1 – Prima Posizione

EL DIA DEL CANYENGUE

4° Edizione

PUBBLICATO IL 22 febbraio 2021

[embed]https://www.youtube.com/watch?v=xQSDpVz93nY&feature=emb_logo[/embed] "E' stata una 4°edizione insolita come insolito è stato questo 2020. Ci troviamo a fare cose diverse; non potendo più fare quelle consuete, in ogni campo.  Non ci si può più incontrare, tantomeno incontrarsi per ballare! Ma il bisogno innato di comunicare è irrinunciabile e ci porta a sperimentare voli pindarici, a lavorare con la fantasia. E quindi… perché non fare un giro del mondo? Un giro del mondo nel mondo del tango canyengue. Il DIA DEL CANYENGUE, arrivato alla quarta edizione, è un momento di incontro importante per gli appassionati dello stile e non vogliamo mancare all'appuntamento; in…
Pubblicato in Cultura argentina, Eventi, FAItango Taggato con: , , , , , ,

GIORNATA MONDIALE DELL’ABBRACCIO

Martedì 21 gennaio

PUBBLICATO IL 21 gennaio 2020

  [caption id="attachment_9693" align="alignright" width="300"] Diego Billi - Si balla dentro l'abbraccio[/caption] L'abrazo è il cardine del tango. Rappresenta l'incontro, la connessione tra due ballerini, è l'inizio di un viaggio alla scoperta di sè stessi e dell'altro.Oggi martedì 21 gennaio si festeggia la Giornata Mondiale dell'Abbraccio. Un momento in cui possiamo lasciarci guidare dalle emozioni positive e non lasciarci sopraffare da quelle negative. La riscoperta di un contatto, di una manifestazione d'affetto fisica e reale, sempre più rara nel mondo digitale e monopolizzato dai Social Network e dalle relazioni virtuali. L'abbraccio rassicura, conforta e riscalda, contribuisce insomma notevolmente a migliorare il nostro stato psicofisico. L'abbraccio…
Pubblicato in News, Opinioni Taggato con: ,

Quelle scale, e poi la vita

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 novembre 2019

Quando tutto sembra uguale a se stesso, il tango può cambiarti la vita. *** Quelle scale, e poi la vita (https://www.storieditango.it/quelle-scale-e-poi-la-vita/) Sono quattro piani di scale. Ogni volta: quattro la mattina e quattro la sera. Non cambiano mai. Non diminuiscono né si moltiplicano. Sono attaccati a se stessi. A rimanere uguali, con tutto il peso delle cose che non mutano. A dire il vero, ci sono anche i mezzi piani. Danno la percezione che il quattro sia in realtà un otto. Otto la mattina e otto la sera. Pilar Arias Hermida scende quei gradini ogni giorno, non li ha mai…
Pubblicato in Taggato con: , , , ,