el polaco

Roberto Goyeneche “El Polaco” si presenta

La Milonga di Alvin

PUBBLICATO IL 6 dicembre 2019

FONTE: La Milonga di Alvin  Roberto Goyeneche trascorse una vita artistica memorabile, diventando l’iconica voce del tango dalla fine degli anni ’50 e per i trenta anni che seguirono. Avendo raggiunto l’apice della carriera in un’epoca dove la televisione andava arricchendo le occasioni mediatiche già abbondanti con la radio e le riviste, abbiamo la fortuna di avere del Polaco una abbondante quantità di materiale audio-video dove è possibile conoscerne la personalità. Seguendo un breve percorso cronologico si potrebbe partire dal soprannome che Goyeneche si portò per tutta la vita…Polaco. Questo nome deriva dalla sua carnagione chiara e dai capelli rossicci…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni, Personaggi Taggato con: , , , , , , , ,

Roberto Goyeneche “El Polaco”

Discografia

PUBBLICATO IL 15 luglio 2019

Il percorso discografico di Roberto Goyeneche si sviluppa dagli anni ’50 fino a poco prima della sua morte nel 1994, contando 356 registrazioni per diverse etichette ed includendo qualche inedito. Proprio un tema inedito, Celedonio, è considerato il battesimo del Polaco, il quale firmerà un breve contratto con la RCA Víctor per incidere i primi brani nel 1952, insieme all’orchestra di Horacio Salgán. Questa collaborazione artistica continuerà fino al 1956 grazie ad un nuovo contratto, questa volta con l’etichetta TK. Nel settembre del 1956, Goyeneche mantiente il rapporto con la TK, ma cambia orchestra e viene incluso come cantor nell’orchestra…
Pubblicato in Cultura argentina, Personaggi, STORIA Taggato con: , , , ,

Roberto Goyeneche “El Polaco”

Biografia

PUBBLICATO IL 14 maggio 2019

Roberto Goyeneche nacque a Buenos Aires il 29 gennaio 1926, nel barrio di Saavedra. A cinque anni rimase orfano di padre e per la sua magrezza ed i capelli rossi e lunghi, il cantante Angel Díaz lo soprannominò “El Polaco”, epiteto che gli resterà cucito addosso per il resto della vita. Da adolescente Goyeneche si arrangiò lavorando come meccanico, autista di bus e tassista, non disprezzando la frequentazione di bar e cabaret al seguito dei grandi tangueros degli anni Trenta, tifando per il Club Atlético Platense. Nel 1944 vinse appena diciottenne il suo primo riconoscimento canoro durante un concorso per…
Pubblicato in Cultura argentina, Musica, Personaggi, Racconti Taggato con: , , , ,