storie di tango

El Beso

Storie di Tango

PUBBLICATO IL 4 febbraio 2020

Buenos Aires: sentirsi vivi nella somma delle imperfezioni.   El Beso (https://www.storieditango.it/el-beso/)   A Buenos Aires i locali non corrispondono a una milonga: sono contenitori di milonghe, corpi in cui circola un sangue che si rinnova continuamente. Cambiano i gestori, gli organizzatori, i camerieri e le divise. Resta forse il menù. Di mercoledì, El Beso – Riobamba 416 – ospita la milonga Porteño y bailarín. Si sale per una scala: corridoio con bagni e cucina a destra, reception e bar alla sinistra. Poi la sala, tavolini, sedie, pista al centro. Sudamericani, asiatici, europei, ogni età, ogni respiro, ogni pensiero: tutto…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , ,

Quelle scale, e poi la vita

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 novembre 2019

Quando tutto sembra uguale a se stesso, il tango può cambiarti la vita. *** Quelle scale, e poi la vita (https://www.storieditango.it/quelle-scale-e-poi-la-vita/) Sono quattro piani di scale. Ogni volta: quattro la mattina e quattro la sera. Non cambiano mai. Non diminuiscono né si moltiplicano. Sono attaccati a se stessi. A rimanere uguali, con tutto il peso delle cose che non mutano. A dire il vero, ci sono anche i mezzi piani. Danno la percezione che il quattro sia in realtà un otto. Otto la mattina e otto la sera. Pilar Arias Hermida scende quei gradini ogni giorno, non li ha mai…
Pubblicato in Taggato con: , , , ,

Arizona dream

StoriediTango

PUBBLICATO IL 10 settembre 2019

Se un sogno ti costa un amore. *** Arizona dream (https://www.storieditango.it/arizona-dream/) Gli avevano detto che non ce l’avrebbe mai fatta. Glielo avevano detto l’insegnante di inglese alla Marcos de Niza High School, l’insegnante di nuoto, i vicini, i figli dei vicini (gli stessi con cui giocava da piccolo, sognando vite oltreoceano). Glielo avevano detto il reverendo della Church of the Holy Spirit e perfino sua madre, che avrebbe dovuto amarlo più di chiunque altro. «Ballare non ti porterà da nessuna parte. E poi, come pensi di viverci?» Una pausa, una mano sotto il mento, e quegli occhi misti di affetto…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , , ,

Troppo trucco troppo amore

StoriediTango

PUBBLICATO IL 27 agosto 2019

A volte il tango ti aiuta: non a sciogliere le contraddizioni, ma ad amarle una a una. *** Troppo trucco troppo amore (https://www.storieditango.it/troppo-trucco-troppo-amore/) Appesantita di trucco, va alla milonga. Deve nascondere una faccia che da giorni non c’è. Deve fingere di avere ancora un volto, qualcosa su cui si possa spalmare del fondotinta, stendere una polvere colorata, imprimere un rossetto. Qualcosa su cui la realtà possa ancora aderire. I capelli sono impacchettati di lacca-togli-naturalezza. Il cuore è impacchettato di paura-togli-libertà. Per fortuna la penombra ha la pietà che a volte non hanno gli esseri umani. Non nasconde tutto, ma nasconde…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , , , , , , , , ,

Tango, baby, tango.

Il resto è martirio

PUBBLICATO IL 29 marzo 2019

Che cosa riservano le milonghe berlinesi a una ballerina italiana che, anche se studia Hegel, il venerdì sera preferirebbe non pensarci? Tango, baby, tango. Il resto è martirio (https://www.storieditango.it/tango-baby-tango/) Berlino – 23 marzo, tarda sera ma non troppo Alla TTMS suona un quartetto di tango: giovani e giovanissimi con la propulsione polacca nel sangue, mischiano la malinconia di certe musiche dell’est Europa allo schianto accorato delle terre del Río de la Plata. Tutto bello: lucette, lampadine, vetrate, tavolini, pista di legno chiaro, piano bar in cui vendono persino “Prosecco di Treviso”. I tedeschi sono assolutamente tedeschi: ballano bene, ma hanno…
Pubblicato in Opinioni Taggato con: , , , , , ,

Amore programmato

Storie di Tango

PUBBLICATO IL 11 dicembre 2018

Si può programmare l'amore? Anna credeva di sì. Poi la vita le ha detto di no. Alla fine ci si è messo anche il tango. Ecco un’altra storia di storieditango! Amore programmato (https://www.storieditango.it/amore-programmato/)   Da bambina Anna credeva che la vita fosse un po’ più quadrata, più definibile. Soprattutto, credeva che lo fosse l’amore. Un bel calendario spartito per anni e via! Fino ai dodici anni: tutto bene. Dai dodici ai quindici: i primi rimescolamenti, mi piace, gli piaccio, non mi piace, fa finta che io non gli piaccia ma gli piaccio e io faccio finta che mi piaccia il suo far…
Pubblicato in Taggato con: , ,

Massimo di Marco si racconta

Tango & letteratura

PUBBLICATO IL 25 ottobre 2018

Massimo Di Marco, giornalista senior, è entrato nel mondo del tango, ballato e scritto, nel 1996. Ha pubblicato 5 libri (4 sono su Amazon) e, con la MInimal Flores, " Scintille di tango", un recital di poesia e musica. Su YouTube il dvd con una poesia in italiano e castellano dedicata a Carlos Gavito (“Eduardito”) ha avuto oltre 4000 visualizzazioni. Il suo blog "tangocaffe.it" è una tangoteca con molte narrazioni Scrittore, giornalista, nel suo sito culturale Tangocaffè  raccoglie storie e miti del tango argentino. Cosa l’affascinata di più del mondo tanguero? Mi piacciono le origini della sua storia. Mi fanno…
Pubblicato in Interviste, LETTERATURA, Personaggi Taggato con: , , , , ,

Corpi Fratelli

StoriediTango

PUBBLICATO IL 18 ottobre 2018

Storieditango ha incontrato una coppia di artisti. Sono fratelli, sono nati a Buenos Aires, ma ora vivono uno a Dubai e uno a Los Angeles. Hanno girato l’Italia proprio lo scorso settembre. In arte: Los Hermanos Macana. Corpi fratelli (https://www.storieditango.it/corpi-fratelli/) Gui punta gli indici sul muro bianco vicino alla porta del bar, li pianta come chiodi. E da lì va su su su a tracciare due linee lungo la parete ruvida. Le linee cominciano parallele, progressivamente divergono, pian piano si allontanano. «Sai» dice Gui, «così può essere la vita di due persone. All’inizio sono un’unica cosa. Stessa strada, stesso percorso.…
Pubblicato in Racconti Taggato con: ,

Mare Verde

StoriediTango

PUBBLICATO IL 2 ottobre 2018

Anna Mio ha studiato filosofia e lavora all’università. Ha vissuto in Italia, Germania e Australia. A ventinove anni ha iniziato a ballare tango, ogni giorno si chiede perché non abbia cominciato prima. Osserva le persone dal tram, ama il gelato al pistacchio, soffre se non scrive. Uno dei suoi dispiaceri più grandi è che le scarpe da tango non vadano mai in saldo. Una delle sue gioie più grandi è che il tango non vada mai in saldo. Storieditango nasce da un pensiero molto semplice: il tango è un binocolo sul mondo. Uno di quelli con le lenti potentissime, che…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: ,