2 – Seconda Posizione

Il giorno prima che cambiasse il mondo

StoriediTango

PUBBLICATO IL 22 maggio 2020

(https://www.storieditango.it/il-giorno-prima-che-cambiasse-il-mondo/) Venti febbraio duemilaventi. Il mondo è com’è sempre stato. Cioè a un punto dal cambiare. Cioè in bilico come ogni giorno. Ma non sempre pende nello stesso modo. A volte l’inclinazione non è percepibile dagli esseri umani, o è percepibile solo da alcuni. È quando l’inclinazione è percepibile da tutti che il mondo sta davvero cambiando. Viola Vento cammina sul limite senza saperlo – ma che ne sai, quando ti ci trovi, che sotto i piedi hai quella linea divisoria tra un prima e un dopo? Viola è a una milonga di quasi-carnevale in cui tutti sono quasi-mascherati, nel…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , ,

Una storia di Tango

Il bandoneonista Corrado Miotti

PUBBLICATO IL 19 maggio 2020

"Come hai scelto il tango? Non l'ho fatto. Il tango ha scelto me.” Con la celebre frase di Pablo Veron dal film Lezioni di Tango con Pablo Veron e Sally Potter condividiamo la storia di Stefano Gazziano, un uomo che è stato scelto dal tango per raccontare il tango e uno dei suoi protagonisti. <<Mi chiamo Stefano Gazziano, sono un fisico attualmente al CNR di Pisa, ho 64 anni con una esperienza tra Accademia e industria cominciata nel 1981.  Laureato in Fisica a Roma, Fulbright in USA, tornato in Italia ho lavorato prima in ENI poi con un gruppo di…
Pubblicato in Cultura argentina Taggato con: , , , , , , ,

Danzarin

Un ultimo tango, un tango mas

PUBBLICATO IL 15 maggio 2020

Quinta tappa di Finche c'è Tango: Viaggio all'interno del nostro sentire  Abbiamo parlato dell’amore nel tango nella nostra precedente tappa, effimero o eterno chi può dirlo. In qualsiasi amore c’è sempre un ultimo tango, un ultimo incontro, un ultimo momento,  quel preciso attimo in cui vorresti ancora una seconda possibilità, in cui vorresti ballare “un ultimo tango”. Ecco perché oggi la nostra rubrica racconta di Un tango mas, quello splendido film che molti tangueri hanno visto, ma non tutti perché distribuito in un circuito ristretto. Un film ben diretto, ben recitato, dove viene narrata una reale storia d'amore legata al…
Pubblicato in Opinioni Taggato con: , ,

Da quel giorno io ti penso

StoriediTango

PUBBLICATO IL 12 maggio 2020

  Mi hanno detto: per un po’ non si fa. Non si fa che cosa? Gli abbracci, il tango. Questa storia di avere un corpo. Ma quanto dura per un po’? Nessuno lo sa. Però un po’ dura. All’inizio hanno chiuso le milonghe, poi hanno ridotto le lezioni, distanziato le persone, castigato le braccia, ammonito i cuori. Alla fine hanno sigillato tutto. Figurarsi: proprio il tango, che si sta appiccicati; proprio il tango, che ci si respira addosso. Proprio il tango, che è il modo più diretto di inabissarsi nell’abbraccio di un altro. Sembrava di essere improvvisamente sotto una dittatura,…
Pubblicato in Taggato con: , , ,

Lucia Conte

Poliedrica del Tango

PUBBLICATO IL 8 maggio 2020

L’intervista che vi proponiamo è frutto di una piacevole chiacchierata telefonica con la cantante Lucia Conte, un’artista completa che giovanissima ha scoperto il Tango e da allora non ha mai smesso di amarlo e interpretarlo. Lucia Conte nasce come cantante lirica con alle spalle una formazione classica, come è avvenuto l' incontro con il tango e come ha arricchito la sua vita professionale e personale? L’incontro con il tango è avvenuto quando avevo circa vent’anni, grazie a una pianista, con la quale tutt’ora collaboro, Monica Terlizzi, che ascoltandomi un giorno mi disse che la mia voce sarebbe stata perfetta per il…
Pubblicato in Interviste, Musica Taggato con: , , , , , , , , , , ,

Hoy como ayer

L'amore nel tango

PUBBLICATO IL 29 aprile 2020

Quarta tappa  di Finché c’è tango c’è vita! Viaggio all'interno del nostro sentire Non basta certo una tappa e non basta forse nemmeno un libro o una vita per parlare di amore, nel tango così come nella vita, con le sue mille sfumature e le sue ennesime contraddizioni. Ma l’amore è un tema senza tempo, senza luogo, senza contesto: ed è l’unico argomento che riesce a mantenersi all’interno della scaletta originaria del nostro viaggio, più volte cambiato, ripianificato per il momento storico che stiamo vivendo tutti. Forse perché solo l’amore può salvare ogni cosa. Finchè c’è amore, c’è vita! Quando si…
Pubblicato in Opinioni Taggato con: , , , , ,

I modelli ritmici dell’America Latina

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 21 aprile 2020

I modelli ritmici della Guardia Nueva sono un'eredità delle forme musicali di tutta l'America Latina. Questi ritmi si definiscono sul finire del XIX secolo in un tortuoso percorso etnomusicologico a partire dall'incontro delle culture europea, africana e precolombiana. I fenomeni di transculturazione e creolizzazione delle forme, il modificarsi delle prassi esecutive, la ida y vuelta della musica lungo le rotte atlantiche, la denominazione delle forme, sono tutti approfondimenti necessari se si vuole capire l'origine del tango argentino. Tutto questo, naturalmente, armati di un minimo di solfeggio. I. La divisione della pulsazione e la sincope Limitandoci all'ambito di questo articolo, si…
Pubblicato in Cultura argentina, Musica Taggato con: , , , , , , , , , , ,

Dalla guardia vieja alla guardia nueva

Appunti sul tango argentino

PUBBLICATO IL 9 aprile 2020

Le due Guardias Scrive Horacio Ferrer: «Con buen grado de aproximación, puede decirse que, cronológicmnente, la Guardia Vieja se extiende desde 1880 a 1920.» [1] e ancora «Los restantes cuarenta anos, es decir, desde 1920 a 1960, pertenecen al dominio de la Guardia Nueva.» [2]. Questa cronologia è stata successivamente approfondita da Ferrer [3]: 1880 – 1895 – La génesis. La prehistoria. La Guardia Vieja 1895 – 1910 – La eclosión. 1910 – 1925 – La formalización. La Guardia Nueva 1925 – 1940 – La transformación. 1940 – 1955 – La exaltación. 1955 – 1970 – La modernización. La vanguardia.…
Pubblicato in Cultura argentina, Didattica, Musica, STORIA Taggato con: , , , , , , , , , , , , , ,

Rinascerò

Tango di rinascita

PUBBLICATO IL 3 aprile 2020

[caption id="attachment_9736" align="alignleft" width="300"] Foto di Antonio Tomasino[/caption] Seconda tappa del viaggio all'interno del nostro sentire di Finché c’è tango c’è vita! La nostra rubrica ha un intento sempre molto chiaro nel contestualizzare il tango al momento presente perché crede nel valore “senza tempo e luogo” di questo ballo che lo lega strettamente al fluire della vita e quindi anche ai cicli naturali. Il doloroso periodo che stiamo vivendo ha stravolto le tappe previste dal nostro viaggio, ma non lo ha fermato perché il tango è molto più di un ballo in quanto è metafora di vita. Nella storia della musica…
Pubblicato in Taggato con: , , , , ,

Il canyengue

Alle origine del tango

PUBBLICATO IL 26 marzo 2020

  Il Canyengue ha origini porteñe e vede il suo periodo d’oro nel cinquantennio a cavallo fra l’’800 e il ‘900. La sua culla è il Rio de la Plata, quella vasta area fluviale fra l’Argentina e l’Uruguay;  la musica e il fiume ne sono i protagonisti assoluti, in un contesto storico tanto complesso quanto misterioso. Si balla in modo burlesque e divertente e la sua caratteristica principale è la musicalità, l’arte di camminare restando fedeli allo spirito della musica. Ha origine dalla fusione - avvenuta nel corso dei decenni - fra ritmi africani, musiche locali e altre di importazione…
Pubblicato in Cultura argentina Taggato con: , , , , , , , ,