donna

Quelle scale, e poi la vita

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 novembre 2019

Quando tutto sembra uguale a se stesso, il tango può cambiarti la vita. *** Quelle scale, e poi la vita (https://www.storieditango.it/quelle-scale-e-poi-la-vita/) Sono quattro piani di scale. Ogni volta: quattro la mattina e quattro la sera. Non cambiano mai. Non diminuiscono né si moltiplicano. Sono attaccati a se stessi. A rimanere uguali, con tutto il peso delle cose che non mutano. A dire il vero, ci sono anche i mezzi piani. Danno la percezione che il quattro sia in realtà un otto. Otto la mattina e otto la sera. Pilar Arias Hermida scende quei gradini ogni giorno, non li ha mai…
Pubblicato in Taggato con: , , , ,

Troppo trucco troppo amore

StoriediTango

PUBBLICATO IL 27 agosto 2019

A volte il tango ti aiuta: non a sciogliere le contraddizioni, ma ad amarle una a una. *** Troppo trucco troppo amore (https://www.storieditango.it/troppo-trucco-troppo-amore/) Appesantita di trucco, va alla milonga. Deve nascondere una faccia che da giorni non c’è. Deve fingere di avere ancora un volto, qualcosa su cui si possa spalmare del fondotinta, stendere una polvere colorata, imprimere un rossetto. Qualcosa su cui la realtà possa ancora aderire. I capelli sono impacchettati di lacca-togli-naturalezza. Il cuore è impacchettato di paura-togli-libertà. Per fortuna la penombra ha la pietà che a volte non hanno gli esseri umani. Non nasconde tutto, ma nasconde…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , , , , , , , , ,

E se dicessi di no?

Secondo Lei

PUBBLICATO IL 18 gennaio 2019

Il tango comporta piccole scelte. Dire di sì ha un peso. Dire di no ha un peso. Storieditango entra nella mente di una ballerina di fronte a una proposta di invito non proprio gradita.  Prima parte (Lei) (https://www.storieditango.it/e-se-dicessi-di-no/) Ha fatto di tutto per evitare il suo sguardo, si è girata verso l’amica, ha sorseggiato il cocktail rosa cupo a occhi bassi, ha finto di cercare un fazzoletto nella borsa, ha controllato almeno tre chat sul cellulare, ha risposto a due. Ma ora le si è piazzato di fronte: testa di lato, busto in avanti, braccio proteso, palmo aperto, dita distese, pollice…
Pubblicato in Taggato con: , , , , , , , ,