Chi è l'angelo di Astor Piazzolla?

PUBBLICATO IL 24 marzo 2008

“O Signore, nostro Dio,
che cosa è l’uomo perché te ne ricordi?
E il figlio dell’uomo perché te ne curi?
Eppure l’hai fatto poco meno degli angeli…”
( Salmo 8 )

Angel en la Recoleta

Angel nel Cementerio de la Recoleta

Un pò altisonante, ma bel modo per iniziare questo lunedì dell’Angelo!
Gli angeli da sempre hanno solleticato la fantasia degli uomini, e, negli ultimi anni, complice una cultura NewAge, sono tornati di grande attualità. Ma per restare in tema di tango, oggi voglio parlare della Suite del Angel, quella che Astor Piazzolla ha dedicato all’Angelo.

Musica straordinaria; Piazzolla è stato un grande rivoluzionario nella composizione di questa musica: rivoluzionario per i tangueri, per i classicisti, per i jazzisti; e rivoluzionario anche nella scelta dei tempi che compongono i temi di questa suite: un preludio moderato con Introduccion al Angel; una splendida milonga lenta, la famosissima Milonga del Angel; una ritmata Muerte del Angel e una chiusura maestosa con Resurreccion del Angel. Un “tango sacro” a cui molti artisti hanno dedicato lavori, raccolte e Cd.

Ultimamente mi è capitato di incontrare una di tali formazioni che si sono dedicate anche a questo ciclo: il quartetto dei Four For Tango. Li ho sentiti qualche settimana fa a San Marino in un concerto, in acustica: una piccola saletta, senza microfoni e amplificatori, seduta in prima fila a sentire tutta la meccanica degli strumenti: ogni respiro del bandoneon (M. Pitocco) e ogni graffio e pizzico sulle corde del violino (A. Vavassori). Ho potuto respirare tutta l’energia trasmessa dal pianista (R. Mastroserio) e commuovermi con le lacrime del contrabbassista (G. Rinaldi)! E’ stata una bellissima emozione!  Se capitano dalle vostre parti ve li consiglio caldamente e agli organizzatori di feste ed eventi suggerisco di farci un serio pensierino! 🙂

I Four For Tango a Gravina

Ma ora la domanda sorge spontanea: di che Angel stiamo parlando? Un angelo custode, uno degli Arcangeli? Chi è l’angelo a cui Piazzolla ha dedicato questo lavoro? E citando il simpatico Carmine Faraco di Colorado Cafè direi “La domanda non è chi è, no…la domanda è… ppecchè”!
Sacro e profano … tipico di FAIBlog!   😀

Poi già che sono in vena di domande, chiederei se rientra nello stesso progetto di Piazzolla anche il bellissimo “Tango dell’Angel” o se si tratta di tutt’altro angelo! 😉

Fra gli amici del bolg gli esperti non mancano: fatevi sotto ragazzi!!!
🙂

Un caro saluto e felice Pasquetta!
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*