argentina

Giacomo Medici

Passione e canto

PUBBLICATO IL 17 giugno 2020

Casanova Tango Symphony è il nuovo disco di Giacomo Medici, “l’italiano che canta il tango”. e che abbiamo avuto il piacere di intervistare. Giacomo, raccontaci questo tuo nuovo progetto discografico... Ho voluto immaginare un viaggio metaforico del poeta, filosofo e seduttore italiano all’interno del mondo del tango, come se fosse lui stesso ad interpretare i brani che nel cd sono contenuti, legati a temi quali la nostalgia, la sofferenza per un amore che finisce e, per l’appunto, la seduzione. La tracklist è composta da classici come Esta noche de luna, Nostalgias, Pata ancha, Remembranza, Milonga sentimental, Mi Buenos Aires querido e La…
Pubblicato in Cultura argentina, Interviste Taggato con: , , , , , ,

Lucia Conte

Poliedrica del Tango

PUBBLICATO IL 8 maggio 2020

L’intervista che vi proponiamo è frutto di una piacevole chiacchierata telefonica con la cantante Lucia Conte, un’artista completa che giovanissima ha scoperto il Tango e da allora non ha mai smesso di amarlo e interpretarlo. Lucia Conte nasce come cantante lirica con alle spalle una formazione classica, come è avvenuto l' incontro con il tango e come ha arricchito la sua vita professionale e personale? L’incontro con il tango è avvenuto quando avevo circa vent’anni, grazie a una pianista, con la quale tutt’ora collaboro, Monica Terlizzi, che ascoltandomi un giorno mi disse che la mia voce sarebbe stata perfetta per il…
Pubblicato in Interviste, Musica Taggato con: , , , , , , , , , , ,

I modelli ritmici dell’America Latina

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 21 aprile 2020

I modelli ritmici della Guardia Nueva sono un'eredità delle forme musicali di tutta l'America Latina. Questi ritmi si definiscono sul finire del XIX secolo in un tortuoso percorso etnomusicologico a partire dall'incontro delle culture europea, africana e precolombiana. I fenomeni di transculturazione e creolizzazione delle forme, il modificarsi delle prassi esecutive, la ida y vuelta della musica lungo le rotte atlantiche, la denominazione delle forme, sono tutti approfondimenti necessari se si vuole capire l'origine del tango argentino. Tutto questo, naturalmente, armati di un minimo di solfeggio. I. La divisione della pulsazione e la sincope Limitandoci all'ambito di questo articolo, si…
Pubblicato in Cultura argentina, Musica Taggato con: , , , , , , , , , , ,

Cumparsita

L’abbraccio alla generazione che se ne va

PUBBLICATO IL 17 aprile 2020

  Terza tappa di Finché c’è tango c’è vita! Viaggio all'interno del nostro sentire La terza tappa del nostro viaggio nel tango continua a deviare da quella pianificata cercando di seguire con rispetto la scia dei tristi eventi di questo periodo. L’appuntamento di oggi inizia quindi con un estratto dei meravigliosi versi della toccante poesia di Fulvio Marcellitti che tanti di noi hanno letto in questi giorni sul web.   “Se ne va una generazione, quella che ha visto la guerra, ne ha sentito l’odore e le privazioni… Se ne vanno mani indurite dai calli, visi segnati da rughe profonde,…
Pubblicato in Opinioni Taggato con: , , , , , , , , , , , , ,

Dalla guardia vieja alla guardia nueva

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 9 aprile 2020

Le due Guardias Scrive Horacio Ferrer: «Con buen grado de aproximación, puede decirse que, cronológicmnente, la Guardia Vieja se extiende desde 1880 a 1920.» [1] e ancora «Los restantes cuarenta anos, es decir, desde 1920 a 1960, pertenecen al dominio de la Guardia Nueva.» [2]. Questa cronologia è stata successivamente approfondita da Ferrer [3]: 1880 – 1895 – La génesis. La prehistoria. La Guardia Vieja 1895 – 1910 – La eclosión. 1910 – 1925 – La formalización. La Guardia Nueva 1925 – 1940 – La transformación. 1940 – 1955 – La exaltación. 1955 – 1970 – La modernización. La vanguardia.…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, Musica, STORIA Taggato con: , , , , , , , , , , , , , ,

Il canyengue

Alle origine del tango

PUBBLICATO IL 26 marzo 2020

  Il Canyengue ha origini porteñe e vede il suo periodo d’oro nel cinquantennio a cavallo fra l’’800 e il ‘900. La sua culla è il Rio de la Plata, quella vasta area fluviale fra l’Argentina e l’Uruguay;  la musica e il fiume ne sono i protagonisti assoluti, in un contesto storico tanto complesso quanto misterioso. Si balla in modo burlesque e divertente e la sua caratteristica principale è la musicalità, l’arte di camminare restando fedeli allo spirito della musica. Ha origine dalla fusione - avvenuta nel corso dei decenni - fra ritmi africani, musiche locali e altre di importazione…
Pubblicato in Cultura argentina Taggato con: , , , , , , , ,

Adios Nonino

Il dolore dell’addio

PUBBLICATO IL 20 marzo 2020

Prima tappa [caption id="attachment_9736" align="alignleft" width="300"] Foto di Antonio Tomasino[/caption] Il nostro viaggio nel tango iniziato poche settimane fa ha dovuto effettuare una “fermata” non prevista che ci ha portati a parlare di quanto sta succedendo in questo momento storico. Il tango ha questa rara capacità di essere profondamente e strettamente legato alla vita reale da essere sempre attuale nel bene e nel male. Una delle sue caratteristiche fondamentali infatti è l’improvvisazione, così come il non previsto può entrare nella nostra vita cogliendoci di sorpresa: Finché c'è tango c'è vita non può avere quindi tappe regolari per la sua stessa…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni, STORIA Taggato con: , , , , , , , , , ,

Le Tande Magiche

di Paolo Gava

PUBBLICATO IL 13 marzo 2020

L’apprendistato, le lunghe notti passate danzando, le atmosfere di Buenos Aires, le scorribande nelle sale da ballo di mezza Europa. Bisogna ripercorrere i passi di un ballerino appassionato per comprendere l’essenza del tango, che non va cercata solo nella filosofia della danza, ma anche nelle emozioni che comunica, sollecita e pone a contatto in un gioco di intrecci, contrapposizioni, false schermaglie, seduzione. Ed è proprio seguendo queste emozioni che qui il tango viene indagato, pagina dopo pagina, alla ricerca delle sue tante storie. A essere illustrata è prima di tutto la passione, per la danza e nella danza. Prendendo le…
Pubblicato in Cultura argentina Taggato con: , , , , , , , , , ,

Osvaldo Pugliese

Si presenta

PUBBLICATO IL 16 gennaio 2020

Un maestro amico del popolo, come Aníbal Troilo, così anche Osvaldo Pugliese è tuttora percepito come un artista vicino alla gente. Sicuramente tale percezione è stata amplificata dal suo impegno per la politica, la lotta sociale, l’esaltazione della classe operaia e la cultura popolare. Critico verso le ideologie dittatoriali degli anni ’60 e ’70, vicino invece al socialismo sovietico (dedicò Milonga para Fidel al leader della rivoluzione cubana), Osvaldo Pugliese non ha mai nascosto i propri pensieri, manifestando forti critiche anche verso gli organi per la tutela dei diritti d’autore (SADAIC) e tutto ciò che ostacolava la libera circolazione e condivisione dell’arte.…
Pubblicato in Cultura argentina, Personaggi Taggato con: , , , , , ,

Roberto Goyeneche “El Polaco” si presenta

La Milonga di Alvin

PUBBLICATO IL 6 dicembre 2019

FONTE: La Milonga di Alvin  Roberto Goyeneche trascorse una vita artistica memorabile, diventando l’iconica voce del tango dalla fine degli anni ’50 e per i trenta anni che seguirono. Avendo raggiunto l’apice della carriera in un’epoca dove la televisione andava arricchendo le occasioni mediatiche già abbondanti con la radio e le riviste, abbiamo la fortuna di avere del Polaco una abbondante quantità di materiale audio-video dove è possibile conoscerne la personalità. Seguendo un breve percorso cronologico si potrebbe partire dal soprannome che Goyeneche si portò per tutta la vita…Polaco. Questo nome deriva dalla sua carnagione chiara e dai capelli rossicci…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni, Personaggi Taggato con: , , , , , , , ,