El Puente de Nueva York

PUBBLICATO IL 24 maggio 2008

Il 24 maggio del 1883, 125 anni fa, inaugurarono uno dei più bei ponti del mondo, il famosissimo Ponte di Brooklyn. Domani a New York ci saranno festeggiamenti, fuochi d’artificio, un concerto della Brooklyn Philarmonic e grandi parate sul ponte (magari per qualcuno ci scappa pure un tango!).

Fu progettato nel 1867 da John Augustus Roebling, che però morì due anni dopo l’inizio dei lavori. Prese il posto il figlio Washington, anche lui rimasto paralizzato in seguito a una embolia gassosa (problema che uccise molti operai che si occupavano delle fondamenta marine). I lavori furono terminati sotto la direzione della moglie/mamma Emily Warren Roebling. Inizialemente vi passavano le carrozze, i pedoni e una teleferica; oggi è attraversato ogni giorno da circa 125 mila auto!!!

 

Ora chiedo il vostro aiuto: Carlos Gardel girò molti film a New York: “El dia que me quieras“, “Questa Abajo“, “Tango bar” e tanti altri… Avete mai visto una scena girata con lo sfondo del “Puente de Nueva York“? Magari proprio mentre canta “el dia que me quieras”…
Mi piacerebbe davvero! E’ pur vero che la maggior parte delle scene saranno state girate negli studios, ma qualche esterno ci sarà pur stato? La caccia è aperta!!! 😀

Intanto vi lascio ascoltare la voce di Michael Bolton che, accompagnato dal pianista argentino Raul Di Blasio canta proprio “El dia que me quieras” (QUI un pò in spagnolo e un pò in inglese….)

Un caro saluto
Chiara

ARTICOLI CORRELATI #

4 commenti

  1. farolit ha detto:

    Post interessante davvero. Una chicca come sempre!
    Ma in questo periodo non riesco a sentire parlare di costruzione di Ponti senza avere reazioni scomposte.
    Datosi che, dalle mie parti( Stretto di Messina) col nuovo governo l’ecominaccia incombe nuovamente e noi 15.000 antipontisti siamo disposti ad incatenarci appena arrivano le ruspe.
    lo dice la sardinaaaa, lo dice il capodoglioooo, il ponte sullo stretto non-lò- voglioooo
    😉

  2. Chiara Chiara ha detto:

    Non dirmi così!!!
    Io sto aspettando il ponte per decidermi finalmente a venire in Sicilia!!!
    Ecco! Forse una ragione in più per non costruirlo!!!
    🙂

  3. farolit ha detto:

    Guarda che in Sicilia ci si arriva – da che mondo è mondo – in ferryboat!
    Omero (gà) ne parla, se vogliamo.
    E poi per “decidersi a venire in Sicilia” ci vuole la voglia… almeno sentire il richiamo, come in quel tango, hai presente? Vueeeelvo al Suuur….
    Quiggiù dai tempi di Ulisse in poi aspettiamo tutti a braccia aperte.
    🙂

  4. Chiara Chiara ha detto:

    Lo so che la parola ferryboat dovrebbe ispirarmi sicurezza! In fondo suona un pò come “Botte di ferro” 😀
    Ma io preferirei 4 ruote su un pò di cemento!!!
    🙂
    vabbè…prima o poi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*