Tango: affinità di pelle

PUBBLICATO IL 26 marzo 2008

Affinità di pelle?

pelle

Non c’è un motivo razionale se il tango “funziona” o “non funziona” con una determinata persona.

È una inspiegabile sintonia (o distonia) che abbiamo provato un po’ tutti: persone che ci sono simpatiche, ma non ci vorremmo mai ballare insieme, oppure altre che non ci dicono granché, ma per ballare sono il massimo…

Certe volte con una persona ci balli anche se sai che ti farà una doccia di sudore, o anche se magari è principiante, perché capisci che c’è sintonia.

Certe volte scopriamo che alcuni/e vanno bene per la milonga ma non per il tango, o viceversa…

Ecco, questa è una delle cose che mi affascinano, del tango!

Anche per questo, ogni serata può essere una sorpresa, una scoperta…

ARTICOLI CORRELATI #

18 commenti

  1. lucy ha detto:

    ema: e dài che noi l’affinità elettiva ce l’abbiamo! a quando la verifica?

  2. emanuele emanuele ha detto:

    Stasera al Media Luz?

  3. doribaby doribaby ha detto:

    Sfrontato!!!
    Urka, che scoop!!
    🙂

  4. emanuele emanuele ha detto:

    Un pizzico di sfrontatezza rientra nel personaggio, no?

  5. doribaby doribaby ha detto:

    Ma certo che si!

  6. emanuele emanuele ha detto:

    Ciao Dori, devo andare. Buon pranzo.
    Besos

  7. lucy ha detto:

    no, metto musica fino ad una certa ora da un’altra parte…

  8. DjMorokal ha detto:

    mi viene in mente una frase (ma non ricordo sinceramente chi l’abbia detta)…
    “L’anima libera è rara, ma quando la vedi la riconosci, soprattutto perché provi un senso di benessere quando gli sei vicino.”

  9. emanuele emanuele ha detto:

    Della Lucy D.J. non sapevo nulla… cosa? dove? come? quando?… e balli anche mentre metti musica? :-0

    Morokal, parli di “anima libera”… posso anche essere d’accordo, ma le affinità in milonga spesso si avvertono pur non avendo avuto possibilità di scambiarsi nemmeno una parola… forse è un tipo diverso di “affinità”, non trovi?

  10. Zuccabarucca ha detto:

    Bazzico nel tango da molto poco, ma una cosa che ho capito e che mi piace da matti è scoprire le affinità diverse con altrettanti ballerini… è molto molto molto piacevole… ma anche scoprire che ogni tango è un tango nuovo, seppur con lo stesso partner, niente sarà mai uguale… è la magia del tango!

  11. Franco ha detto:

    Benvenuta nella magia 😀 😉

  12. Alberto Alberto ha detto:

    Effettivamente è strano, mi è capitato con due ballerine che a prima vista mi davano, e tutt’ora danno, un sensazione di antipatia… ma quando balliamo è “tutt’un’altra cosa”….

  13. lucy ha detto:

    no, quando metto musica non abballo: è questo il guaio!

  14. Chiara Chiara ha detto:

    Evviva il Pc!!!
    Ballo di meno…ma ballo!

  15. emanuele emanuele ha detto:

    Benvenuta Zuccabarucca, vedo con piacere che la pensiamo alla stessa maniera!
    Io mi faccio guidare dallo sguardo e, se c’è, dal sorriso dela donna: è più facile godere la tanda, e aumenta la probabilità di essere in sintonia…
    (e non capisco quelli che disdegnano la mirada…)

  16. emanuele emanuele ha detto:

    Lucy, sei un po’ avara di notizie, però!
    Se non vuoi andare O.T., passa a Charlemos, ma racconta un po’ di più…

  17. deborah deborah ha detto:

    Già, una strana alchimia quella dell’affinità.
    Ci sono persone che attirano la nostra attenzione e la nostra curiosità che si rivelano deludenti, altre invece passano del tutto inosservate e ci sorprendono per l’immediata sintonia che fanno scattare al primo abbraccio…
    Chimica? Fisica? Anatomia? Astrologia? Magia? Spiritualità? Misticismo?
    Vallo a spiegare a chi non balla il tango!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*