PER MILONGHE

PUBBLICATO IL 16 febbraio 2008

Milano Tango Tano  alla Comuna Baires
Via Parenzo, 7 – Venerdì sera dalle 22,30 fino alle 2,30 circa.

Non è proprio in centro ma comunque comodo da raggiungere, il parcheggio abbastanza ampio anche se molto incasinato e quando piove ci si inzacchera un pò perchè è sterrato.

Qui potete trovare anche poesia, letteratura, cinema, testimonianze, immagini,infatti se fate un giro sul SITO  potrete vedere che, oltre alla milonga del venerdì, ci sono spesso durante la settimana, iniziative legate alla danza ,all’argentina, alla sua storia con video spettacoli teatrali e altro.

Il locale che ospita la milonga è un ex teatro poi cinema e oggi sala da ballo e la pista è ampia anche se in certi orari davvero strapiena (questo perchè  ci va molta gente) e fa molto caldo (vestirsi poco che così poi noi facciamo le foto della serie ohi mama!  🙂 

Attorno alla pista ci sono tutte sedie da ex cinema; ha un piano superiore (palchetto) e il musicalizador stà lassù. Il pavimento è di legno (so che questo per alcuni è un neo). Nella sala adiacente da cui però si vede la sala da ballo, trovate grandi panche e tavoloni e un buon servizio di bar dove si possono mangiare piccoli stuzzichi e dolcetti e si può socializzare.

Non è un locale “elegante”, somiglia molto ad una milonga argentina, – pochi fronzoli – basta ballare – Noi qui abbiamo trovato della bella gente, ci siamo sentiti ospiti graditi e possiamo dire che se vi capita di essere a Milano vale la pena di andarci.

Sergio e Laura

ARTICOLI CORRELATI #

6 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Bello! Mi ritrovo, da forestiera, in ciò che dite!
    Un paio di anni fa, con Gio siamo stati a Milano a vedere il “Cirque du Soleil” e uscendo dallo spettacolo siamo stati alla Comuna un paio di orette.
    Bella musica, posto caratteristico, ottimo cibo. L’unico neo, i gruppi di ballerini un pò chiusi, ma questo penso che sia un “male” comune (o solo un pò di timidezza?) 😉

    Bellissime le foto. Tasmettono il vero sabor del luogo! Almeno per me! 🙂
    Grazie

  2. Chiara Chiara ha detto:

    p.s.
    Le foto scattate a gente desnuda che ha caldo, saranno più adeguate per la serie “vedo tanga” più che per la serie “ohi mama”, sotto cui vanno pose particolari più da spettacolo che da milonga … anche se ….
    🙂

  3. myrna ha detto:

    Vorrei fare una correzione,
    la COMUNA BAIRES è fondamentalmente un teatro, gestito da un gruppo di teatro che ha 38 anni di vita. Il venerdì si trasforma in una milonga molto particolare perchè si balla in un teatro e non in una sala qualsiasi.

  4. sergioelaura sergioelaura ha detto:

    giusto Myrna mi pareva di aver evidenziato questo aspetto;il mio intervento è illustrativo dellla milonga perchè qui è un luogo di tango ma ho fatto riferimento a tutto ciò che di altro bello e interessante capita al Comuna.
    .-)
    laura

  5. myrna ha detto:

    Scusami Laura, ma nella vostra, tua presentazione della milonga BAILONGO IN BAIRES!, avete evidenziato molte cose positive che aprezzo enormemente ma avete anche parlato di un ex-teatro che poi era diventato ex-cinema, ed è sbagliato perché noi siamo un teatro di ricerca e facciamo solo quello e qualche volta il tango e non perché è moda ma perché il nostro teatro nasce (5 di maggio di 1969) a San Telmo, Buenos Aires, quindi il tango è strettamente legato alla nostra identità,
    myrna

  6. aurorabeli ha detto:

    Ti ringraziamo tanto delle precisazioni, Myrna!
    Sappiamo bene che avete una bellissima storia, lavorate da molto tempo, ed avete creato un insieme di proposte veramente belle.
    Sai com’è, a noi piace anche che abbiate lavorato per questo magnifico ballo… ed è ovvio che lo mettiamo particolarmente in risalto.
    Ma ci piacerebbe che ci spiegaste veramente bene le vostre avventure… se non ricordo male Nicky aveva voglia di intervistarvi per raccontare di voi. Magari questa è la volta buona che la cosa si perfeziona, e noi riusciamo a scoprire le vostre passioni a 360°!
    Intanto vi auguro un buon tango

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*