Didattica

Selezionati i musicisti per il corso di Interpretazione e prassi stilistica del Tango

Le attività inizieranno il prossimo 2 dicembre

PUBBLICATO IL 16 novembre 2017

Sabato 4 novembre, presso il conservatorio “Luisa D’Annunzio” di Pescara si sono svolte, come previsto, le audizioni per l’ammissione al corso biennale di “Interpretazione e prassi stilistica del Tango”, il primo corso in Italia con lo scopo di formare i musicisti che desiderano avvicinarsi al tango. A formare la commissione presieduta dal maestro Gianni Iorio,  i professori Roberto Della Vecchia, docente di teoria ritmica e percezione musicale, e Mario Pace, docente di violino, entrambi rappresentanti dello stesso conservatorio. A sottoporsi all’audizione ventuno musicisti che hanno affrontato la prova con impegno, dando il loro meglio anche grazie ai membri della commissione…
Pubblicato in Didattica, FAItango

Nasce il corso di interpretazione e prassi stilistica del Tango

Il primo corso in Italia per i musicisti che desiderano avvicinarsi al tango

PUBBLICATO IL 30 settembre 2017

Dalla seconda metà degli anni Novanta il tango ha iniziato a diffondersi, fino all’attuale esplosione che sembra non arrestarsi. Proprio per comprendere questo successo, è bene non dimenticare che il fascino di questa danza prende piede soprattutto dalla sua musica e non sono pochi i casi in cui proprio l’incontro con la musica abbia poi spinto molti appassionati a dedicarsi alla pratica di questa disciplina. Il successo che il tango ha riscosso ha iniziato a far emergere la necessità di creare delle figure adeguatamente preparate dal punto di vista tecnico e in questo l’Italia, finalmente, si unirà al resto d’Europa…
Pubblicato in Didattica, FAItango Taggato con: , ,

Tango al buio

Parte il nuovo corso di tango al buio presso l'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti

PUBBLICATO IL 18 marzo 2017

[caption id="" align="alignleft" width="169"] Al Pacino balla il famoso tango al buio in "Scent of a woman" in cui interpreta Frank Slade, un ex ufficiale non vedente[/caption] di Piera Campestrini Buio: non solo inteso come assenza di luce ma come impossibilità di vedere. Al buio si presta più attenzione a quanto percepito dagli altri sensi. Quante cose si possono fare al buio!? A Trento ci hanno insegnato che, oltre a visitare percorsi, si può mangiare, si può sorseggiare qualcosa, si può assistere a spettacoli musicali. E guarda un po’, non poteva che nascere a Trento la “Milonga al buio”. Milonga,…
Pubblicato in Didattica, News Taggato con: , ,

Didattica tanguera secondo il meteo

PUBBLICATO IL 6 gennaio 2016

Ammorbidire la rigidità dell’insegnamento, certamente necessaria e apprezzata, si può! Basta consultare il meteo o affidandosi a qualcuno meteoropatico! Così dolori pre-pioggia possano essere di grande ispirazione e guida all’insegnante:  Quindi nel caso di un mal di testa evitiamo di soffermarci sulla milonga con traspies per evitare il rimbalzo del ritorno,  mentre i dolori articolari alle spalle fanno abbassare le mani congiunte dei ballerini accettabile per una lezione di milonga lisa o di canyengue, ma per piacere non per il vals, nel quale si dovrebbe estendere leggermente di più le braccia per controllare meglio l’equilibrio tra centrifuga e centripeta.  Eventuali…
Pubblicato in Didattica

Storie di tango

PUBBLICATO IL 24 settembre 2015

di Franco Garnero Quando si parla di magia del tango si è soliti pensare all’intensità dell'abbraccio, alla connessione con un altro corpo, alla tanda perfetta, all’immersione totale nella musica. Ma il tango è capace anche di altre magie, più singolari e inconsuete. Un giovedì a Torino, da Miss Penelope, può capitare, per esempio, di imbattersi, ai primi di settembre, in una serata particolarmente fresca che non invita a ballare. Si finisce, così, a parlare con Mauro e Gabriella, che sono arrivati sin lì da Alessandria, di vacanze appena finite e  di altre ancora da cominciare. E salta fuori che, se…
Pubblicato in Didattica, Festival, News, Personaggi, Viaggi

L’omo tanguero nun ha da puzzà

PUBBLICATO IL 17 giugno 2015

Di Franco Garnero L’occasione è la serata d’inaugurazione della sede estiva dell’Oficina tanguera di Umberto Ferrero, che quest’anno è ospitata dal Garden, uno storico locale da ballo della prima collina torinese. A un tavolino sono seduti Santiago De Leon, da un anno in Italia con la moglie Eugenia Deanna, Daniel Montano, da 13 anni a Roma, di passaggio sotto la Mole per assistere gli attori di un film che si devono improvvisare ballerini di tango e qualche ordinario avventore: l’una è passata da un pezzo e si guarda la pista, i ballerini e si parla, guarda un po’, di tango.…
Pubblicato in Didattica, Opinioni

TangoKarma in dodici passi

PUBBLICATO IL 14 febbraio 2015

        1)                Seminare e raccogliere        ovvero la connessione tra causa e effetto, azione e reazione e così via a)   Se volete ballare meglio, dovete impegnarvi a ballare meglio studiando. b)   Se volete ballare in una milonga ordinata, dovete voi stessi ballare ordinati in milonga c)    Se volete progredire nella gestione del ritmo e dei passi, dovete impegnarvi di più nel ritmo e nei passi.   2)                Creare        ovvero ciò che creiamo diventeremo a)   Se non sappiamo, ma vogliamo ballare il Tango, dobbiamo studiarlo. b)   Mentre siamo uniti col Tango (nel nostro intimo attraverso l’ascolto della musica e…
Pubblicato in Didattica Taggato con:

Tango e didattica

PUBBLICATO IL 28 dicembre 2014

 Stavo coltivando l'idea di iniziare ad aggiornare il mio libro CostruireDecostruire.Tango senza confini, pubblicato quando il tango attraversava un periodo di grande rinnovamento. Ora però i recenti scritti divulgati in rete su argomenti che coinvolgono l'insegnamento del tango, mi  hanno  sollecitato la scrittura in tale direzione.  Quando ho qualcuno di fronte a me, che desidera avvicinarsi a tale danza o perfezionare qualche azione, mi assale immediatamente il senso di forte responsabilità nei confronti del suo benessere, delle sue articolazioni, del suo stato d'animo. Generalmente la prima attenzione è rivolta verso la necessità di rilassare i muscoli e di sostenerli, invitando…
Pubblicato in Didattica