Tango Traffico

Intervista a Daniel Montaño

PUBBLICATO IL 11 febbraio 2021

Intervista a Daniel Montaño autore del programma Tv online Tango Traffico

Sei nato in Argentina e approdato a Roma.  Hai riscontrato differenze nel tuo modo di vivere il tango in Argentina e in Italia?

Qui in Italia il tango è in una fase “giovane”, prevale moltissimo la componente ballata e quella sportiva.
In Argentina viviamo il Tango in modo differente, per noi è soprattutto socializzazione, è predominante la sua componente culturale, per questo la definirei una versione più matura del tango.
In Italia c’è tanta passione e vivacità, una sorta di fase adolescenziale e giovanile del tango, in Argentina invece ho vissuto la sua maturità. Entrambe le fasi sono stimolanti, trovo molto interessante poter vivere entrambi gli aspetti.

Tango Traffico è il programma online con formato TV dove i professionisti del tango possono continuare a lavorare. Un nuovo modo di vivere il Tango. Raccontaci la bella esperienza di Tango Traffico.

L’idea alla base del programma nasce durante la chiusura forzata delle associazioni quando improvvisamente è mancato il contatto con gli allievi e il continuo feedback che si ha quando si fanno lezioni. Inizialmente infatti l’idea era fare un formato di scuola online, così da continuare ad insegnare e lavorare, ma poi ci siamo resi conto che il contatto con l’allievo non era lo stesso, e così è nato Tango Traffico, per raccontare il tango in un altra modalità e continuare a viverlo. Per rimanere in contatto con i miei allievi, quando preparo le puntate penso cosa gli piacerebbe guardare ed ascoltare: esibizioni live ecc, approfondimenti. Abbiamo anche riservato uno spazio per le testimonianze dirette, piccoli interventi dove ciascuno condivide cosa gli manca più del tango.

Guarda le puntate di Tango Traffico 

Come hai scelto il titolo Tango Traffico?

Mi piaceva l’ambiguità del titolo che mi ricorda il gruppo musicale Narcotango di Carlos Libedinsky. Dopotutto il tango è come una droga, crea dipendenza.

Continuerà tango traffico finita l’emergenza?

Sono convinto che continuerò in questo progetto, voglio portalo avanti dal momento che l’ho seguito in prima persona con passione e grazie al quale ho anche acquisito nuove competenze, è un modo diverso di vivere il tango, da un altro punto di vista, da una diversa angolazione. Sto anche pensando a un nuovo formato tv online, dove dare più rilievo all’aspetto sociale del tango e dove siano gli allievi ad essere protagonisti. Mi piacerebbe con questo nuovo programma sfatare il mito che i maestri sono perfetti, irraggiungibili, farli scendere dal piedistallo, insomma.

Questo periodo di chiusura forzata potrebbe essere un modo per far emergere l’autenticità del tango, dai cliché. Come pensi sarà il Tango del futuro?
Credo che il tango sarà sempre lo stesso, quando finalmente potremo ripartire, sono convinto che tutto tornerà come prima, torneremo a ballare con la stessa vitalità. Probabilmente daremo più importanza agli aspetti più intimi, molti infatti  in questo periodo hanno avuto tempo e bisogno di approfondire. Anche io prima del Lockdown non avrei mai pensato di creare un programma TV, invece mi sono reinventato. Volevo creare qualcosa che facesse riflettere, che non rimanesse sterile, puramente estetico. Tanto Traffico è un working progress, un progetto in divenire, vogliamo crescere e migliorare.

Chi volesse sostenere Tango Traffico clicchi qui

 

Daniel Montaño Attore, Ballerino e Coreografo di Tango. Di origine Argentina nel 2001 arriva a Roma con la sua scuola Tango Cultura Argentina. Fonda con Francesca Del Buono la scuola di tango e teatro Roma Gotan Club e con Natalia Ochoa  forma diverse coppie di ballerini e maestri.  Dal 2008  porta la sua scuola regolare a Mosca , oltre che in diverse città italiane tra cui Brindisi, Latina, Pescara, Civitanova, Ancona e Torino. Nel 2006 lavora come attore in una puntata della serie Il Commissario Rex, nel ruolo di Mendoza,  con la regia di  Andrea Costantini .  Nel 2012 lavora come attore nel film Una Villa Per Due, con il personaggio di Victor, regia di Fabrizio Costa . Nello stato film svolge il ruolo di tango coach, insegnando coreografie agli attori. Dal 2015 al 2017 lavora come attore nelle due stagioni  fiction Rai  E’ arrivata la felicità, nel ruolo di Armando, regia di Riccardo Milani e Francesco Vicario. Svolge il ruolo di coreografo e tango coach di Claudio Santamaria e Claudia Pandolfi.  Nel 2015 lavora come attore e ballerino nel film “ Tango per la libertà “ regia di Alberto Negrin. Nello stesso film  svolge il ruolo di coreografo e tango coach di Rocio Morales , Alessandro Preziosi e Giorgio Marchesi. Nel 2016  lavora come attore nel film Thanks, opera prima del regista Gabriele De Luca e nel 2018  in “Whake-up “ il corto del regista Ogbechie Evaristus e nei “ I Bastardi di Pizzofalcone“ nel ruolo di Daniel Morales  regia di Alessandro D’Alatri. Auore di Tango Traffico in collaborazione con Natalia Cristofaro, Sebastian de la Vallina e Milva Morelli

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*