonga, qual è il nostro posto ideale?
Direte che di solito i posti sono tutti occupati, ed è vero. Ma qualche sera si può arrivare presto, e scegliersi il posto!

tavolini

Potendo scegliere, voi che posto preferite?

1. vicino all’ingresso, per salutare chi entra

2. a mezza sala, per cabeceare meglio

3. vicino al musicalizador, per farci due chiacchiere (è mio amico…)

4. nel solito angolo dove si piazzano i miei amici

5. zona bar: per cogliere le opportunità di “rimorchiare”

6. uscita di sicurezza: non si sa mai…

7. in prima fila, perché si veda che ci sono anch’io!

8. distante dall’aria condizionata: lo spiffero mi blocca la schiena…

 

ARTICOLI CORRELATI #

20 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Il mio posto preferito?
    Dietro la consolle! Magari un pò rialzata…. si imparano un sacco di cose!
    🙂

    A parte gli scherzi mi piacciono tutti i posti, tanto poi giro sempre per tavoli. Son di quelle rompi che fregano il posto in continuazione: ma poi mi alzo subito … due chiacchere con uno, due parole con un altro … mi piace socializzare, raccontare e farmi raccontare … altrimenti “le genti di milonga” diventano solo visi e forse nomi, ma nulla di più … e non mi piace! 🙂 Non sarà porteno, ma tanto tanto romagnolo!
    😉

    Più nello specifico non mi piacciono i posti con spifferi o con le casse sulla testa! (Vero Deborah?) 😀

  2. doribaby doribaby ha detto:

    In ogni milonga che frequento ho il “mio” posto:a volte vicino al d.j, a volte all’ingresso, se l’ambiente è caldo vicinissima al condizionatore ( non importa se poi ho qualche doloretto in piu’!).Non mi colloco mai vicino al bar..non so perchè.

  3. emanuele emanuele ha detto:

    Una sera, alla fine della tanda, la ballerina (che era venuta da sola) mi ha chiesto se poteva sedersi vicino a me.

    Mi ha spiegato che non voleva stare in mezzo alle donne “perché porta sfortuna”… (o forse perché una mujer è più visibile in mezzo ai maschi che fra le femmine?)

  4. Alessandro Alessandro ha detto:

    Non vorrei rispondere troppo seriamente… ma la domanda e’ ricorrente… il posto influisce sugli inviti?

    Per le donne il posto migliore e’ senza dubbio in prima fila… per gli uomini poco importa…

    E’ un dato di fatto… chi sta in prima fila balla di piu’… sento discutere di questa cosa continuamente ma devo ammettere che e’ vero nonostante sembri una cavolata…

    Io stesso se non ho altri “dati” che possono influenzare la scelta… ergo… se tre mujeres sono per me assolutamente “uguali” invito per prima quella che e’ piu’ “vicina”… e poi magari invito anche le altre… ma dopo… e se anche altri ragionano allo stesso modo il gioco e’ fatto…

    Conosco un paio di amiche che arrivano presto in milonga proprio per accaparrarsi i posti migliori…

    😉

  5. emanuele emanuele ha detto:

    Alessandro, hai detto se tre mujeres sono per me assolutamente “uguali” invito per prima quella che e’ piu’ “vicina”.

    Secondo me non può mai essere così: se proprio non trovo altri motivi (conoscenza, precedenti esperienze,,,), sarà il sorriso quello che mi guida: inviterò la prima che aggancia il mio sguardo e che mi fa capire che “gradirebbe”. Due uguali non esistono!

  6. Franco ha detto:

    Non ho posti preferiti, in genere mi siedo dove ho conoscenze, il gruppo dei soliti amici.. Tanto stò poco al tavolo, è più un punto di appoggio dove lasciare le cose..

    Cmq proprio venerdì scorso discutevo con amici di un’altra scuola di un fenomeno curioso che noto in milonga qui da noi, e che fà si che la gente si raggruppi per appartenenza alle varie scuole più che per gruppi di conoscenti..

    Succede così di andare insieme al ristorante e magari poi in milonga ci si divide.. a me dà un senso di tristezza.. No..?!

    Sarà per la storica rivalità, neanche tanto celata, tra le varie scuole, per cui se ti soffermi a parlare con l’altro gruppo vieni guardato con sospetto (dai i tuoi..).
    Io il problema l’ho superato da tempo, fregandomene delle ristrettezze mentali di certa gente e dando la precedenza agli amici di tutti i gruppi essi siano.. cerco così, se possibile di muovermi nel locale, posizionandomi a chiacchierare con i vari gruppetti dove conosco.
    Alle donne consiglierei di non andare ad infrattarsi negli angoli più reconditi del locale. Io difficilmente mi addentro per un invito così lontano..

    😉

  7. deborah deborah ha detto:

    Bravo Franco. Pensa che per anni non ho frequentato nessuna scuola ma solo stages in giro proprio per non “appartenere” a nessuno. Agli stages si conoscono un sacco di nuovi amici e non hai nessun marchio addosso. Non mi sono mai piaciute le divise (forse perchè derivano dal verbo dividere?).
    Il posto ideale in milonga? Cari maschietti lasciatelo a noi, voi tanto poi pascolate…. 🙂

  8. Franco ha detto:

    A proposito di stages, quello di questo weekend pasquale è anche stato l’occasione per conoscere meglio alcune persone che vedevo, salutavo, ma con cui non avevo mai avuto una conversazione.
    E’ stata una piacevole esperienza. 🙂

  9. Chiara Chiara ha detto:

    Bella questa cosa. Ma perchè aspettare uno stage?
    Io rompo le balle a tutti sempre e comunque!
    “chi sei” “come ti chiami” “da dove vieni” “che lavoro fai”
    miiiiiiiii
    Ma i fatti tuoi mai?????
    No!
    😆

  10. Franco ha detto:

    Beh.. tu le milonghe le organizzi.. 😀 devi fare gli onori di casa..!! 😉

  11. Chiara Chiara ha detto:

    No, no!
    Son proprio rompi di carattere!
    Lo faccio anche nelle milonghe degli altri…se non c’è puzza sotto al naso!
    🙂

  12. Franco ha detto:

    Io sono andato allo stage da single (mia moglie ha aperto la caffetteria per il week end pasquale.. brrr) e così mi hanno accoppiato con questa e quella.. 😀

  13. Franco ha detto:

    Vabbè, ma ormai conosci già tutti.. 🙂

  14. deborah deborah ha detto:

    Che brava, a Rimini c’era il mondo e invece di chiederti una mano ti ha lasciato liberi anche i piedi…

  15. Franco ha detto:

    😀 E’ brava, poi la sua è una gestione famigliare (genitori, fratello..), io ho il mio lavoro, indipendente e annuale, quindi capisce che non mi deve chiedere troppo.. 😉

  16. Alberto Alberto ha detto:

    Bè non mi sono mai posto il problema, entro do un’occhiata in giro se non c’è nessuno che conosco mi metto più o meno in mezzo, dove cè posto, se ho la borsa con il ricambio e l’asciugamano magari la lascio un pò in fondo e non vicino all’uscita, non cè niente da rubare ma gli altri non lo sanno ….
    Comunque se non è proprio una serata loffia sto poco seduto, e in genere dove capita…
    Se trovo conoscenti socializzo faccio 4 chiacchiere… al solito…

    Campanilismo delle diverse scuole?… bò non ci faccio molto caso … non è da molto che vado in giro, un annetto.

  17. maniacus ha detto:

    Il posto migliore? quello che non conosci!

  18. Chiara Chiara ha detto:

    Sai Franco, è vero conosco abbastanza persone, ma ogni volta scopro qualcosa in più!
    C’è molta gente veramente speciale!
    Ad esempio sai che in milonga vedi spesso una campionessa mondiale detentrice del record (unisex) di immersione in apnea? Ben 107 metri!!! Più di Maiorca!
    Mi son fatta portare un video con la sua storia e l’ho guardato a casa (mi son pure commossa!)
    Vediamo se indovini chi è … ti dico solo che l’hai vista ballare di sicuro, ma non l’hai mai invitata!
    😉

  19. Franco ha detto:

    😀 Chiara: un aiutino..?

  20. Chiara Chiara ha detto:

    Caro Franco, generalmente balla sempre con lo stesso ballerino…o con me, perchè nessuno la invita!
    🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*