Musica

La via romana del Neotango

Quando e come ha iniziato a diffondersi il Neotango?

PUBBLICATO IL 24 settembre 2017

di Elio Astor Dalle radici al Neotango - Il tango mi ha incontrato nel 1993, e lo ballo dal 2003. Ho un po’ nostalgia di quello che era lo spirito dei primi anni, in cui i maestri invitavano gli allievi a sviluppare ciascuno il proprio stile di ballo, in cui c’era spazio per una socialità vera, in cui non esistevano i mondiali di tango argentino e in cui nessuno veniva a cercarti per dirti quale tango devi o non devi ballare, il tango era lì e si esprimeva in base al carattere di ciascuno di noi, chi in maniera più eccentrica,…
Pubblicato in Musica, Opinioni Taggato con: , ,

Dal tradizionale al neotango

Breve panoramica sull'evoluzione di un genere

PUBBLICATO IL 20 luglio 2017

Quando si parla di tango, si fa riferimento a un ampio e corposo spettro musicale che continua, anno dopo anno, ad arricchirsi di nuove sfumature: dalla sua nascita negli ultimi decenni dell’Ottocento i cambiamenti sono stati molteplici, a partire dal tipo e dal numero degli strumenti musicali impiegati – all’inizio violino, chitarra (o fisarmonica) e flauto, poi pianoforte, violino e bandoneòn, portando in seguito alla nascita delle prime orchestre – fino ad arrivare alla frattura nata con la musica di Piazzolla e alle sonorità contemporanee. Facciamo un po’ di chiarezza, soprattutto in funzione di alcuni interventi che ospiteremo, e a…
Pubblicato in Musica, STORIA Taggato con: , ,

Aníbal Troilo – Infografica

Aníbal Troilo, "el Bandoneón de Buenos Aires"

PUBBLICATO IL 6 luglio 2017

di  Christina Stolcis e Giuseppe Speccher Il primo appuntamento di questa serie di infografiche presenta il percorso artistico di Aníbal Troilo, per visualizzarla e accedere ai link collegati cliccate su Aníbal Troilo. Buona lettura!  
Pubblicato in Musica, STORIA Taggato con: ,

Il Canyengue, una storia di immigrazione, schiavitù, bassifondi e rinascita

Viaggio alle origini del canyengue

PUBBLICATO IL 7 febbraio 2017

di Maura Comotti Si può ipotizzare che il canyengue, che si ballava in modi differenti secondo il rione di appartenenza, possa essere nato verso la fine del 1800. Non c’è traccia organica degli stili e dei luoghi, si sa solo che ogni rione lo ballava a suo modo, veniva tramandato dai genitori ai figli, dai fratelli alle sorelle, oppure lo si apprendeva guardando o ballando. Le origini Per capire le origini e l’evoluzione del canyengue dobbiamo andare a cavallo fra l'Ottocento e il Novecento, per vedere la realtà di quel tempo sul Rio de la Plata, quella vasta area che…
Pubblicato in Musica Taggato con: , , ,

Joaquín Amenábar e l’importanza dell’ascolto

PUBBLICATO IL 18 febbraio 2016

di Silvia Tiddi   Joaquín Amenábar è un bandeonista, suona come solista ed è direttore e primo bandoneon dell’”Orchestra de la Guardia Vieja”.  Insegna bandoneon al Conservatorio superiore di musica “Manuel de Falla” di Buenos Aires e al Conservatorio nazionale Lopez Buchardo dell’Istituto universitario nazionale di arte IUNA. È inoltre professore presso la scuola di Musica popolare di Avellaneda. Ha iniziato a ballare tango nel 1995 e a insegnare la musica del tango applicata al ballo fin dal 1998 continuando a farlo ogni anno in Germania, Inghilterra, Italia, Francia, Austria, Svizzera, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti e molti altri Paesi.  Ho avuto il…
Pubblicato in Interviste, Musica, Personaggi

Hector Varela: croce e delizia

PUBBLICATO IL 2 febbraio 2016

Di Paolino Fierro  (*)   Qualche anno fa avrei intitolato questo articolo “Il Dio Varela” per quanto fossero richiesti i suoi brani nelle milonghe italiane dei primi anni Duemila. Puntuali come un orologio svizzero, verso la fine della serata i tj mandavano la tanda di Varela, che aveva un potere così evocativo da far risvegliare i ballerini più assonnati, ma soprattutto le ballerine più romantiche.    “El flaco Varela” è probabilmente il direttore d’orchestra tipica più chiacchierato sui blog e sui social network. Attraverso le sue opere è stato capace, negli ultimi anni, di creare schieramenti contrapposti tra fan agguerritissimi…
Pubblicato in Musica, Personaggi

L’orquesta Hyperion

PUBBLICATO IL 4 settembre 2015

Sulla scena dal 1992, l’Hyperion è una delle prime formazioni europee a dedicarsi al Tango, come vi sentite?  Ci sentiamo bene da un lato, perché abbiamo avuto molti riconoscimenti e soddisfazioni, e abbiamo viaggiato molto, ma un po’ vecchi dall’altro….   Circa 900 performances tra Festival e teatri in tutta Europa. Qual è per voi lo spettatore ideale? Il tanguero che balla sulla vostra musica o il cultore che vi ascolta seduto in poltrona? Sono due emozioni completamente diverse, il suonare per un concerto e il suonare per una milonga; ambedue sono affascinanti in un modo speciale. Sicuramente il pubblico della…
Pubblicato in Interviste, Musica Taggato con: , ,

Il Tango al Teatro La Fenice di Venezia

PUBBLICATO IL 16 marzo 2015

Quando lo scorso Settembre 2014 mi arrivò dagli amici Mariachiara Michieli e Marco Castellani (notissima Maestra e famoso “tango manager” in quel di Milano) la notizia che il Teatro La Fenice di Venezia aveva accolto il progetto da loro presentato alla Società Veneziana di Concerti non fui particolarmente sorpreso. Le scelte operate dai suddetti “tangueri” si sono sempre rivelate di alto livello e anche questa volta ne ebbi la conferma; ma il fatto che in quel teatro ci arrivasse un personaggio come Pino Enriquez mi procurò un piacere molto speciale. Inutile cercare nel suo curriculum cose roboanti o maestri illustri,…
Pubblicato in Eventi, Musica, Personaggi

-Il tango vestito da donna-

PUBBLICATO IL 8 marzo 2015

Dopo la visita a Buenos Aires di spettacoli di varietà francese alcuni  personaggi di teatro e  poeti di tango come Manuel Romero, Luis Amadori e Ivo Pelai  si inventarono un genere “La Rivista porteña” con belle coriste, scenette piccanti e tanghi molto teatrali che riempivano le sale.  Nasce, al riparo di questa idea vincente, una generazione di giovani donne tutte talentuose e di grande personalità. La fondatrice di questa dinastia fu  Azucena Maizani, seguì  Libertad  Lamarque piena di lirismo, poi Sofia Bosan con la sua grazia irresistibile, Tita Merello ammirevole in tutto quello che cantava, Rosita Quiroga padrona di una…
Pubblicato in Musica, Personaggi

JUAN D’ARIENZO -“El Rey del Compás”

PUBBLICATO IL 5 febbraio 2015

Juan D’Arienzo nacque il 14 dicembre 1900 nel quartiere Barbanera  a Buenos Aires da immigrati italiani. Era conosciuto come “El Rey del Compás” (re del ritmo) appellativo datogli dal Principe Angel Sànchez Carreño, animatore del cabaret Chantecler, dove egli si esibì per più di 15 anni. Prima di costituire un’orchestra propria, D’Arienzo, che aveva studiato violino nei conservatori Mascagni e Thinaud-Piazzini, si mise in mostra in molte altre formazioni dell’epoca. Fin dall’inizio restò vincolato ad Angel D’Agostino  assieme al quale, in varie esibizioni, sostituì l’orchestra di Roberto Firpo al Teatro Nazionale. Ciò accadde nel 1919 quando Firpo, per altri impegni…
Pubblicato in Musica, Personaggi