Sur

PUBBLICATO IL 27 agosto 2007

Visto che nell’articolo su Goyeneche ne ho parlato, vi metto qualche notiziola in più sul film di Fernando Ezequiel “Pino” Solanas.

E’ un film del 1988 e racconta del periodo della fine della dittatura argentina intorno al 1983. Floreal, un operaio incarcerato dal regime, finalmente può tornare a casa dopo cinque anni. Però, solo, nella notte, dopo tanti anni di smarrimento, davanti alla porta di casa viene assalito da paure, dubbi, vuoto. Teme che la moglie non lo voglia più, che si sia fatta una nuova vita con un altro uomo (pensa ad un ex collega). Così chiede consiglio alle ombre della notte: vaga per la città, in atmosfere da sogno, forse anche perchè nel suo girovagare è accompagnato da un amico già morto. Ma arriva il nuovo giorno e il sole del mattino dissolve il fantasma dell’amico, i dubbi e le paure. Floreal trova il coraggio di tornare dalla moglie che lo aspetta con il figlio.

Il film vinse anche il premio come miglior regia a Cannes (almeno credo) e venne lodato dalla critica per aver saputo dipingere Buenos Aires con un occhio rivolto alla politica, ma senza il peso di un film sulla politica. Va comunque ricordato che il regista è sempre stato impegnato politicamente; anche lui, esiliato in Francia, potè tornare al suo paese nel 1983 con la caduta del regime; criticò aspramente il presidente Menem e questo gli costò un attentato che però non lo fermò dall’idea di candidarsi al senato nel 1992 (quell’anno non venne eletto, ma fu eletto deputato l’anno successivo).

Nel video trovate la sequenza iniziale del film dove appunto Goyeneche canta Sur accompagnato da un signor Nestor Marconi. Ascoltando El polaco in questo film potete capire cosa intendo dire quando parlo dell’invenzione del tango-parlato di Goyeneche. Resta comunque un film imperdibile per altri motivi.

Per chi ha più curiosità e/o più tempo, segnalo altre parti del film

QUI Goyeneche canta La ultima curda accompagnato da Marconi (fare l’emborrachado gli riesce proprio bene!)

QUI Goyeneche canta Naranjo en flor accompagnando felliniani ballerini di tango.

QUI Goyeneche canta Garua sottolineando la disperazione di Floreal

Infine QUI un simpatico documento che riprende una festa fatta alla fine delle riprese dove Goyeneche canta Sur accompagnato da Marconi; la prima canzone e l’ultima. Nel video si può vedere l’ammirazione e l’amore dei fans del cantante.

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*