Il fascino dell'ignoto

PUBBLICATO IL 3 giugno 2008

Questo post è dedicato a chi teme l’approccio con la mujer sconosciuta:

medusa

1) Come mai Ulisse, che ci ha messo 20 anni per tornare a casa, è poi ripartito subito dopo per le colonne d’Ercole? Forse perché Penelope aveva ripreso a fare la tela? Forse perché sperava in un’altra avventura con Calipso? O perché subiva il fascino dell‘ignoto???

DrLivingstoneIPresume

2) Ma chi glielo ha fatto fare al Dr. Livingstone di andare alla ricerca delle sorgenti del Nilo, se non il desiderio di addentrarsi in territori inesplorati?

sandokan

3) Perché mai Salgari scrisse nei suoi libri di genti e luoghi mai visti, se non perché subiva la provocazione creativa dell’esotico?

CapoVerde

4) Come mai le nostre babbione hanno imparato a mollare Rimini per andare in vacanza a Capo Verde, se non per sperimentare le infinite potenzialità delle popolazioni locali?

Ecco, fatevi la domanda, datevi la risposta e poi pensate: Ma quanti Ulisse, quanti Livingstone ci sono stati nella storia dell’umanità? Ebbene si, chi fa scelte di questo tipo è sempre una minoranza, ma questa minoranza è quella che poi lascia il segno del suo passaggio nella storia!

Bene, mi rivolgo a voi, maschi tangueri che tremate come un budino davanti ad una gonnella forestiera, voi che chiedete informazioni per mesi prima di avvicinarvi a quella mujer che nessuno vi ha mai presentato… Si, proprio voi, “Considerate la vostra semenza: fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza…

– Ignoto…

– Territori Inesplorati…

– Esotico…

– infinite potenzialità…

Qual è il vostro punto di vista?

ARTICOLI CORRELATI #

23 commenti

  1. Chiara Chiara ha detto:

    Bella domanda!
    Ovviamente non sto rispondendo in quanto uomo timoroso di invitare la forestiera, sebbene sappia di che si parla, in quanto sono stata parecchie volte forestiera seduta! :-).
    Però commento in quanto tardona riminese … anche qui abbiamo i nostri bei manzi! Se le tardone forestiere non ci vengono più è perchè a Capo Verde c’è il mare più bello! 😆

  2. Franco ha detto:

    Allora..

    Ulisse nei 20 anni trascorsi, si era dimenticato quale era il vero motivo di tale lunga assenza.. poi, tornato a casa, ha visto Penelope e se n’è improvvisamente ricordato.. 😆

    Le babbione in Capo Verde, hanno trovato: mare più bello e la famosa specialità africana denominata “The big bamboo”.. 😆

  3. Chiara Chiara ha detto:

    Quello c’è anche qui…è pieno di africani! Ma in più a Rimini abbiamo “the big tangoo!”

    🙂

  4. doribaby doribaby ha detto:

    No, caro Ema!La storia, quella “vera” non la fa la minoranza coraggiosa,la fa la gente comune…insomma, quella che è timorosa d’invitare!!
    😉

  5. plinsky ha detto:

    mizziga ema, ma ciai un sacco di tempo libero eh? :O)

  6. plinsky ha detto:

    auroraaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa… se sapevo che mi mettevate questo avatar col cavolo che scrivevo!
    besos

  7. Scarlett ha detto:

    L’ignoto affascina e intimorisce.
    Rapportato al tango e all’invito secondo me si sposa anche con l’insicurezza personale, che rende l’ignoto ancora più spaventoso.
    Certo messa così e con questo fior fiore di paragoni, l’invito diventa una bazzecola!
    La prossima volta che mi sento fremere come una “frasca” al pensiero di invitare qualche ometto interessante penserò alle babbione di Rimini che affrontano viaggi “perigliosi” alla volta di Capo Verde e mi farò coraggio!!!

    🙂

  8. Franco ha detto:

    Nota: Le babbione NON erano di rimini, ma andavano a rimini in vacanza prima di scoprire capo verde ed i capoverdiani.. 😉 😆

  9. Chiara Chiara ha detto:

    Plinsky? … con un nome così che avatar volevi???
    😆

    a parte gli scherzi, se uno non carica un suo avatar personale, WordPress gliene affibbia uno a caso!!! Perciò provvedi! 🙂
    Anzi no, ti prego…è da un’ora che rido come una scema!!!
    😆

  10. emanuele emanuele ha detto:

    Caro Lucio, l’avatar ti calza meglio di una foto, devo dire!
    Tempo libero? What???

  11. Raffaele ha detto:

    Visto che si parla di avatar, che ne dite del mio ? Credo mi calzi a pennello, no Chiara, tu che mi conosci ?

  12. Raffaele ha detto:

    Non è che hai sparso voce della mia “timidezza” e mi hai fatto appioppare quel pomodoro viola con chioma bionda e riga in mezzo, tipico dei tangueros tremanti di cui parlavate all’inizio!!!!!

  13. plinsky ha detto:

    scusate, non voglio andare fuori tema ma devo provare una cosa…

  14. dctango dctango ha detto:

    Che bell’avatar che hai, ma te li scelgono apposta per te ? Sono firmati ? 😆

  15. dctango dctango ha detto:

    Io sono intervenuto poco perchè in relatà mi eccita l’incontro con la sconosciuta… e più è sconosciuta e più mi intriga…

    Piuttosto se devo tremare come un budino di solito tremo di fronte alle ballerine molto più brave di me, ma piano piano sto superando questo complesso stupido stupido….
    In realtà ci sono molte ballerine bravissime che sono anche umilissime e non disdegnano di ballare con tangueros inferiori al loro livello e scoprirlo è sempre un piacere…

  16. Chiara Chiara ha detto:

    @Raffaele
    Che sei timido lo devi raccontare a chi non ti conosce!!! 😀

    @Plinsky
    Non so della prova (posso immaginare!), ma anche con questo avatar mi son fatta trecento risate…Ma penso che ormai morirò con ogni avatar che ti appiopperà il sistema!
    😆 Grazie sei simpaticissimo…

  17. plinsky ha detto:

    e allora ditelo… pensare che son convinto di essere quasi esperto e non riesco a mettermi lavatar che voglio io! sgrunt!

  18. dctango dctango ha detto:

    L’avatar che gli appiopperà il sistema: “Il fascino dell’ignoto” ahahahah

  19. plinsky ha detto:

    hehehe… sto uordpress è solo lento a digerire le cose… :o)

  20. Chiara Chiara ha detto:

    Gulp!!!
    Questo non mi fa tanto ridere!

    Anzi no!
    Miiii! Brrrr! Che brutta cera!
    😆

  21. dctango dctango ha detto:

    Come sei dimagrito, da chi vai ? 😆

  22. plinsky ha detto:

    corpodibacco, non conscete achmed? ma se è tenerissimo! :o)

  23. plinsky ha detto:

    se avete voglia di ridere un po’ e se davvero non lo conoscete potete vederlo qui:
    Achmed

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*