I Tanghi che mi piacciono: Humillacion

PUBBLICATO IL 29 settembre 2007

Humillación
Tango
1941
Música: Rodolfo Biagi
Letra: Carlos Bahr

apocalipsis.jpeg

Yo no sabía del amor que se arrodilla,
Io non sapevo dell’amore che si inginocchia,
balbuceando ruegos, manso de altiveces.
balbettando preghiere, docile di fronte alla superbia.
Fue de ese modo, con flaquezas que aún me humillan,
Fu in questo modo, con debolezze che ancora mi umiliano,
como en mi delirio, te llegué a querer.
come nel mio delirio, ti cominciai ad amare.

Hoy que despierto frente a tu liviana pasión
Oggi che mi risveglio di fronte alla tua leggera passione
en mi conciencia que sintió de lleno el rigor,
nella mia coscienza che sento piena di brividi,
brota a despecho de este amor que me envilece,
sboccia a dispetto di questo amore che mi avvilisce,
el grito rebelde de mi humillación.
il grido ribelle della mia umiliazione.

Odio este amor, que me humilló a tus antojos,
Odio questo amore, che mi umiliò di fronte ai tuoi capricci,
odio este amor, que me enseñó a suplicar.
odio questo amore, che mi insegnò a supplicare.
Ansia torpe que me arrodilló
Ansia turpe che mi inginocchiò
bajo el yugo de tu pretensión,
sotto il giogo della tua vanità,
odio este amor que al doblegar mi entereza,
odio questo amore che piegando la mia integrità,
me rebajó, a mendigar tu calor.
mi abbassò, a mendicare il tuo calore.

No te reprocho si tu amor que fue inconstante,
Non ti rimprovero se il tuo amore che fu incostante,
puso en mi existencia, sombras de abandono;
mise nella mia esistenza, ombre di abbandono;
ni tienes culpa si maldigo a cada instante,
ne’ hai colpa se maledico ad ogni istante,
lo que fue flaqueza de mi corazón.
ciò che fu debolezza del mio cuore.

Mía es la culpa por haber rodado a tus pies,
Mia è la colpa per essere rotolato ai tuoi piedi,
y es mi castigo condenar mi propia pasión,
ed è mio il castigo di condannare la mia stessa passione,
frente al reproche de mi orgullo lastimado,
di fronte al rimprovero del mio orgoglio ferito,
que no se consuela de su humillación.
che non si consola della sua umiliazione.

Si può perdere la propria dignità per un amore ?……

Qui la versione di Rodolfo Biagi con Jorge Ortiz.

Samantha Dispari y Andres Laza Moreno

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*