1 – Prima Posizione

Gran Balli e Milonghe

A Vienna e a Buenos Aires

PUBBLICATO IL 21 ottobre 2020

analisi e confronto Elefante(1), M. V. Arenillas(2), S. Jovicic(1), M. Elefante(1) (1)Tango Argentino@TU Wien & IST-Tango, (2)Amartango   Introduzione Le origini dei gran balli nella capitale austriaca si possono far risalire ai tempi del congresso di Vienna (1815) in corrispondenza della nascita del glorioso valzer. La tradizione è ancora così viva e sentita che a Vienna si festeggiano annualmente fino a quattrocento balli [1] [2] [3]. Durante il corso dei decenni, a questi eventi si sono aggiunti ad i tradizionali balli da sala nuovi ritmi come il rock n’roll, la salsa e dal 2017 anche il ritmo nato nella regione…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni, Recensioni, STORIA Taggato con: , , , ,

GIORNATA MONDIALE DELL’ABBRACCIO

Martedì 21 gennaio

PUBBLICATO IL 21 gennaio 2020

  [caption id="attachment_9693" align="alignright" width="300"] Diego Billi - Si balla dentro l'abbraccio[/caption] L'abrazo è il cardine del tango. Rappresenta l'incontro, la connessione tra due ballerini, è l'inizio di un viaggio alla scoperta di sè stessi e dell'altro.Oggi martedì 21 gennaio si festeggia la Giornata Mondiale dell'Abbraccio. Un momento in cui possiamo lasciarci guidare dalle emozioni positive e non lasciarci sopraffare da quelle negative. La riscoperta di un contatto, di una manifestazione d'affetto fisica e reale, sempre più rara nel mondo digitale e monopolizzato dai Social Network e dalle relazioni virtuali. L'abbraccio rassicura, conforta e riscalda, contribuisce insomma notevolmente a migliorare il nostro stato psicofisico. L'abbraccio…
Pubblicato in News, Opinioni Taggato con: ,

Quelle scale, e poi la vita

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 novembre 2019

Quando tutto sembra uguale a se stesso, il tango può cambiarti la vita. *** Quelle scale, e poi la vita (https://www.storieditango.it/quelle-scale-e-poi-la-vita/) Sono quattro piani di scale. Ogni volta: quattro la mattina e quattro la sera. Non cambiano mai. Non diminuiscono né si moltiplicano. Sono attaccati a se stessi. A rimanere uguali, con tutto il peso delle cose che non mutano. A dire il vero, ci sono anche i mezzi piani. Danno la percezione che il quattro sia in realtà un otto. Otto la mattina e otto la sera. Pilar Arias Hermida scende quei gradini ogni giorno, non li ha mai…
Pubblicato in Taggato con: , , , ,