Omaggio a Antonio Agri

PUBBLICATO IL 5 maggio 2008

Antonio Agri nacque a Rosario il 5 maggio del 1932. Un violinista eccezionale.

Il giorno seguente alla sua morte per cancro nel 1998, sul Clarin di BsAs scrivevano: “Quasi autoditadda, trascorse la maggior parte della sua carriera con Astor Piazzolla, che lasciò solo per lavorare, come violinista, nell’Orchestra Stabile del Teatro Colon”. Pare che per questo abbandono Piazzolla ci rimase molto male, dopo averlo portato con se in giro per tutto il mondo (anche a Roma lo abbiamo visto nelle registrazioni di Piazzolla con Mina).

Diceva lo stesso Agri: “Astor mi disse di tutto, che lo lasciavo per le scure assi del Colon, che cercavo la sicurezza di una pensione… E aveva ragione. Mozart o Vivaldi non mi hanno mai dato quello che mi ha dato il tango. Quello che sono lo devo al tango“.
Certamente Piazzolla gli aveva dato tutta la libertà che l’estro di Agri richiedeva: se qualche volta Agri, suonando, aggiungeva qualcosa allo spartito di Piazzolla, prima ancora che lo stesso aprisse bocca, il violinista lo apostrofava dicendo “Zitto! Sto lasciando un contributo!” 🙂

Per omaggiarlo, vi faccio riascoltare uno dei capolavori che amo di più: Agri, Morgado e Goyeneche in un Viejo Ciego da brivido…tre grandi musicisti … tre grandi autori, Manzi, Piana, Castillo … un gran tango (QUI). E come si dice “Agri dejo el violin y esta tocando el arpa!”

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

10 commenti

  1. rosarossa ha detto:

    Fantastiche scelte…!!!!…complimenti!!!!

  2. Chiara Chiara ha detto:

    Grazie.
    Brani adorabili, artisti incredibili!

  3. DjMorokal ha detto:

    Scelta stupenda, voce eccelsa, gusti raffinati come sempre Chiara.

  4. aurorabeli ha detto:

    e’ una mia impressione o assomiglia a Marlon Brando?

  5. deborah deborah ha detto:

    Chiara grazie! Che meraviglia poter riascoltare questa versione di Viejo Ciego… La prima volta l’ho sentita durante una struggente esibizione di Pablo y Patricia che l’hanno interpretata con un’intensità devastante. Ho pianto dall’inizio alla fine come un vitellino!

  6. Chiara Chiara ha detto:

    L’esibzione di allora me la sono persa, ma come spesso accade mi ha soccorso Utube: a Torino 2008 l’hanno riballata e li ho potuti vedere!
    Bella musica davvero!
    🙂

  7. deborah deborah ha detto:

    La versione di Torino non rende però, ambiente troppo grande, troppa luce, troppa gente…molto meno intimo e coinvolgente di quella che ho visto io.

  8. Chiara Chiara ha detto:

    Poi vogliamo mettere la carica emotiva dell’artista in un festival o nella milonga di casa fra amici?
    🙂
    Tecnicamente non c’è nulla da dire, ma una esibizione diventa magica se ti regala emozioni. Per questo adoro l’esibizione a sorpresa, il tango in teatro e “snobbo” sovente le esibizioni dei festival!

    🙂

  9. Franco ha detto:

    Somiglia tantissimo al buon vecchio Marlon..
    La canzone è bellissima e mi chiedevo di chi fosse..
    A rendere particolarmente bella l’esibizione di Pablo e Patricia a S.Marino penso abbia contribuito anche il fatto di essere così vicini a loro, cosa che il video di youtube non riesce a rendere..

  10. Tito ha detto:

    Extraordinario !! Lo vi en Rosario en el anfiteatro de la Universidad de Rosario en un lejano l959 , junto al grande ASTOR PIAZZOLLA,el lo presento diciendo : Les presento un Rosarino….Que emocion! El tango es mi tierra !… GRACIAS POR TANTOS RECUERDOS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*