I Quadri di Daniela (II Parte)

PUBBLICATO IL 11 settembre 2007

La parola ai critici: 

Elegia del tango

L’intrigante ballo argentino protagonista assoluto nelle opere recenti della giornalista-artista bolognese.

Da sempre con la sua pittura, cerca di rappresentare le realtà interiori, “quel profondo individuale mistero che l’arte coglie dalla vita e svela in sé”; e il tango, con la sua musica, con i suoi mondi, con il suo ritmo struggente è una ulteriore suggestione in questo senso per Daniela Bellotti, pittrice ma anche tanguera, che di recente ha esposto alcune sue opere ispirate al tango nel corso dell’evento Tangodìa, che si è svolto nelle prestigiose sale del Circolo Ufficiali di Bologna, che per una giornata (il 2 aprile 2005) è stato teatro del tango argentino, con esibizione di maestri, pratica di primi passi, cena argentina e Gran Galà Milonga.
Il tango non è solo una danza, è una metafora della vita, è un modo di esprimersi, sempre vario e sempre affascinante: “è l’uomo che nel tango decide i passi e li comunica silenziosamente alla donna – spiega Daniela – la quale deve non solo capire dove l’uomo vuol portarla, ma ingentilire e colorare il passo con evoluzioni e sottolineature che rendono ogni sessione di tango uno spettacolo unico e irripetibile, come d’altronde un quadro, che non è mai simile al precedente, ma serba sempre una nuova sorpresa, una nuova attrattiva per lo spettatore”. I quadri esposti al Circolo Ufficiali rappresentano sempre un uomo ed una donna avvolti nella suggestione del tango, “ci sono occhi che si guardano, labbra che si cercano, gambe che si sfiorano e tentazioni che si parlano”. Daniela Bellotti è artista eclettica e profonda, da sempre racconta storie nelle quali uomini e donne sono protagonisti assoluti, figure che determino il loro spazio e impongono con forza la loro presenza, e trova nel tango un ambiente ideale, reinterpretando le sue iconografie, adesso scardinate da ogni accenno oleografico, grazie al suo stile figurativo sintetico ed espressivo, accentuando i tratti dinamici delle figure con l’uso del colore acceso e di tagli arditi nelle composizioni.

Ettore Bianciardi

 

tango-di-notte.jpg

Tango di notte

acrilico su tela in due pannelli, cm. 90×85, 2005

poesia-tango.jpg

Poesia – tango (omaggio a M.V. Montalbàn)

tecnica mista su tela, cm. 50×50, 2005

inspiracion-tango.jpg

Inspiracion tango

tecnica mista su tela, cm. 50×50, 2005

 ballerini-di-tango.jpg

Ballerini di tango

tecnica mista su cartone e legno, cm. 73×56, 1999-2005

tangheri.jpg

Tangheri

tecnica mista su carta Fabriano, cm. 33×24, 1999

La rassegna di quadri di Daniela Bellotti, Tangodìa, termina qui. 

Per eventuali informazioni il suo sito è: http://digilander.libero.it/dabell/index.htm o www.danielabellotti.it/

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*