gardel

Cumparsita

L’abbraccio alla generazione che se ne va

PUBBLICATO IL 17 aprile 2020

  Terza tappa di Finché c’è tango c’è vita! Viaggio all'interno del nostro sentire La terza tappa del nostro viaggio nel tango continua a deviare da quella pianificata cercando di seguire con rispetto la scia dei tristi eventi di questo periodo. L’appuntamento di oggi inizia quindi con un estratto dei meravigliosi versi della toccante poesia di Fulvio Marcellitti che tanti di noi hanno letto in questi giorni sul web.   “Se ne va una generazione, quella che ha visto la guerra, ne ha sentito l’odore e le privazioni… Se ne vanno mani indurite dai calli, visi segnati da rughe profonde,…
Pubblicato in Opinioni Taggato con: , , , , , , , , , , , , ,

Dalla guardia vieja alla guardia nueva

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 9 aprile 2020

Le due Guardias Scrive Horacio Ferrer: «Con buen grado de aproximación, puede decirse que, cronológicmnente, la Guardia Vieja se extiende desde 1880 a 1920.» [1] e ancora «Los restantes cuarenta anos, es decir, desde 1920 a 1960, pertenecen al dominio de la Guardia Nueva.» [2]. Questa cronologia è stata successivamente approfondita da Ferrer [3]: 1880 – 1895 – La génesis. La prehistoria. La Guardia Vieja 1895 – 1910 – La eclosión. 1910 – 1925 – La formalización. La Guardia Nueva 1925 – 1940 – La transformación. 1940 – 1955 – La exaltación. 1955 – 1970 – La modernización. La vanguardia.…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, Musica, STORIA Taggato con: , , , , , , , , , , , , , ,

Il tango a Barcellona

di Davide Calenda

PUBBLICATO IL 26 febbraio 2020

[caption id="attachment_9752" align="alignleft" width="300"] Festa da "Ateneu La Base" del quartiere Poble Sec, Barcelona, Luglio 2019; milonga organizzata da El Colectivo del Tango[/caption] Barcellona non è una capitale del tango!? Il legame tra il Tango e Barcellona è peculiare, ha radici storiche, s’intreccia con il carattere multiculturale di questa città, con la sua proiezione sia europea che latino-americana. Questi elementi hanno influenzato, nel tempo, il modo di ‘vivere’ il tango nella capitale catalana, di cui sono stato testimone per vent’anni. Per spiegarmi provo a rispondere ad una domanda che puntualmente mi sottopongono quando sono fuori Barcellona: Ma si balla tango…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni Taggato con: , , , ,

El Abandono I

Viaggio psicanalitico nel tango

PUBBLICATO IL 28 gennaio 2018

di Victor Hugo Del Grande Sigmund Freud fu una persona che, come tanti, soffriva di innumerevoli compulsioni e problemi cui non riusciva a dare una spiegazione. Fece di tutto per comprenderli, utilizzando la sua intuizione e dedizione per districarsi nei labirinti della mente che prima dei suoi studi erano sconosciuti. Quello che rese possibile la sua ricerca fu la sua forte convinzione di riuscire nell'impresa. Cominciò il lavoro di auto analisi nel periodo più difficile della sua vita, alla morte di suo padre, secondo lui l'avvenimento più drammatico che può capitare ad un essere umano, e lo portò avanti in mezzo…
Pubblicato in Cultura argentina, Opinioni Taggato con: , ,

“El que atrasò el reloj” di Enrique Cadicamo

Forse l'ultimo tango di Cadicamo inciso da Carlos Gardel

PUBBLICATO IL 12 dicembre 2017

di Victor Hugo Del Grande "El que atrasò el reloj" (Quello che ha mandato indietro l'orologio), è un'altra delle creazioni di Enrique Cadicamo che nacque a General Rodriguez in provincia di Buenos Aires il 15 luglio del 1900 e morì il 3 dicembre del 1999. Fu uno degli autori più prolifici della musica popolare argentina, noto ancor più per la qualità dei suoi tangos che per la quantità, anche se non si scherza con il numero delle sue canzoni pubblicate, che sono circa 1300! Il suo primo tango "Pompas de jabon", fu tra quella ventina che Gardel incise, tanti dei…
Pubblicato in Cultura argentina, Traduzioni Taggato con: , ,