I Tanghi che mi Piacciono: Solamente Ella

PUBBLICATO IL 5 giugno 2008

Solamente ella
Tango
1944
Música: Lucio Demare
Letra: Homero Manzi

Ella vino una tarde y era triste
Lei venne una sera ed era triste
fantasma de silencio y de canción,
fantasma del silenzio e della canzone,
llegaba desde un mundo que no existe.
giungeva da un mondo che non esiste.
Vacío de esperanza el corazón.
Privo di speranza il cuore.
Era nube, sin rumbo ni destino,
Era nuvola, senza rotta ne’ destino,
tenía la ternura del adiós.
aveva la tenerezza dell’addio.
Mi paso la siguió por cien caminos
Il mio passo la seguì per cento cammini
y un día mi fatiga la alcanzó.
ed un giorno la mia fatica la raggiunse.

Ella,
Lei
piel de sombra, voz ausente.
pelle d’ombra, voce assente.
Ella, en mis brazos se durmió.
Lei, si addormentò tra le mie braccia.
Juntos, sin saberlo torpemente,
Uniti, senza saperlo goffamente,
aprendimos duramente
imparammo duramente
las verdades del amor.
le verità dell’amore.
Ella, floreció bajo la luna.
Lei, fiorì sotto la luna.
Ella, renació para mi afán.
Lei, rinacque per il mio affanno.
Juntos, sin angustias, sin reproche,
Uniti, senza angustie, senza rimprovero,
sin pasado, noche a noche,
senza passato, notte dopo notte,
aprendimos a soñar.
imparammo a sognare.

Sus palabras que estaban ateridas.
Le sue parole che erano intirizzite. 
Entonces se encendieron de emoción.
Allora si accesero di emozione.
Con fuego de mi amor volvió a la vida,
Col fuoco del mio amore tornò in vita,
la que era sólo el eco de un adiós.
colei che era solamente l’eco di un addio.
Ella vino a mi mano en el invierno,
Lei venne alla mia mano di inverno
vacío de esperanza el corazón.
col cuore privo di speranza.
Hoy vive entre mis sueños y es eterno
Oggi vive nei miei sogni ed è eterno
su sueño de mujer y de canción.
il suo sogno di donna e di canzone.

Carlos Di Sarli e Jorge Duran Qui; Roberto Goyeneche e Armando Pontier Qui.

ARTICOLI CORRELATI #

4 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Ovviamente adoro come la canta Goyeneche…ma non si doveva votare, vero?

    Bravo Niky! Adoro questo tango e visto che ora lo hai tradotto mi faccio aiutare a capire la storia. Chiedo l’aiuto in sala!
    Ogni volta che l’ho ascoltato, mi son chiesta come funziona: lei è viva o è morta? E’ reale o è solo un sogno di lui? Per riaverla è morto anche lui? O è solo impazzito? Poi ho altre idee…ma non voglio influenzare il pubblico in sala! 😉

  2. dctango dctango ha detto:

    Grazie Chiara,
    la traduzione è ancora un po’ grezza.
    Se Flavia….ci desse una mano su due tre vocaboli…

  3. Flavia ha detto:

    Ciao Niky,
    eccomi qui.
    Bravo, direi che è u lavoro stupendo veramente.
    Piccole osservazioni:
    “La alcanzó” lo tradurrei come “la raggiunse”
    “aprendimos duramente” come “imparammo duramente”, ho notato che più avanti “aprendimos” l’hai tradotto come “imparammo”
    Finalmente “ateridas” come “intirizzite”
    Se noto altro te lo dirò , ma per ora penso che vada bene così
    Complimenti!!!!

  4. dctango dctango ha detto:

    Grazie mille per i complimenti….e per la collaborazione…
    I dubbi erano proprio relativi a quei vocaboli che tu hai efficacemente individuato ! 😀
    Ciauz

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*