Omaggio a Gerardo Matos Rodriguez

PUBBLICATO IL 28 marzo 2008

Il 28 marzo del 1897 nasceva a Montevideo, nell’altra sponda del Rio de la Plata, il pianista, giornalista e compositore Gerardo Hernán Matos Rodríguez, detto Becho, da tutti conosciuto come uno dei papà della Cumparsita.

Inizialmente nemmeno lui aveva capito di aver composto quello che per molti diventerà l’inno del tango, tanto è vero che vendette i diritti del brano all’editore Breyer di Buenos Aires. Però li ricomprò nel 1923, grazie all’aiuto di alcuni amici.
A detta di molti esperti del settore, La Cumparsita è molto semplice e d elementare, ma proprio per questo ben si è prestata alle migliaia di orchestrazioni differenti che ne sono state fatte!
Se volete conoscere la sua storia QUI trovate diverse curiosità. Se invece volete ascoltarne di curiose, vi rimando a quelle postate QUI da Mario Cambiaghi, famoso collezionista di questo tango!

Oltre alla sua carriera come console dell’Uruguay, che lo portò anche in Europa, ovviamente si dedicò alla musica, componendo per alcuni film e per la sua orchestra tipica. Altri suoi tanghi che sicuramente tutti abbiamo ballato o ascoltato sono ad esempio Che pausa oì, con le parole di Cadicamo oppure Adios Argentina La muchacha del circo.

Ogni milonga in cui musicalizzo si apre con la Cumparsita e si chiude con tre o quattro versioni della stessa. Oggi più che mai!!! 😉

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*