Belli ed in forma con il Tango

Il tango come aiuto per il benessere psicofisico

PUBBLICATO IL 9 maggio 2018

Il ballo rappresenta per gli adulti una delle forme d’impegno e passione più ludiche che si possano immaginare. Il ballo ti scopre, tira fuori chi sei, lo amplifica, lo mette in luce. A volte lo esaspera.

La competizione, la sensualità, l’attenzione, lo slancio. Ma anche la tecnica e la fanciullezza: tutto devi mettere sul tappeto, se vuoi ballare. E questo è valido a maggior ragione per il tango.

Il 30 settembre 2009 è una data che segna un momento storico: l’Unesco (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization) proclama il Tango Argentino “patrimonio culturale dell’umanità“. La candidatura, avanzata congiuntamente da Argentina ed Uruguay, è stata accettata dai 400 esperti riuniti ad Abu Dhabi per compilare una lista di arti e tradizioni da salvaguardare. La domanda ha soddisfatto tutti i criteri per l’iscrizione nella Lista rappresentante del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità. (Per chi voglia approfondire, questo è il link https://ich.unesco.org/en/procedure-of-inscription-00809#TOC1)
Il Tango argentino, infatti è un genere musicale che comprende anche danza, poesia e canto. Anche se è radicata nell’identità degli abitanti del Río de la Plata (che divide Argentina ed Uruguay) raccoglie gli influssi ed i contributi di molte culture lontane tra loro: dagli immigrati europei (tra cui moltissimi italiani) alle comunità di origine africana. In questo modo, la “diversità” deve trovare una lingua di “comunicazione”. E lo fa con ritmi e melodie a forte componente nostalgica e sentimentale, con la voce caratteristica del Bandoneon.
Seduzione, espressioni criptiche in lunfardo (il gergo parlato dai malavitosi per non farsi capire), storie di bettole, coltelli, nostalgia e forti passioni. Luci, ombre, corteggiamenti, tradimenti, strazianti addii.
Il tango argentino mette tutte questo in scena e non lascia mai indifferenti. E poi va oltre.

Ad esempio, è anche un modo di prendersi cura della forma fisica: l’attività con la musica è un divertimento ed un impegno molto completo, con effetti ad ampio raggio. I vantaggi sono immensi, dal punto di vista fisico, mentale ed emozionale.

Vantaggi fisici: allenamento e dimagrimento. Ballare aiuta a tenersi in forma con un buon dispendio energetico.
Il consumo calorico è più o meno questo:

• ballo di sala: dalle 150 alle 200 kcal all’ora
• caraibici: 250-300kcal ora
• zumba: 350-400 kcal ora

Il tango, quindi, rientra nella prima categoria, e rappresenta una forma di esercizio aperta a tutti, con un coinvolgimento di tutti i distretti fisici.
Ai vantaggi sulla sfera emotiva e sensoriale si aggiunge un  impegno muscolare completo del corpo, con protezione della massa magra (nostro potente alleato per il benessere) e la sollecitazione della struttura osteoarticolare (PREVENZIONE DELL’OSTEOPENIA/OSTEOPOROSI ed allenamento propriocettivo).
Vantaggi mentali: comunicazione e socialità
Ma è anche una potente FORMA DI SOCIALIZZAZIONE, che favorisce il contatto, la comunicazione, l’uscita da ambiti di chiusura su se stessi. Una SPLENDIDA MEDICINA ANTIDEPRESSIVA, dunque, con il flusso endorfinico che innesca.
Quindi il tango crea un ponte potente tra una sfera universale (Cultura ed Espressioni dei popoli) ed una individuale, travalicando confini geografici e differenze generazionali.
Più belli ed in forma con il tango, quindi. Coltivando la tecnica, la passione e noi stessi, allo stesso tempo.

Antonella Carini
www.antonellacarini.it

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*