Le Tande Magiche

di Paolo Gava

PUBBLICATO IL 13 marzo 2020

L’apprendistato, le lunghe notti passate danzando, le atmosfere di Buenos Aires, le scorribande nelle sale da ballo di mezza Europa. Bisogna ripercorrere i passi di un ballerino appassionato per comprendere l’essenza del tango, che non va cercata solo nella filosofia della danza, ma anche nelle emozioni che comunica, sollecita e pone a contatto in un gioco di intrecci, contrapposizioni, false schermaglie, seduzione.

Ed è proprio seguendo queste emozioni che qui il tango viene indagato, pagina dopo pagina, alla ricerca delle sue tante storie. A essere illustrata è prima di tutto la passione, per la danza e nella danza. Prendendo le mosse dalla storia del ballo, Paolo Gava ci guida fino al cuore di questo fenomeno planetario, spiegando le dinamiche delle coppie che si formano, ballano e infine si sciolgono con le ultime note della musica nel corso delle Tande, come vengono chiamate nel tango le sequenze di tre o quattro brani musicali. Tande che non si possono prevedere, arrivano inattese e non si scordano più. Perché il tango non è soltanto quello che si vede, è soprattutto quello che si sente.

Paolo Gava 

E’ un appassionato di tango argentino, ballerino dilettante di lungo corso. Oltre che in Italia, dove attualmente risiede, ha vissuto in Francia, Olanda e in Inghilterra. Ha studiato con tutti i maestri che ha incontrato sul suo cammino: fra questi, Tobias Bert, Esteban Moreno, Eduardo Arquimbaud, Osvaldo Zotto, Facundo Posadas, Javier Rodrigues, Osvaldo Roldan, Gustavo Naveira, Marcelo Alvarez, Roberto Herrera, Osvaldo Cartery, Graciela Gonzales, Chico Mariano Frumboli, Mirta Tyseira, Ricardo Viqueira e Miguel Angeles Zotto, solo per citare i più famosi. Ha ballato in tutti i posti possibili e immaginabili in giro per il mondo, sfruttando ogni occasione di viaggio, di lavoro o di vacanza. Ha fatto il suo pellegrinaggio a Buenos Aires e ne è tornato segnato, come si evince ad ogni pellegrino.

ARTICOLI CORRELATI #

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*