LETTERATURA

A tempo di tango

Scacco matto a Buenos Aires

PUBBLICATO IL 30 luglio 2020

E' uscito nelle migliori librerie A tempo di tango. Scacco matto a Buenos Aires di Mario Abbati. Il Tempo che governa i passi del tango e il corso ordinato degli eventi, all’improvviso, inizia a prendersi gioco del maestro di ballo Toni de Mastrangelo: la sua vita perde ritmo e logica, trascinandolo in una caotica partita a scacchi di cui lui non conosce le regole. La sua fidanzata, la sua auto, la sua scuola di tango danno infatti segni di cedimento sospettosamente sincronizzati, spingendolo a trovare finalmente il coraggio di volare verso il luogo mitico per ogni tanghèro: Buenos Aires. Bussola disorientata di questo viaggio è…
Pubblicato in LETTERATURA, Libri Taggato con: , , ,

Carlos Gavito

Io ballo il silenzio

PUBBLICATO IL 24 luglio 2020

Io ballo il silenzio è un libro scritto a quattro mani: quelle di Monica Fumagalli e di Massimo Di Marco. <<Il libro racconta l’ultimo Carlos Gavito possibile, il grande interprete delle pause più significative della storia del tango - spiega Monica Fumagalli - e lo abbiamo scritto perché pensiamo che il suo tango debba essere ricordato alle nuove generazioni o alle precedenti che di lui non hanno saputo nulla. Carlos Gavito per noi, rimarrà sempre sul podio dei maestri e degli interpreti più autenticamente originali>>. Massimo Di Marco, giornalista sportivo ed editore, ha già al suo attivo diverse pubblicazioni tangueras…
Pubblicato in LETTERATURA, Libri Taggato con: , , , ,

Il giorno prima che cambiasse il mondo

StoriediTango

PUBBLICATO IL 22 maggio 2020

(https://www.storieditango.it/il-giorno-prima-che-cambiasse-il-mondo/) Venti febbraio duemilaventi. Il mondo è com’è sempre stato. Cioè a un punto dal cambiare. Cioè in bilico come ogni giorno. Ma non sempre pende nello stesso modo. A volte l’inclinazione non è percepibile dagli esseri umani, o è percepibile solo da alcuni. È quando l’inclinazione è percepibile da tutti che il mondo sta davvero cambiando. Viola Vento cammina sul limite senza saperlo – ma che ne sai, quando ti ci trovi, che sotto i piedi hai quella linea divisoria tra un prima e un dopo? Viola è a una milonga di quasi-carnevale in cui tutti sono quasi-mascherati, nel…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , ,

Contando las estrellas

Il tango ai tempi del colera

PUBBLICATO IL 6 marzo 2020

Tappa obbligata di "Finché c’è tango c’è vita" Viaggio all'interno del nostro sentire di Vittoria Maggio [caption id="attachment_9763" align="alignleft" width="300"] Fotografando by Antonio Tomasino[/caption] Il nostro viaggio appena iniziato effettua una fermata straordinaria, obbligata, non prevista. Anche nella vita può capitare di vedersi costretti a rimandare un viaggio e, il più delle volte, il motivo non è certo volontario. E’ successo anche nel tango: gli appassionati di questo ballo stanno vivendo una pausa forzata. Se il grande ballerino Carlos Gavito ci ha insegnato che il tango si balla proprio nella pausa, in questi giorni abbiamo tutti inaspettatamente reimparato a ballarla. Siamo…
Pubblicato in Cultura argentina, LETTERATURA, Opinioni, Racconti Taggato con: , , , ,

El Beso

Storie di Tango

PUBBLICATO IL 4 febbraio 2020

Buenos Aires: sentirsi vivi nella somma delle imperfezioni.   El Beso (https://www.storieditango.it/el-beso/)   A Buenos Aires i locali non corrispondono a una milonga: sono contenitori di milonghe, corpi in cui circola un sangue che si rinnova continuamente. Cambiano i gestori, gli organizzatori, i camerieri e le divise. Resta forse il menù. Di mercoledì, El Beso – Riobamba 416 – ospita la milonga Porteño y bailarín. Si sale per una scala: corridoio con bagni e cucina a destra, reception e bar alla sinistra. Poi la sala, tavolini, sedie, pista al centro. Sudamericani, asiatici, europei, ogni età, ogni respiro, ogni pensiero: tutto…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , ,

Il Tango per Halloween

Tanghetto o goccetto?

PUBBLICATO IL 31 ottobre 2019

Melissa si è regolarmente iscritta a una scuola di tango a settembre. Finalmente si era decisa e adesso non riusciva a staccarsi dall’idea di imparare al meglio delle sue possibilità. Ad ogni lezione era sempre la prima ad arrivare e l’ultima ad andare via. Cercava di capire e di assimilare quanto le veniva detto dai maestri. Insomma, come capita a molti, se ne era perdutamente innamorata e lei ogni volta restava a guardare estasiata anche la lezione successiva degli intermedi/avanzati. A fine lezione gli allievi chiacchieravano sul dove andare a ballare per il fine settimana successivo e, per l’appunto, si…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , , , , , ,

Triste più triste uguale felice

A volte il tango è un viaggio nella tristezza per diventare felici

PUBBLICATO IL 24 ottobre 2019

A volte il tango è un viaggio nella tristezza per diventare felici. *** Triste più triste uguale felice (https://www.storieditango.it/triste-piu-triste-uguale-felice/) Si era alzato per invitare una donna dall’altra parte della sala, ma ora deve sedersi. È la canzone a dirglielo: Siediti. In questo momento non avresti energie per altro. La canzone gli sfiora anche un po’ i capelli, gli aggiusta le sopracciglia in una posa spiovente, gli rilassa le guance. Prima sorrideva. Adesso sarebbe strano farlo. La voce di Carlos Gardel intona “Te aconsejo que me olvides”. È andata proprio così, pensa l’uomo, mentre si assicura che la sedia regga lui…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , , , , , ,

Nello schianto con me

StoriediTango

PUBBLICATO IL 8 ottobre 2019

A volte il tango è un modo di schiantarsi per limitare il dolore di altri schianti. *** Nello schianto con me (https://www.storieditango.it/nello-schianto-con-me/) L’ha notata perché non sorride quasi mai. Se lo fa, è un’espressione del volto che concede più agli altri che a se stessa. L’ha notato perché ha un certo modo di fare silenzio, di accogliere tutti i silenzi del mondo e rispettarli uno a uno. L’ha notato perché le sembrava che lui potesse parlare senza parole. Si sono visti per mesi alla milonga del martedì, una sera periferica nello scorrere della settimana, senza l’impatto estraniante del lunedì né…
Pubblicato in Racconti Taggato con: , , , , , , , , , ,

Arizona dream

StoriediTango

PUBBLICATO IL 10 settembre 2019

Se un sogno ti costa un amore. *** Arizona dream (https://www.storieditango.it/arizona-dream/) Gli avevano detto che non ce l’avrebbe mai fatta. Glielo avevano detto l’insegnante di inglese alla Marcos de Niza High School, l’insegnante di nuoto, i vicini, i figli dei vicini (gli stessi con cui giocava da piccolo, sognando vite oltreoceano). Glielo avevano detto il reverendo della Church of the Holy Spirit e perfino sua madre, che avrebbe dovuto amarlo più di chiunque altro. «Ballare non ti porterà da nessuna parte. E poi, come pensi di viverci?» Una pausa, una mano sotto il mento, e quegli occhi misti di affetto…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , , ,

Io, Tango, Tu

di Vanna Gasparini

PUBBLICATO IL 5 settembre 2019

Quanto tango abbiamo ballato insieme, amore mio? Da quello incerto e rigido degli inizi a quello di adesso, comodo, musicale, avvolgente. Quello imparato dai maestri a quello insegnato agli allievi. Quello del palcoscenico, quello improvvisato in una piazza. Quello del circolo Arci, quello del salone di una villa settecentesca. Quello che parla lingue straniere, quello delle milonghe improbabili. Quello dei festival, delle maratone, degli encuentros, delle vacanze tango, in riva al mare, sul lago tra i monti. Il tango che mi sussurri all’orecchio con il testo inventato e ci scappa da ridere. E io rilancio con una battuta e allora…
Pubblicato in Opinioni, Racconti Taggato con: , , , , , , , , , ,