Ocho adelante

PUBBLICATO IL 23 dicembre 2007

Puntas abiertas e … passa la paura!
ARTICOLI CORRELATI #

36 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Dc scrive:
    Sbaglio o nel milonguero è ‘offside’ marcare un ocho adelante? Questo, se e’ vero, lo trovo un limite, come trovo un limite anche non poter infilare le mie zampette tra quelle della donna….

    Secondo me è la solita questione di praticità. Non è che non ci sia l’ocho adelante, è molto scomodo farlo e, soprattutto per le principianti, richiede una tecnica di dissociazione che non hanno. Comunque è più “gentile” chiamare un ocho cortado, … creato proprio per l’abbisogna!
    Poi sul discorso di infilare le gambtte … esercitati…vedrai che ce la farai!
    😉

  2. lucy ha detto:

    questa non l’avevo mai sentita… se ne sentono proprio tante eh? quanto all’infilare le zampette: se non pensi di andarci tutto te stesso, è dura che le tue gambe si insinuino a sacar, per esempio. (siccome è natale, doc, fai buon uso dei verbi infilare, andarci, insinuarsi).

  3. dctango dctango ha detto:

    Per esempio quando ballo con la Dori l’è veramente dura riuscirci, per come tiene le gambe serrate e per gli ocho stretti stretti che fa’. Ma ho visto altre milonguere che lo si fanno infilare !!! 😀

  4. Chiara Chiara ha detto:

    Dc
    è solo questione di tempo, in tutti i sensi: sia che ci vuole tempo per riuscirci, sia che devi trovare il momento giusto per farlo … Penso che la donna faccia gli ocho per come le vengono chiamati. Non può farli piccoli a priori … dipende da dov’è il ballerino … mica può restare indietro rispetto a lui… quindi datti da fare … e facci sapere!
    🙂

  5. dctango dctango ha detto:

    Non è così, altrimenti perchè con alcune mi riesce di fare allargare le gambe e con altre no ? Perchè con alcune c’è la ricezione dell’ocho più largo e con alte no ?

  6. lucy ha detto:

    può essere in parte come dici tu perché tutti e tutte mettiamo in atto le cose “de chiatto” come le abbiamo apprese (strette, larghe), in parte, e spesso del tutto, se la ballerina ascolta, dall’impulso che metti. vuoi aprire 30 – 50 – 100 cm: si sente!
    vuoi entrare? un nanosecondo di differenza tra te e lei ci deve essere: lì tu fai il tuo disegno lì lei aspetta. è invisibile, ma deve esserci.

  7. dctango dctango ha detto:

    Per esempio con la mia ballerina, che è normale, riesco ad entrare in sacada atràs ogni tanto. Forse perchè anche lei viene dal salòn…

  8. lucy ha detto:

    guarda: ieri sera c’era pablo garcia, della compagnia di miguelangel zotto. bel ragazzo e muy elegante. ha ballato, tra le altre, con una ragazza che conosco, non espertissima, che balla milonguero stretto. le ha fatto fare di tutto (oh: non si è esibito, ha fatto cose da milonga) lei è stata bravissima. hanno ballato stretti perchè lei preferisce così, eppure…

  9. dctango dctango ha detto:

    Si ma quello è ballerino professionista, vuoi mettere.
    Invece io ho visto dal vivo dei ballerini di Zotto, che in milonga non facevano 2 passi dico 2 senza invadere lo spazio altrui e senza disturbare chi era loro vicino e senza tra l’altro fare cosa eccelse. Piuttosto giovani.

  10. lucy ha detto:

    lui è uno di quelli: ma era un amore e rispettosissimo. quello che volevo dire è che le donne più ferree si sciolgono in base a chi le comanda: è ovvio che ho portato un caso-limite.

  11. dctango dctango ha detto:

    L’altra sera ho ballato al Tangoy con una molto più brava di me. Vorrei ringraziarla ancora per esser stata così paziente.

  12. lucy ha detto:

    siamo un po’ OT, ma non importa: posto che non è bello far lezione in milonga (di solito lui a lei), perchè certuni (e l’ho letto ieri o l’altro ieri) sostengono che la donna non dovrebbe attuttire gli errori di un ballerino meno esperto, ma lasciare che pasticci e non rispondere con rettifiche? non è un modo implicito di fare la maestra?
    quando mio marito balla con le maestre argentine ( o con chiara, che tanto è lo stesso!) oltre a uscirne gratificato dalla leggerezza e scioltezza, le “ringrazia” per aver intuito le inevitabili inadeguatezze.
    sennò verrebbe fuori tutto un ops, scusa! ops, scusa! sai che bello?!

  13. dctango dctango ha detto:

    No, è andata piuttosto bene in apparenza. E lei non ha insegnato un bel nulla 😀 anche se so che magari non si sarà divertita come avrebbe voluto. Così come non mi sono divertito affatto io ballando con una alla seconda lezione di tango e con gli stivali. Ebbene si, ho ballato con la gatta con gli stivali !!! 😉 Però ogni tanto si può fare…

  14. Chiara Chiara ha detto:

    Oh Lucy
    ora mi commuovi. Non merito tanto.
    Comunque in genere non correggo a parole: sistemo il peso, i piedi…e via andare. Mi va bene tutto e mi diverto pure…basta non finire per terra e ci sta tutto!
    ma non mi sento affatto maestrina. Poi se uno mi chiede un consiglio… ci schiaffiamo nell’apposito angolino e due parole non si negano a nessuno! So’ pur sempre ‘na prof!
    🙂

  15. lucy ha detto:

    ehi, doc! fai finta di aver bisogno di un aiutino e ti schiaffi nell’angolino?

  16. dctango dctango ha detto:

    A me da enorme fastidio se mi correggono.
    E quando lo faccio io, nel caso la tanguera sia veramente un disastro, le chiedo anticipatamente se “le dispiace se le do qualche consiglio” e di solito capita dopo che lei si è già scusata 10 volte per la sua “incompetenza”, giustificata il più delle volte dal fatto di essere una principiante, e ci sta, oppure una autodidatta.

  17. dctango dctango ha detto:

    Io mi schiaffo nell’angolino solo per fornicare 😆

  18. lucy ha detto:

    approposito: una principiante mi ha detto che ha visto degli stivali da tango… è possibile? apro subito una sottoscrizione per salvare:
    – le gambe e le grazie femminili dal rischio di estinzione
    – i lombrichi californiani che meritano di alloggiare altrove (tipo nelle nike dei miei alunni)
    – i pantaloni degli uomini con quello che costano
    – il lavoro dei pedicure
    – altro

  19. Chiara Chiara ha detto:

    da salsa esistono da un bel po’. Forse sono una rivisitazione…ma penso siano scomodi.
    Anche se a fine serata un paio di tanghi in stivali in genere non me li leva nessuno! 🙂

  20. lucy ha detto:

    e gli stivali poi, chi te li leva?

  21. Chiara Chiara ha detto:

    Che domande?
    ….
    Me li levo da sola!
    🙂
    😀
    🙂

  22. dctango dctango ha detto:

    Mo altrimenti te li sfilo io !!! 😆

  23. Chiara Chiara ha detto:

    ma perchè?
    Non danno mica tutto sto fastidio
    😉

    Oh!
    famo basta che è Natale?
    🙂

  24. dctango dctango ha detto:

    Va bene te li sfilo dopo Natale 😆

  25. motogio ha detto:

    consiglio questa sequenza:
    rebote: da piedi uniti a sx av, piccolo appoggio e poi apertura a sx, in pratica come una salida cruzada con un corte nel tre e un due ripetuto… insomma un rebote con il piede sx.
    Ripeterlo qualche volta con fare morbido. Abituare la ballerina a questo passo e questa monotonia.
    Quando adesso viene fatto il passo due laterale, ben aperto e cadenzato: zacchete sacada sx dell’uomo, invece di poggiare la gamba sx a terra.
    Si può anche ripetere subito saltando i rebote.
    In bocca al lupo.

    Per le zapatos consiglio di abituarsi a ballare con tutto su qualsiasi superfice. Chiaro che bisogna stare attenti alle ginocchia se si fanno dei giri su fondi appiccicosi.

  26. lucy ha detto:

    ocio che mi si è risvegliato gio’! bentornaaaaaaaaaaaaaaaatooooo! smack!

  27. Dori ha detto:

    ..Per esempio quando ballo con la Dori l’è veramente dura riuscirci, per come tiene le gambe serrate e per gli ocho stretti stretti che fa’. Ma ho visto altre milonguere che lo si fanno infilare !!!…
    🙂

    Niky, mi fai schiattare dalle risate…!
    Non sono facile all’infilo!!!
    Per ora ci riescono in pochi…vejos milongueros!!!Vedi che Chiara e Lucy ti hanno ottimamente consigliato sull’infilo…
    Ma ..è Natale….non farmi dire cio’ che..non santifica!
    Besositi a tutti, a chi infila e.chi no!!
    🙂

  28. dctango dctango ha detto:

    Sto per arrivare Dori,
    e mi raccomando allarga un poco le gambette ogni tanto (che non è la stessa cosa di dire “allarga le cosce ogni tanto” 😆 )
    Tanto Natale è passato !!! 😀

  29. Dori ha detto:

    Potrsti provare con la pittoresca, lei ha sempre le gambe aperte!!!
    A piu’ tardi!
    🙂

  30. dctango dctango ha detto:

    Ieri le ho visto la…
    mutanda, era bianca !!! 😉

  31. lucy ha detto:

    non so di chi parliate, ma mi sembrano i discorsi dei maschietti delle elementari! :-))

  32. dctango dctango ha detto:

    Ti sei persa uno spettacolo assai poco edificante: della serie vedo panciera !!!

  33. lucy ha detto:

    bleah! non oso immaginare il contorno alla pancera e alla mutanda!

  34. dctango dctango ha detto:

    Era barricata da pantacollant ascellari !!! Sai noi musicalizadòr quando voi fate le acrobazie in pista abbiamo una visuale privilegiata !!! :Dn 😆

  35. Chiara Chiara ha detto:

    Su questo ti do piena ragione. Dovendo osservare la pista per ragioni di lavoro, quando musicalizzi, ti fai una bella esperienza!!! A me piace un sacco! 😉

  36. dctango dctango ha detto:

    Si è divertente. Diciamo che guardiamo il tango da una prospettiva diversa.

    A proposito di musicalizaciòn oggi non sto nella pelle: ieri una coppia è venuta e non finiva di complimentarsi per la musica.
    L’unica cosa che mi fa stare con i piedoni per terra è che verosimilmente la cultura musicale dei tangueros è ancora piuttosto bassa e quindi qualche strafalcione te lo fanno passare senza troppi rimproveri, anzi, neanche se ne accorgono…
    La cosa non mi scandalizza affatto: siamo ancora culturalmente giovani tanghisticamente parlando….
    Ieri per esempio ho messo una tanda di Troilo che faceva veramente ca…re….
    Me ne sono reso conto solo ascoltandola in sala…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*