Intervista a Horacio Godoy

Produttore, musicalizador, ballerino: i volti di Horacio Godoy

PUBBLICATO IL 11 settembre 2017

di Azzurra Arzelà (Celeste Tango Asd Genova)

In occasione delle prossime date di lezioni show e milonga che Horacio Godoy terrà in Italia, toccando Assisi, Torino e, per finire, Genova, con un week end di settembre che riunisce scuole e maestri da tutta Italia per chiudere la parte italiana del suo giro, abbiamo fatto alcune domande ad uno degli esponenti più rappresentativi del Tango di Buenos Aires, attivissimo su ogni fronte: produttore di CD, grande Tj ed esperto di orchestre di Tango, proprietario e gestore della Milonga e della Scuola più importanti di Buenos Aires – La Viruta – grandissimo ballerino e organizzatore di eventi e manifestazioni fra le più importanti del Paese, tra cui anche il Campionato Mondiale che si tiene ogni anno in qualità di giurato e consulente per la musica.

D: Si sono appena conclusi i campionati mondiali a B.A. e tutto il mondo ha guardato a quest’evento. Cosa pensi di questi campionati: cosa ti piace e ritieni sia ben fatto; cosa non ti piace e modificheresti, per migliorarli?

Lo que pienso del campeonato y su organización no lo puedo manifestar publicamente. Lo positivo es que mucha gente tiene una meta por el campeonato y esto los hace bailar por años. Lo ´no´positivo es que en la actualidad hay bailarines que están en el primer plano mundial y no se los convoca de jurados en las instancias finales

Quello che penso del Campionato e della sua organizzazione non lo posso manifestare pubblicamente; il positivo di tutto questo è che rappresenta una meta per molte persone e questo fa sì che le stesse ballino per anni in vista di quest’obiettivo. Ciò che reputo negativo è che ci siano ballerini di primissimo livello sul piano mondiale che non vengono convocati come giurati nelle parti finali.

D: In Europa è un momento di grande fervore e arrivano moltissimi ballerini dall’Argntina. Quali sono le tre caratteristiche più importanti che dovrebbe avere un buon maestro di tango secondo te?

Primera y principal, amar el Tango. Si la primera está, la segunda viene sola, que es expresarlo y no expresarse.

En general todos los que nos dedicamos al arte y a que nos guste el aplauso es porque tenemos un desequilibrio emocional importante. El Tango da una falsa percepción de realidad. Los bailarines al tercer aplauso de su vida se creen Messi y se rodean de personas que los adulen para sostener su propio micro clima. En general somos discapacitados emocionales buscando minuto a minuto reconocimiento.

Cuando pasa eso a gran escala, el profesor se termina ahogando en su propio ego y de ahí no sale.
La prima caratteristica e la principale è amare il tango. Se c’è la prima, la seconda viene da sé, che è esprimere il tango, non esprimere se stessi. In generale , tutti noi che ci dedichiamo all’arte e a cui piace l’applauso, siamo persone con uno squilibrio emotivo importante. Il tango è una falsa percezione della realtà. I ballerini al terzo applauso della propria vita si credono Messi e si circondano di persone che li adulano per sostentare il proprio microclima. in generale, siamo disadattati emotivi che ogni minuto vanno in cerca di un riconoscimento. Quando succede questo su larga scala, il professore termina affogando nel proprio ego e da lì non se ne esce più!

D: Come si sta evolvendo il tango a Buenos Aires e come si sta evolvendo nel mondo? Quali sono le maggiori differenze fra questi due mondi ed il loro modo di vivere il tango?

No se si la diferencia es de los mundos o de las personas. Claro que las comunidades son determinantes a la hora de sacar un perfil. Creo que hay muchos Europeos que hacen un trabajo serio y dedicado con el Tango y otros que no, lo mismo pasa en Argentina.
Non so se la differenza è dei mondi o delle persone. Chiaro che le comunità sono determinanti nel momento in cui si deve delineare un profilo. Ma credo che ci siano molti europei che fanno un lavoro serioe dedicato con il tango ed altri no, e la stessa identica cosa succede in Argentina!

D: Dimmi una cosa sul tango che secondo te andrebbe ricordata più spesso o che ti farebbe piacere venisse diffusa.

Es lo más rico a nivel humano. En este mundo todo se discrimina o separa. Las tres causas más grandes son, 1- Edad 2- Peso corporal 3- Lenguaje. 4- Cualquiera de estas tres o las tres pueden ser motivo de distancia. Las personas de mayor edad no entran en vínculo con los jóvenes, las personas gordas muchas veces también son apartadas y las personas que hablan otro idioma por naturaleza no se genera el inter vínculo. En el Tango es como el vino. Cuanto más añejo mejor, muchos de los grandes bailarines fueron gorditos y el lenguaje no es necesario, se habla con el cuerpo. El Tango es la herramienta más hermosa para los vínculos humanos.

Il Tango è ciò che c’è di più ricco a livello umano; in questo mondo tutto si divide o si discrimina. Le tre cause maggiori di discriminazione sono: l’età, il peso corporeo e il linguaggio. Qualsiasi di queste caratteristiche possono essere motivo di distanza fra le persone. Le persone di età maggiore non entrano in relazione con i giovani; le persone che non rappresentano certi canoni estetici o che sono sovrappeso spesso sono anch’esse appartate; e le persone che non parlano la stessa lingua per naturalezza non si avvicinano fra loro. Nel Tango invece accade come con il vino: più invecchia, meglio è! Molti dei grandi ballerini sono un po’ sovrappeso, ed il linguaggio non è necessario, visto che si parla con il corpo. Il tango è lo strumento più delizioso che esista per creare relazioni umane!
D: Ultima domanda: quando verrai in Italia?

Voy a estar en Italia del 8-10 de septiembre en Assisi, 11-14 en Torino y 15-17 en Genova.

Le mie prossime date italiane saranno dall’8 al 10 Settembre ad Assisi, dal 11 al 14 a Torino e per finire dal 15 al 17 a Genova.

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*