Tango Argentino, la bellezza in un abbraccio

Storia del Tango, storie di emigranti

PUBBLICATO IL 26 luglio 2019

                                                       

Il 10 luglio scorso è uscito il libro di Stefano Fava Tango Argentino, la bellezza in un abbraccio. Storia del Tango, storie di emigranti.
Un viaggio alle radici del tango dove protagonista del libro, insieme al tango, è la storia dell’emigrazione italiana in Argentina.

Nella prima parte del libro si ripercorrono le tappe dell’ondata migratoria che portò molti dei nostri connazionali a cercare fortuna al di là dell’oceano seguendo velleità e promesse che in molti casi si rivelarono illusorie. Non si tratta di elenchi di dati statistici e di avvenimenti, ma di un racconto “scaldato” da testimonianze dirette dei nostri emigranti che, attraverso frammenti di lettere scritte spesso in un Italiano incerto, raccontano la loro storia di sogni e sofferenze.
Una parte di essi e i loro discendenti contribuirono a creare il Tango.
Nella seconda parte si traccia una storia di  questa forma espressiva dalla sua origine nel mondo della prostituzione e della mala vita degli ambienti del porto, fino alla sua accettazione da parte della società borghese per arrivare all’apice e alla sua età d’oro negli anni ‘40 del novecento.
L’analisi storica e sociologica prende in considerazione lo sviluppo delle tre facce del genere: il tango come musica, come ballo e come produzione di testi delle sue canzoni, ma anziché inquadrare l’argomento in un’ottica puramente compilativa, cerca di proporre riflessioni sulla contemporaneità, sui motivi cioè per i quali il Tango è resuscitato a distanza di 150 anni dalla sua nascita e in quali modi si possano godere il suo fascino e la sua bellezza nel terzo millennio.
Il lavoro è punteggiato da sezioni chiamate “Intermezzi” in cui si raccontano, in modo più narrativo e attraverso la lente di una maggiore soggettività, episodi legati all’argomento e al processo di ricerca che ha portato alla scrittura del libro.

Il libro è stato già presentato a Milano e nel corrente mese avrà ancora due presentazioni:Domenica 28 luglio a Sesto San Giovanni (Milano) nella cornice della Milonga all’aperto di Villa Zorn (ore 18.00)
Martedì 30 luglio al Teatro Estate nella Pineta di Ponente a Viareggio (Lucca) ore 18.30

STEFANO FAVA
Stefano Fava è nato a Lucca. E’ un insegnante e ballerino di Tango Argentino e un docente di Letteratura Italiana e Storia nelle scuole superiori. Dal 1997 al 2012 ha vissuto in Inghilterra dove, accanto all’attività di insegnante di Lingua e Letteratura Italiana in varie istituzioni fra le quali il King’s College di Londra e la Essex University, ha fondato nel 2002 la prima scuola di Tango Argentino della capitale britannica. Da vent’anni insegna il tango in vari festival internazionali e dopo aver insegnato dal 2013 al 2017 a Milano all’Accademia di Tango di Miguel Ángel Zotto, dal 2017 ha la sua scuola, Movimento Tango, con due sedi principali a Milano e a Lucca, ma con la quale organizza eventi in tutta Italia. È organizzatore del Lucca Tango Festival che da tre anni porta in città, le migliori orchestre e i migliori ballerini argentini del mondo. L’edizione di quest’anno, la quarta, si terrà al Real Collegio dal 10 al 13 ottobre 2019.

 

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*