Tango: il vero amore

PUBBLICATO IL 11 luglio 2008

Quiéreme como soy… Quiéreme como soy
Con mi culpa o mi rencor.
No pretendas de mí, para quererme
Que deje de ser yo…
Quiéreme como soy, para bien… para mal
Y a tu manera, pero tal como soy.

Amami come sono…amami per quello che sono,
con la mia colpa e il mio risentimento.
per amarmi non pretendere da me
che smetta di essere quello che sono…
Prendimi come sono, nel bene e nel male,
a modo tuo, però così come sono.

Quiereme como soy – Carlos Bahr y Elías Randal (Rubistein)
QUI cantata da Carlos Vidal con Domingo Federico
Un’altra poesia d’amore e musica.

Gocce d’amore – Foto by Chy81

ARTICOLI CORRELATI #

4 commenti

  1. Scarlett ha detto:

    Che meraviglia…
    I versi di questo tango ne descrivono perefttamente l’essenza “concreta” di ciò che il vero amore dovrebbe essere.
    Ma esiste davvero l’amore vero, così inteso???
    Forse è una dolce illusione, una speranza, una chimera.

    Brava Chiara

  2. Chiara Chiara ha detto:

    Esiste, esiste!
    basta non accontentarsi!
    🙂

    E arriva quando meno te lo aspetti.
    Ed è bellissimo.
    Lo auguro anche a tutti voi!

  3. matteo ha detto:

    …quando meno te lo aspetti ma è anche il momento”giusto”…
    è incredibile sentir dire di non accontentarsi quando pensavo fosse il mio limite…allora sono sulla buona strada…
    grazie chiara

  4. deborah deborah ha detto:

    E’ la ricetta più semplice e più complicata che possa esistere… però quando riesce!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*