MULTIMEDIA

Intervista ad Angelo Vicini

Ricercatore e poeta Vogherese, biografo di Pierino Codevilla

PUBBLICATO IL 3 maggio 2018

V: Lei dove è nato signor Angelo?​ A: Io sono nato a Voghera, e l'interesse per Pierino Codevilla è nato come tutti gli interessi che ho per la mia città. Quando ho cominciato a scrivere avevo quindici anni, collaboravo con i giornali, facendo ricerche. Io sono molto legato al mio territorio e alla mia città, quindi Codevilla era un personaggio che sentivo nominare, poi l'ho conosciuto occasionalmente, ero molto giovane ma lo seguivo, sapevo chi era. Leggevo e sentivo gli appassionati del tango, del ballo, parlare del Maestro, il "re del tango". Poi capitava di vederlo in giro, questa figura…
Pubblicato in Musica, STORIA Taggato con: , ,

Come sono giunte a noi le registrazioni di tango

Dai 78 giri agli Mp3

PUBBLICATO IL 29 marzo 2018

Tempo fa su un forum di esperti di Tango (in maggioranza argentini), a cui mi ero rivolto alla ricerca di un brano della Orchestra Tipica Victor mi sono sentito chiedere se ero un appassionato o un DJ. Ho scoperto in questa occasione che gli amanti del Tango distinguono nettamente le due categorie: i DJ privilegerebbero la qualità del suono mentre i veri appassionati darebbero più importanza alla fedeltà della registrazione rispetto all’originale. In altre parole gli appassionati preferiscono un disco pieno di fruscii e crepitii a uno “ripulito” artificiosamente e diventato per questo meno aderente all’originale. E’ un tema di discussione che mi ha sempre appassionato,…
Pubblicato in Musica Taggato con: , ,

“La catrera” di Arturo Vicente De Bassi

Un brano tutt'altro che dimenticato

PUBBLICATO IL 30 novembre 2017

di Victor Hugo Del Grande Tra le figure della "Guardia vieja" che più affascinano, esperti di musica e non, c'è sempre in prima fila Eduardo Arolas, ma poco si parla di uno dei musicisti più importanti per formazione musicale e per capacità di evolvere in quegli anni: Arturo Vicente De Bassi. Egli contribuì in modo fondamentale a gettare le basi di carattere e struttura che fecero poi durare e crescere nel tempo il nostro amato tango. Arturo Vicente De Bassi nacque nel quartiere porteño di Recoleta il 2 aprile del 1890. La sua formazione musicale completa lo fece diventare uno…
Pubblicato in Cultura argentina, Musica Taggato con: , ,

La “Buenos Aires” di Jovès e Romero

Viaggio alle origini di "Buenos Aires"

PUBBLICATO IL 21 novembre 2017

di Victor Hugo Del Grande Manuel Jovès nacque a Manresa, (Barcellona) l’8 marzo del 1886 e morì a Buenos Aires il 26 Agosto del 1927. Arrivò in Argentina nel 1908, quando aveva già una solida formazione musicale, i primi anni insegnò musica e canto per poi consolidarsi come direttore musicale di spettacoli di rivista e teatro. Nella sua terra natale era stato compositore di musica spagnola, ma in Argentina provò a cimentarsi con il tango, scrivendo parecchi successi, di cui sette furono incisi da Carlos Gardel. Si parla spesso di Manuel Romero aproposito de "Las vueltas de la vida", e lo si considera un…
Pubblicato in Cultura argentina, Musica Taggato con: , ,

La via romana del Neotango

Quando e come ha iniziato a diffondersi il Neotango?

PUBBLICATO IL 24 settembre 2017

di Elio Astor Dalle radici al Neotango - Il tango mi ha incontrato nel 1993, e lo ballo dal 2003. Ho un po’ nostalgia di quello che era lo spirito dei primi anni, in cui i maestri invitavano gli allievi a sviluppare ciascuno il proprio stile di ballo, in cui c’era spazio per una socialità vera, in cui non esistevano i mondiali di tango argentino e in cui nessuno veniva a cercarti per dirti quale tango devi o non devi ballare, il tango era lì e si esprimeva in base al carattere di ciascuno di noi, chi in maniera più eccentrica,…
Pubblicato in Musica, Opinioni Taggato con: , ,

Dal tradizionale al neotango

Breve panoramica sull'evoluzione di un genere

PUBBLICATO IL 20 luglio 2017

Quando si parla di tango, si fa riferimento a un ampio e corposo spettro musicale che continua, anno dopo anno, ad arricchirsi di nuove sfumature: dalla sua nascita negli ultimi decenni dell’Ottocento i cambiamenti sono stati molteplici, a partire dal tipo e dal numero degli strumenti musicali impiegati – all’inizio violino, chitarra (o fisarmonica) e flauto, poi pianoforte, violino e bandoneòn, portando in seguito alla nascita delle prime orchestre – fino ad arrivare alla frattura nata con la musica di Piazzolla e alle sonorità contemporanee. Facciamo un po’ di chiarezza, soprattutto in funzione di alcuni interventi che ospiteremo, e a…
Pubblicato in Musica, STORIA Taggato con: , ,

Aníbal Troilo – Infografica

Aníbal Troilo, "el Bandoneón de Buenos Aires"

PUBBLICATO IL 6 luglio 2017

di  Christina Stolcis e Giuseppe Speccher Il primo appuntamento di questa serie di infografiche presenta il percorso artistico di Aníbal Troilo, per visualizzarla e accedere ai link collegati cliccate su Aníbal Troilo. Buona lettura!  
Pubblicato in Musica, STORIA Taggato con: ,

Il Canyengue, una storia di immigrazione, schiavitù, bassifondi e rinascita

Viaggio alle origini del canyengue

PUBBLICATO IL 7 febbraio 2017

di Maura Comotti Si può ipotizzare che il canyengue, che si ballava in modi differenti secondo il rione di appartenenza, possa essere nato verso la fine del 1800. Non c’è traccia organica degli stili e dei luoghi, si sa solo che ogni rione lo ballava a suo modo, veniva tramandato dai genitori ai figli, dai fratelli alle sorelle, oppure lo si apprendeva guardando o ballando. Le origini Per capire le origini e l’evoluzione del canyengue dobbiamo andare a cavallo fra l'Ottocento e il Novecento, per vedere la realtà di quel tempo sul Rio de la Plata, quella vasta area che…
Pubblicato in Musica Taggato con: , , ,

Joaquín Amenábar e l’importanza dell’ascolto

PUBBLICATO IL 18 febbraio 2016

di Silvia Tiddi   Joaquín Amenábar è un bandeonista, suona come solista ed è direttore e primo bandoneon dell’”Orchestra de la Guardia Vieja”.  Insegna bandoneon al Conservatorio superiore di musica “Manuel de Falla” di Buenos Aires e al Conservatorio nazionale Lopez Buchardo dell’Istituto universitario nazionale di arte IUNA. È inoltre professore presso la scuola di Musica popolare di Avellaneda. Ha iniziato a ballare tango nel 1995 e a insegnare la musica del tango applicata al ballo fin dal 1998 continuando a farlo ogni anno in Germania, Inghilterra, Italia, Francia, Austria, Svizzera, Australia, Nuova Zelanda, Stati Uniti e molti altri Paesi.  Ho avuto il…
Pubblicato in Interviste, Musica, Personaggi

Hector Varela: croce e delizia

PUBBLICATO IL 2 febbraio 2016

Di Paolino Fierro  (*)   Qualche anno fa avrei intitolato questo articolo “Il Dio Varela” per quanto fossero richiesti i suoi brani nelle milonghe italiane dei primi anni Duemila. Puntuali come un orologio svizzero, verso la fine della serata i tj mandavano la tanda di Varela, che aveva un potere così evocativo da far risvegliare i ballerini più assonnati, ma soprattutto le ballerine più romantiche.    “El flaco Varela” è probabilmente il direttore d’orchestra tipica più chiacchierato sui blog e sui social network. Attraverso le sue opere è stato capace, negli ultimi anni, di creare schieramenti contrapposti tra fan agguerritissimi…
Pubblicato in Musica, Personaggi